Tutti i racconti

Di

Editore: Newton & Compton

4.2
(172)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Altri

Isbn-10: 8881836300 | Isbn-13: 9788881836307 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Chiavarelli , S. Raffo

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Tutti i racconti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ideali "in parte per bambini e in parte per coloro che hanno mantenuto lacapacità fanciullesca della gioia e dello stupore", i racconti raccolti nelvolume hanno conosciuto numerosi adattamenti cinematografici, televisivi eteatrali. Ammaestramento morale e eleganza stilistica convivono felicementenelle raccolte.
Ordina per
  • 4

    Il libro si divide in tre parte e comprende:
    - Il delitto di Lord Arthur Saville
    - Il fantasma di Canterville
    - La sfinge senza nome
    - Il milionario modello

    Di questo primo blocco meritano tutti i ra ...continua

    Il libro si divide in tre parte e comprende:
    - Il delitto di Lord Arthur Saville
    - Il fantasma di Canterville
    - La sfinge senza nome
    - Il milionario modello

    Di questo primo blocco meritano tutti i racconti, anche se i primi due di più.
    Poi
    Raccolta "Il principe felice" che comprende:
    - Il principe felice
    - L'usignolo e la rosa
    - il gigante egoista
    - L'amico devoto
    - Il razzo eccezionale

    Tra questi l'unico più sottotono è l'ultimo, gli altri meritano tutti: l'amico devoto fa venire un nervoso assoluto però! Il gigante egoista lo conoscevo già ma non ricordo come, probabilmente dalle elementari..e suppongo anche il principe felice.

    L'ultima parte è "La casa di melograni" e comprende:
    - Il giovane re
    - Il compleanno dell'infanta
    - Il pescatore e la sua anima
    - Il Bimbo-Stella

    Un po' in tutti i racconti, soprattutto in quelli che possiamo definire fiabe, aleggia un'atmosfera religiosa (che ricorda tantissimo le fiabe dei Grimm!) che sulle prime mi ha un po' sorpresa: non so, non me lo immaginavo un tipo credente Wilde; poi ho cercato qua e là per informarmi un po' e pare che avesse un rapporto tutto suo con la religione e che si convertì seriamente solo in punto di morte.

    ha scritto il 

  • 4

    UNA RACCOLTA CON ALTI E BASSI

    Come in tutte le raccolte ci sono brani che colpiscono di più ed altri meno, ma lapungente ironia di Wilde, il suo innato pessimismo, sono tratti unici dell'autore che rendono speciale ogni suo scritt ...continua

    Come in tutte le raccolte ci sono brani che colpiscono di più ed altri meno, ma lapungente ironia di Wilde, il suo innato pessimismo, sono tratti unici dell'autore che rendono speciale ogni suo scritto!

    ha scritto il 

  • 5

    "Il principe felice" è la raccolta di fiabe più intensa, toccante, e in alcuni punti dolce, con cui abbia mai avuto a che fare. Leggere un'opera di Wilde, a prescindere dal genere, è sempre e comunque ...continua

    "Il principe felice" è la raccolta di fiabe più intensa, toccante, e in alcuni punti dolce, con cui abbia mai avuto a che fare. Leggere un'opera di Wilde, a prescindere dal genere, è sempre e comunque un'esperienza estasiante.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo. I racconti di Oscar Wilde sono un esercizio di scrittura del più grande artista della storia, ricchi però della morale e dell'ironia che lo hanno reso celebre nei secoli.

    ha scritto il 

  • 4

    Tutto l'universo narrativo delle short stories di Oscar Wilde. All'ironia e al paradosso de "Il fantasma di Canterville" o de "Il delitto di Lord Arthur Savile" si affianca il mondo fiabesco delle due ...continua

    Tutto l'universo narrativo delle short stories di Oscar Wilde. All'ironia e al paradosso de "Il fantasma di Canterville" o de "Il delitto di Lord Arthur Savile" si affianca il mondo fiabesco delle due raccolte "Il principe felice" e "Una Casa di Melograni". Un mondo fiabesco davvero particolarissimo quello di Wilde. Il fine letterato gioca infatti con il codice della fiaba, riesumando giganti, nani e principesse, trasformazioni magiche, sirene e animali dotati di sentimenti e parola.
    Ma questo scenario da fratelli Grimm è al servizio di un'intuizione personalissima del mondo dove una pura tensione verso l'assoluto dell'amore e della dedizione è costantemente offuscata dalla costatazione della grettezza dell'essere umano.
    Mi resta l'immagine dell'usignolo che muore cantando con il petto premuto contro una spina per tingere di rosso una rosa bianca e offrirla allo studente perché possa conquistare l'amore della figlia del ciambellano. Ma la ragazza preferirà i preziosi gioielli di un altro pretendente. Lo studente disprezzerà l'amore dopo che aveva svilito il canto dell'usignolo: "Questa creatura ha stile...è un fatto che non si puo' negare; ma avrà altresi' sentimenti? Temo di no. In verità, è come la maggior parte degli artisti: tutta forma, nessuna sincerità. Non si sacrificherebbe per gli altri. Pensa soltanto alla musica, e tutti sanno che l'arte è egoista."
    Ma il canto dell'usignolo ci appare invece proprio come una trasparente metafora dell'eticità dell'arte, costruita con i lievi materiali della fiaba.
    Forse quasi mai come in queste poche pagine e in altre fiabe Wilde si è scoperto, come artista e come moralista. Ma da par suo, giocando con la letteratura. Altro che fiabe per bambini!

    ha scritto il 

  • 4

    bellissimi i primi 3 racconti...si vede proprio la verve e l'arguzia di Oscar Wilde...ma gli ultimi mi hanno proprio deluso, erano favolette che poteva aver scritto chiunque, ed alcune erano piuttosto ...continua

    bellissimi i primi 3 racconti...si vede proprio la verve e l'arguzia di Oscar Wilde...ma gli ultimi mi hanno proprio deluso, erano favolette che poteva aver scritto chiunque, ed alcune erano piuttosto noiose (quella del Pescatore non finiva piùùù!! decisamente troppe descrizioni...)
    Se fossero state tutte come "Il fantasma di Canterville"...5 stelle gliele avrei date volentieri!!

    ha scritto il 

Ordina per