Un ballo ancora

Di

Editore: Dalai

2.9
(183)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8866205745 | Isbn-13: 9788866205746 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Emanuelle Caillat , Isabella Ruggi

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Un ballo ancora?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Clara, Joséphine, Lucille e Agnès sono cresciute in un anonimo sobborgo parigino negli anni Settanta condividendo l’infanzia e l’adolescenza, poi ognuna ha seguito la propria strada. Ma non si sono mai perse di vista e si ritrovano spesso: per confidarsi, ricordare il passato e ridere insieme. Quattro donne alle prese con la solitudine, il sesso, la fedeltà e il tradimento, i figli, il lavoro. E soprattutto l’amore.
Cinica e dura in apparenza, in realtà fragile e insicura, Clara è legata a un uomo che non ama e vuole lasciare. Non riesce a dimenticare Rapha, il compagno della sua gioventù, diventato un artista geniale, con il quale ha avuto una relazione tempestosa e passionale.
Figlia di panettieri, Joséphine si è rifugiata fra le braccia di Ambroise, uno stimato chirurgo, conquistando un’elevata posizione sociale. Ma un’insoddisfacente vita amorosa la spinge, nonostante i tre figli, ad abbuffate di sesso con sconosciuti.
Lucille, la più raffinata e affascinante, frequenta il jet set con il marito ricchissimo ma vanesio, che preferisce le battute di caccia in Scozia a lei, inducendola così a tradirlo.
Casalinga, madre di due figli, Agnès sembra la più tranquilla: in verità è tormentata da inquietudini che hanno profonde radici nel passato.
Sarà una sconvolgente rivelazione a far esplodere il dramma. E l’amicizia che da anni le unisce rischierà di spezzarsi per sempre.
Ordina per
  • 1

    Romanzo senza capo né coda. Quattro amiche (ma saranno davvero amiche?) unite, a loro insaputa, da un comune denominatore. Tre sposate e tutte e tre adultere. Chi per noia, che per insicurezza, chi pe ...continua

    Romanzo senza capo né coda. Quattro amiche (ma saranno davvero amiche?) unite, a loro insaputa, da un comune denominatore. Tre sposate e tutte e tre adultere. Chi per noia, che per insicurezza, chi per cinismo. La quarta, in perenne attesa del principe azzurro che si rivela una patetica anima nera. La vicenda parte verbosa e noiosa con pesanti divagazioni nel passato, senza approdare assolutamente a nulla. Da evitare.

    ha scritto il 

  • 4

    Premetto che della Pancol ho praticamente letto tutto ciò che di lei è stato pubblicato, apprezzo il suo stile di scrittura e il suo modo di evolvere la trama. Rispetto alle famose trilogie, questo ro ...continua

    Premetto che della Pancol ho praticamente letto tutto ciò che di lei è stato pubblicato, apprezzo il suo stile di scrittura e il suo modo di evolvere la trama. Rispetto alle famose trilogie, questo romanzo sembra essere più acerbo, la storia si concentra in un breve periodo di tempo e coinvolge pochi personaggi. Certamente non è al livello della "trilogia di josephine" o di "muchachas" né per scrittura per narrazione. Ad ogni modo, ho amato il suo stile già caratteristico: il modo di immedesimarsi in ogni singolo personaggio come se fosse quel personaggio e la capacità di parlare di qualsiasi argomento, passando da una tematica all'altra nel corso della narrazione, analizzandolo da punti di vista diversi. Mi è piaciuta la protagonista della storia, una donna all'apparenza forte e determinata ma fragile interiormente. Il leit motiv della storia, la paura per la diffusione della AIDS, è un argomento caratteristico degli anni Novanta ma ancora attuale. Pur essendo una delle cause scatenanti delle vicissitudini del romanzo, se ne parla in un modo che non risulta pesante o noioso al lettore.

    A me questo romanzo di per sé è piaciuto, è stata una lettura scorrevole, coinvolgente e piacevole, seppur di un livello inferiore rispetto ad altre opere della stessa autrice.

    ha scritto il 

  • 4

    Parigi, anni Novanta, quattro amiche 36enni di fronte al rischio di aver contratto l'AIDS: Clara, che passa da un fidanzato all'altro, pensando all'amante-ex fidanzato storico Rapha, un artista che l' ...continua

    Parigi, anni Novanta, quattro amiche 36enni di fronte al rischio di aver contratto l'AIDS: Clara, che passa da un fidanzato all'altro, pensando all'amante-ex fidanzato storico Rapha, un artista che l'ha lasciata anni prima dopo aver scoperto che lo tradiva con suo padre, Lucille, ricchissima moglie di un esteta, anche lei amante di Rapha, Agnes, madre e moglie infelice che per una notte va a letto con Rapha e Josephine, sposa annoiata di un medico di provincia, che, tra i numerosi amanti annovera lo spacciatore che rifornisce di droga Rapha. Finale positivo per loro, ma un po' sconclusionato.

    ha scritto il 

  • 2

    No. Nonononono. Cos'è questa cosa? Perché ho letto questa specie di libro? E perché le protagoniste sono così idiote? Clara, sopratutto. Cos'è sto autolesionismo di voler stare con Rapha a tutti i cos ...continua

    No. Nonononono. Cos'è questa cosa? Perché ho letto questa specie di libro? E perché le protagoniste sono così idiote? Clara, sopratutto. Cos'è sto autolesionismo di voler stare con Rapha a tutti i costi? Ma dagli un bel calcio sulle gengive e via.
    Pancol, con me hai chiuso.

    ha scritto il 

  • 1

    Orrendo noiosissimo sconclusionato pasticcio. Vecchio libro della Pancol ripescato dal cassonetto sull'onda del successo della simpatica trilogia dei coccodrilli/tartarughe/scoiattoli.
    Atroce. ...continua

    Orrendo noiosissimo sconclusionato pasticcio. Vecchio libro della Pancol ripescato dal cassonetto sull'onda del successo della simpatica trilogia dei coccodrilli/tartarughe/scoiattoli.
    Atroce.

    ha scritto il 

  • 1

    veramente brutto questo libro che narra le storie di un gruppo di amici che per qualche strana ragione, continuano ad intraprendere complicate relazioni sentimentali e/o sessuali tra di loro (come in ...continua

    veramente brutto questo libro che narra le storie di un gruppo di amici che per qualche strana ragione, continuano ad intraprendere complicate relazioni sentimentali e/o sessuali tra di loro (come in beautiful) per poi tornare inevitabilmente alla banalità di matrimoni di comodo.Interessante come le istruzioni di un frullatore

    ha scritto il