Tuya

By

Publisher: Alfaguara

3.4
(867)

Language: Español | Number of Pages: 176 | Format: Others | In other languages: (other languages) German , Italian , English

Isbn-10: 8420474746 | Isbn-13: 9788420474748 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Tuya ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    un sacco di commenti su anobi dicono che questo libro è una scimità, è scontato, allimite un attimino simpatico. mo non è che questa pigneiro foss chisachì, ma secondo me comunque la storia non è male ...continue

    un sacco di commenti su anobi dicono che questo libro è una scimità, è scontato, allimite un attimino simpatico. mo non è che questa pigneiro foss chisachì, ma secondo me comunque la storia non è male, già per il fatto che, volendo, più che un triller o un giallo, a me mi pare un nuàr. tantevvèro che non ci sta niente di più cupo di una famiglia dove si pigliano per culo una parte con l'altra. i figli fanno i cazzi loro, lei si nasconde i soldi, lui fa tipo due tre vite, lei è una cessa, lui pare tanto bravo, insomma cose così, poi a un certo punto uno muore, senza che vi dico chi. se questa è una scimità, scontata poi... 'a facce ro cazz! magari piace di più il commissario che indaga l'occulto magnann 'e panzarott, don matteo, chill che vede 'e muort, e vabbuò, pacienz.

    said on 

  • 3

    3.5 ESTRELLAS

    Una tarde amena.
    Me ha hecho gracia que esté escrito con los dejes argentinos.
    La historia es muy cortita, pero me ha parecido buena. La manera en la que está narrado hace que quieras seguir leyendo. ...continue

    Una tarde amena.
    Me ha hecho gracia que esté escrito con los dejes argentinos.
    La historia es muy cortita, pero me ha parecido buena. La manera en la que está narrado hace que quieras seguir leyendo. y te enseña hasta donde es capaz el ser humano de intentar tapar a otro por amor.
    Entretenido e interesante. Creo que probaré de leer alguno más de ésta autora.

    said on 

  • 4

    E’ stata una bellissima scoperta questa autrice argentina.
    Scrive gialli o forse noir psicologici o forse come in questo caso un thriller tragicomico.
    Una scrittura asciutta , brillante e incalzante ...continue

    E’ stata una bellissima scoperta questa autrice argentina.
    Scrive gialli o forse noir psicologici o forse come in questo caso un thriller tragicomico.
    Una scrittura asciutta , brillante e incalzante. Difficile lasciare la lettura , perché ti coinvolge e ti incalza.
    Il racconto “giallo” in realtà sembra un pretesto per raccontare quello che si nasconde dietro la “normalità” di una famiglia borghese.
    Ines ,la moglie , scopre che il marito la tradisce e una sera decide di pedinarlo : i due amanti si incontrano e iniziano a litigare. Ines sarà testimone della morte per caduta accidentale dell’amante (chiamata Tua nel libro).
    Comincia così tutta una costruzione mentale di Ines per salvare il suo matrimonio e aiutare il marito a nascondere la morte di Tua.
    Il finale è degno dei migliori gialli .
    Ma il libro è molto più di un giallo : è un’analisi spietata del matrimonio , di quello che può diventare per salvare le apparenze di una normalità che non esiste.
    Brava la Pineiro: di sicuro leggerò molto altro di suo.

    said on 

  • 3

    E’ una tragedia nero\comica, non saprei come altro definirlo, ma del giallo c’è poco o perlomeno è un pretesto iniziale per mettere in satira una famiglia tipo dell’alta borghesia che apparentemente n ...continue

    E’ una tragedia nero\comica, non saprei come altro definirlo, ma del giallo c’è poco o perlomeno è un pretesto iniziale per mettere in satira una famiglia tipo dell’alta borghesia che apparentemente non ha nessun problema.
    Ines è la moglie di un importante manager, madre di una figlia adolescente, e in apparenza almeno a lei così sembra, la loro vita procede su binari tranquilli e consolidati, fino a quando non scopre un biglietto d’amore firmato “Tua” nella 24ore del marito.
    E riflettendo, si rende conto che in effetti le cose non vanno troppo bene, il matrimonio è freddo e distante, la figlia perennemente insofferente, però Ines dopo questa analisi lucida non si arrende e cerca di mettere in sicurezza la sua famiglia. Alla prima occasione segue il marito, ed è testimone dell’incontro di quest’ultimo e la sua segretaria, i due hanno un alterco, lui la strattona la donna cade batte la testa e muore.
    Da qui inizia una girandola esilarante, piena di colpi di scena che rovesciano le certezze continuamente, si parte da un triangolo amoroso e via via che si va avanti la figura geometrica assume altre forme.
    Parallelamente la figlia ha i suoi guai personali che si gestisce da sola con tutte le difficoltà, ed è veramente l’unico personaggio che suscita tenerezza.
    E’ il primo romanzo che leggo della Piñeiro e ne seguiranno altri, ha una scrittura diretta, lineare ed è dotata di una buona dose di gustoso umorismo, e sa trattare tematiche come la famiglia o l’adulterio con quel pizzico di ironia che non guasta, traspare dalla sua scrittura l’amarezza per la caduta verticale di stile e la tenace ipocrisia di certe classi sociali che amano apparire perfette e che poi nel privato sono capaci di negoziare qualsiasi valore, per il proprio egoismo.

    said on 

  • 1

    "Non basta essere, bisogna anche apparire."

    Premetto che l'ho letto "a buffo", cioè per lo meno non ho speso neanche un centesimo, perché me l'ha prestato una mia amica con cui ogni tanto ci scambiamo qualche libro. Tanta entusiasta lei, quanto ...continue

    Premetto che l'ho letto "a buffo", cioè per lo meno non ho speso neanche un centesimo, perché me l'ha prestato una mia amica con cui ogni tanto ci scambiamo qualche libro. Tanta entusiasta lei, quanto tantissimo deluso io. Due perfetti cretini, marito e moglie, talmente presi da loro stessi, dai loro tradimenti e dalle loro bugie, da non accorgersi nemmeno che la loro figlia adolescente è incinta!!!! Dovrebbe essere un giallo-rosa, un giallo, un rosa, non so catalogarlo, mi ha solo irritato all'ennesima potenza!!! Cara Claire, te lo rendo, senza rimpianti!!!

    said on 

  • 0

    Ma che bellina la famiglia riunita, magari in un bel ristorante di lusso, tutti e tre con abiti griffatissimi e senza una parola da scambiare tranne forse all'arrivo del cameriere.
    Fare finta che sia ...continue

    Ma che bellina la famiglia riunita, magari in un bel ristorante di lusso, tutti e tre con abiti griffatissimi e senza una parola da scambiare tranne forse all'arrivo del cameriere.
    Fare finta che sia tutto perfetto e le apparenze salvate.
    Il ristorante ce l'ho messo io, nel romanzo non compare.
    No niente che non sia sotto gli occhi di tutti e tutti i dì. Viene da chiedersi se in Argentina - come ovunque- patria dell'autrice e di Bergoglio- si potrebbe vendere, in così larga misura, un libro in cui si sceglie l'aborto al posto di un fiocco rosa o azzurro. No, la vita è sacra, come la famiglia, ci pensano poi i componenti a dissacrarla, ma che non si sappia in giro per carità . Di originale c'è poco, tranne qualche qualche battuta simpatica. Tuttavia il romanzetto ha suscitato riflessioni già ampiamente riflettute. Il ripasso fa bene.
    Noir in cui si capisce subito il ruolo del quarto e anche del quinto personaggio. Quant'era prestigiosa la mia “Feltrinelli” del tempo che fu.
    Betibù, della stessa autrice, a mio parere non è male, ma con la Pineiro chiuso.

    said on 

  • 3

    Non è un giallo, ma risulta divertente, anche se estremamente prevedibile. Ines è talmente ottusa da non capire ciò che veramente sta accadendo, presa dalle sue "sicurezze", vede solo ciò che vuole ve ...continue

    Non è un giallo, ma risulta divertente, anche se estremamente prevedibile. Ines è talmente ottusa da non capire ciò che veramente sta accadendo, presa dalle sue "sicurezze", vede solo ciò che vuole vedere. L'autrice è brava nel mantenere l'attenzione su una trama che sembra lampante fin dalle prime righe

    said on 

  • 3

    A VOLTE IL TRIANGOLO HA QUATTRO LATI!!

    Cosa fareste voi se scopriste che vostro marito ha l'amante? Cosa fareste se, una sera seguendolo, scopriste che vostro marito l'ha uccisa? Cosa fareste con una figlia adolescente che non comprendete ...continue

    Cosa fareste voi se scopriste che vostro marito ha l'amante? Cosa fareste se, una sera seguendolo, scopriste che vostro marito l'ha uccisa? Cosa fareste con una figlia adolescente che non comprendete e non vi comprende; 20 anni di matrimonio alle spalle e un amore immutato verso l'uomo che avete sposato, nonostante le sue colpe? Cosa fareste voi se scopriste che l'amante uccisa non è la sola e che vostro marito si sta completamente prendendo gioco di voi, del vostro amore e della vostra buona fede?Leggetelo e saprete cosa ha fatto Ines. Un noir ironico, frizzante, dal ritmo perfetto, con una sapiente costruzione a più voci narranti e personaggi intrappolati in una spietata solitudine. Personaggi complessi che percepisci dall'evoluzione della storia, perchè la scrittrice non dedica tempo nel delinearne i caratteri.

    Monicelli ne avrebbe fatto un bellissimo film!!

    said on 

Sorting by