Tutto è fatidico

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.6
(1992)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 534 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Portoghese , Catalano , Tedesco , Francese , Olandese , Greco , Russo , Ceco , Polacco , Chi tradizionale

Isbn-10: 8820034190 | Isbn-13: 9788820034191 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Stefano Bortolussi , Tullio Dobner , Silvia Fornasiero , Giusi Barbiani , Anna Fanfani , Francesco Di Foggia

Disponibile anche come: Paperback , eBook , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Tutto è fatidico?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Chi fa l'autostop di notte e sale sulla macchina sbagliata; chi, al ristorante, trova che il piatto del giorno sia un po' troppo al sangue... Stephen King ci propone un giro nell'ignoto in quattordici tappe dove paura e angoscia, macabro sarcasmo e assorta melanconia pervadono le vicende di questi racconti. Non regalate animali, non comprate nulla alle svendite da cortile, non inimicatevi l'adolescente ombroso della casa accanto e, soprattutto, sappiate che tutto è fatidico.
Ordina per
  • 2

    Diciamo che....no .

    Non il migliore di king ,non il solito King. C è qualche racconto che magari vale la pena,ma non riesce comunque ad alzare il livello dell'intero volume ; vediamo di dare un qualche voto ad ogni racco ...continua

    Non il migliore di king ,non il solito King. C è qualche racconto che magari vale la pena,ma non riesce comunque ad alzare il livello dell'intero volume ; vediamo di dare un qualche voto ad ogni racconto preso singolarmente.
    - autopsia 4 : carino,per lo meno il volume non parte male da subito . ***
    - l uomo vestito di nero : niente di che, mi ha ricordato quei racconti stile piccoli brividi che leggevo da bambina (però quelli erano più inquietanti) . **
    - tutto ciò che ami ti sarà portato via : niente di che pure questo,però il finale che lascia col dubbio è carino dai . ***
    - la morte di jack hamilton : devo ancora capire se mi è piaciuto o meno .
    - la camera della morte : eh, l incredibile potenziale che può avere una sigaretta conficcata in un occhio ! Mi è parso inverosimile . **
    - le piccole sorelle di eluria : ritroviamo ancora una volta (per chi l ha gia incontrato) il caro Roland,ed ho detto tutto. Tra i migliori del volume. ****
    - tutto è fatidico : non mi ha coinvolto per nulla,senza arte né parte. **
    - la teoria degli animali di l.t. : ironico e triste allo stesso tempo, mi è piaciuto ed è forse stato quello che mi ha fatto "inquietare" di più verso la fine. ****
    - il virus della strada va a nord : le storie in cui ci sono dei quadri che cambiano aspetto o i cui personaggi si muovono al loro interno mi ha sempre affascinato. Non è un tema nuovissimo, ma il racconto è stato piacevole,anche se abbastanza prevedibile fin dal principio. ***
    - pranzo al gotham cafè : il cameriere psicopatico non l avevo ancora incontrato, è stato un racconto particolare e a tratti divertente . ****
    - quella sensazione che puoi dire soltanto in francese : mmmmh ,ni. La tematica è interessante,ma non mi ha coinvolto e convinto lo svolgersi della storia. **
    - 1408 : era il racconto sul quale avevo maggiori aspettative ,deluse in pieno. Paradossalmente,è più bello il film questa volta. Parte benissimo,ma secondo me tutto ciò che accade da quando mike entra nella stanza avviene troppo in fretta ,non si ha il tempo di capire che i famosi strani eventi si stanno verificando che gia si è subito catapultati fuori ed il racconto è finito. Guardatevi il film ! **
    - riding the bullet : probabilmente il più figo dell intero volume. Peccato per la seconda metà della storia,l intensità cala e diventa un po'banale,ma nell' insieme rimane un bel racconto. ****
    - la moneta portafortuna : ...eh?! Ma che l' ha scritto a fare? Senza senso assoluto. *
    Morale della favola : se state per approcciarvi a king,non cominciate da questo volume.

    ha scritto il 

  • 4

    Tirando le somme, ci troviamo davanti a un’ottima antologia, che è all’altezza del nome del suo autore e che, a mio avviso, regge perfettamente il confronto con le tre precedenti. Certo, siamo di fron ...continua

    Tirando le somme, ci troviamo davanti a un’ottima antologia, che è all’altezza del nome del suo autore e che, a mio avviso, regge perfettamente il confronto con le tre precedenti. Certo, siamo di fronte a un King completamente diverso. Se quello che maggiormente vi aveva colpito in A volte ritornano, Scheletri e Incubi&Deliri erano i ritmi frenetici e le idee originalissime, forse resterete un pochino delusi. Qui i ritmi non sono frenetici e le idee spesso sono (per usare un termine del Re) delle “minestre riscaldate”. Ma ci troviamo di fronte a uno scrittore più maturo, che affronta molti temi a lui già cari da una prospettiva diversa, da un’angolazione completamente differente. Mi viene in mente un’immagine che il grande autore del Maine ci regala in Quattro dopo mezzanotte. Nell’introduzione di Finestra segreta, giardino segreto, scrive di aver notato, un giorno, una piccola finestra posta all’altezza del pavimento, nella lavanderia di casa. Dalla finestra si poteva vedere una nicchia pavimentata in mattonelle tra la casa e la veranda. Era un posto che Zio Steve vedeva tutti i giorni… ma che non aveva mai osservato da quell’angolazione. Da lì tutto sembrava nuovo, tutto sembrava diverso.

    ha scritto il 

  • 3

    史蒂芬金是說故事大師,每個小故事都有他的個人魅力,只是有些故事並不是那麼有趣,或者剛好是我不太喜歡的題材,讀起來有點平淡。或者說,如果我不知道作者是史蒂芬金的情況之下讀這些小故事,會很快的放下這本書。這本書讓我感覺是作者平時的寫作筆記,整理完之後出版。也有可能是翻譯者沒有把作者的口吻翻得很到味。

    ha scritto il 

  • 4

    I racconti di Stephen King sono sempre meritevoli di un'occhiata

    Dopo A Volte Ritornano, Scheletri e Incubi e Deliri, Tutto è Fatidico è la quarta antologia di racconti del nostro adorato Re del Maine.
    Contiene 14 storie adatte a tutti i gusti, che spaziano dall'h ...continua

    Dopo A Volte Ritornano, Scheletri e Incubi e Deliri, Tutto è Fatidico è la quarta antologia di racconti del nostro adorato Re del Maine.
    Contiene 14 storie adatte a tutti i gusti, che spaziano dall'horror, al pulp, al weird, non tutti i racconti sono memorabili, anzi, ma anche i racconti meno riusciti contengono quel qualcosa che non ti fa rimpiangere il tempo ad essi dedicato, perché Stephen King sa scrivere, eccome.
    Autopsia 4 - Cosa provereste se, creduti morti, veniste sottoposti ad autopsia pienamente coscienti ma impossibilitati a muovervi? King lo spiega, con in più un grande finale a sorpresa. (7.5)
    L'uomo vestito di nero - Ove si narra dell'incontro tra un bambino ed il diavolo, niente di eccezionale, però mi ha ricordato le atmosfere di Pet Sematary ed IT. (7)
    Tutto ciò che ami ti sarà portato via - In morte (forse) di un commesso viaggiatore, poco incisivo. (6)
    La morte di Jack Hamilton - Gangster's Story con protagonista la banda Dillinger, molto buono (8)
    La camera della morte - Cosa fareste se foste sequestrati e torturati da loschi figuri al soldo di un regime sudamericano? Semplice, chiedete di fumare una sigaretta. Esagerato. (6.5)
    Le piccole sorelle di Eluria - Il Protagonista è Roland di Gilead, tanto basta. (8,5)
    Tutto è fatidico - Anche questo racconto è collegato alla saga della Torre Nera, io l'ho trovato avvincente, anche se a mio giudizio avrebbe meritato di essere ampliato a romanzo. Attenzione alle lettere anonime ed agli spam! (8.5)
    La teoria degli animali di L.T. - Forse è il racconto peggiore della raccolta, non è scritto male, però cui prodest? (5)
    Il Virus della Strada va verso Nord - Classica storia horror kinghiana, in cui già dall'incipit, il lettore pratico dello stile del nostro sa come va a finire. Deja Vu (6)
    Pranzo al Gotham Cafè - Ove si narra di un incontro pre divorzio al ristorante, con contorno di maniaco omicida, puro pulp. (7,5)
    Quella sensazione che puoi dire soltanto in francese - Il nome è Deja Vu, ed il racconto non è malaccio. (7)
    1408 - Il migliore della raccolta, davvero un piccolo capolavoro dell'horror. (9)
    Riding the Bullet - Passaggio per il nulla - Ove si narra di un avventurosa corsa a casa in autostop e della scelta del protagonista quando sarà posto di fronte all'aut aut, la sua vita o quella della propria madre. (8)
    La moneta portafortuna - Riempitivo (5,5)

    ha scritto il 

  • 4

    Autopsia 4 ***
    L'uomo vestito di nero ****
    Tutto ciò che ami ti sarà portato via **
    La morte di Jack Hamilton **
    La camera della morte **
    Le piccole sorelle di Eluria ****
    Tutto è fatidico ****
    La teo ...continua

    Autopsia 4 ***
    L'uomo vestito di nero ****
    Tutto ciò che ami ti sarà portato via **
    La morte di Jack Hamilton **
    La camera della morte **
    Le piccole sorelle di Eluria ****
    Tutto è fatidico ****
    La teoria degli animali di L.T. ****
    Il Virus della Strada va verso Nord ***
    Pranzo al ***
    Quella sensazione che puoi dire soltanto in francese **
    1408 **
    Riding the Bullet - Passaggio per il nulla ****
    La moneta portafortuna **

    ha scritto il 

  • 4

    Racconti thriller sulla meschinità dell'animo umano

    E’ la quarta raccolta di racconti di King, pubblicata nel 2002, e una delle migliori. Sono quattordici storie fantasy, horror, noir, thriller, ma anche riflessioni disincantate e amare sull’egoismo e ...continua

    E’ la quarta raccolta di racconti di King, pubblicata nel 2002, e una delle migliori. Sono quattordici storie fantasy, horror, noir, thriller, ma anche riflessioni disincantate e amare sull’egoismo e la meschinità dell’animo umano, ravvivate a tratti da un tocco di macabro umorismo. Sono domande che a volte tutti ci poniamo, su cosa sia il bene o il male, e molte sono le conclusioni lasciate in sospeso. Ho davvero apprezzato i thriller, ma non mi sono piaciuti i gialli e il confuso racconto sul déjà vu. King accompagna ogni racconto con un interessante commento sulle circostanze da cui ha tratto ispirazione. In particolare da 5/5 Tutto ciò che ami ti sarà portato via Un aspirante suicida non vuole separarsi dalla sua agenda. Potrebbe ripensarci, se… finale in sospeso. M’intriga sempre il King non horror realistico e introspettivo. La teoria degli animali di L.T. Lui le regala un gatto, lei un cane. Gli animali però decidono diversamente. Si lasciano, ma non finisce qui. Storia noir realistica con finale a sorpresa. Il Virus della Strada va a nord Un quadro può uccidere? E’ un racconto horror sugli oggetti dotati di una propria malefica volontà, sul tema di “Christine”. Pranzo al Gotham Café Un uomo in procinto di divorziare si trova ad affrontare un maître impazzito. Thriller emozionante su una situazione che “potrebbe capitare anche a te”. 1408 Uno scrittore scettico sopravvive a stento a un’ora in una stanza infestata. Il tema è scontato ma è reso emozionante dal genio di King. Ne è stato tratto un film diverso dal racconto che non mi è piaciuto. Riding the Bullet Un autostoppista riceve un passaggio da uno zombie. Deve scegliere se salvare la propria vita in cambio di quella della madre. Riflessione amara sull’inevitabile egoismo umano. E’ un thriller psicologico mozzafiato, uno dei migliori di King. Dispiace però la triste operazione commerciale: è già uscito come singolo + CD.

    ha scritto il 

  • 0

    Di seguito, al momento, verranno rilasciate le valutazioni riguardanti ogni singolo racconto letto. Si partirà da un minimo di una stella (★) fino ad un massimo di cinque.

    Autopsia 4 : ★★★

    Riding the ...continua

    Di seguito, al momento, verranno rilasciate le valutazioni riguardanti ogni singolo racconto letto. Si partirà da un minimo di una stella (★) fino ad un massimo di cinque.

    Autopsia 4 : ★★★

    Riding the Bullet - Passaggio per il Nulla : ★★★

    1408 : ★★

    ha scritto il 

Ordina per