Una donna segnata

Di

Editore: Guanda (Narratori della fenice)

3.6
(275)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 295 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8882464636 | Isbn-13: 9788882464639 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Carmen Giorgetti Cima

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Una donna segnata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A Maardam, la cittadina della Svezia dove vive il commissario Van Veeterenav viene uno strano omicidio: un tranquillo e stimato imprenditore viene ucciso sulla soglia di casa. L'esame del cadavere rivela che, oltre ai colpi mortali, l'assassino ha infierito sulla vittima sparandogli all'inguine. Il commissario Van Veeteren non fa in tempo ad avviare le indagini che un secondo omicidio viene compiuto con le stesse, identiche modalità. Inoltre, le prime investigazioni fanno emergere che entrambi, pochi giorni prima della morte, avevano ricevuto strane telefonate.
Ordina per
  • 3

    Piacevole, un po' prevedibile, ho provato simpatia per questo commissario che non conoscevo che con il suo eterno stuzzicadente (devo dire che è carino da leggere, ma non amerei avere un tipo seduto d ...continua

    Piacevole, un po' prevedibile, ho provato simpatia per questo commissario che non conoscevo che con il suo eterno stuzzicadente (devo dire che è carino da leggere, ma non amerei avere un tipo seduto davanti a me con quell'aggeggino...) appare un po' svampitello, ma gradevole. Trovo che il paragone con Maigret sia puramente commerciale.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    piacevole. Nonostante la prevedibilità e la lentezza tipica di questo scrittore, il libro è per me comunque piacevole tanto da arrivare comunque a terminarlo senza momenti di noia.

    spoiler.
    il noccio ...continua

    piacevole. Nonostante la prevedibilità e la lentezza tipica di questo scrittore, il libro è per me comunque piacevole tanto da arrivare comunque a terminarlo senza momenti di noia.

    spoiler.
    il nocciolo è spinoso.... da che parte stare?

    ha scritto il 

  • 4

    Divorato e il finale è tutt'altro che scontato, pensavo di aver capito come andava a finire e invece non avevo capito nulla. E' sicuramente l'episodio che ho preferito tra quelli che ho letto di quest ...continua

    Divorato e il finale è tutt'altro che scontato, pensavo di aver capito come andava a finire e invece non avevo capito nulla. E' sicuramente l'episodio che ho preferito tra quelli che ho letto di questa serie.

    ha scritto il 

  • 5

    vendetta?

    un thriller avvincente. una vendetta che arriva dopo 30 anni accompagnata da una colonna sonoras anni 60. una serie di esecuzioni precise e micidiali. da leggere senza soste.

    ha scritto il 

  • 3

    van veeteren come maigret? nooooooooo

    Questo secondo libro di Nesser mi è piaciuto di più del suo precedente (la rete a maglie larghe) ma non mi ha comunque entusiasmato.
    Il commissario Van Veeteren, il protagonista, non lo vedo protagoni ...continua

    Questo secondo libro di Nesser mi è piaciuto di più del suo precedente (la rete a maglie larghe) ma non mi ha comunque entusiasmato.
    Il commissario Van Veeteren, il protagonista, non lo vedo protagonista di niente, c'è un'intera squadra investigativa e Van Veetern rimane in ombra.
    Non ci vedo nessuna somiglianza con Maigret.
    Ho letto in qualche recensione che Nesser scrive bene, be' allora suppongo che a scrivere male sia il traduttore...

    ha scritto il 

  • 0

    Mi sa che e' l' unico di Nesser a cui ho dato tre stelle.
    L' ho trovato un tantio noioso e con pochi "colpi di schena", tutto lineare, tutto un po' prevedibile.
    Adesso pero' capisco da dove e' arrivat ...continua

    Mi sa che e' l' unico di Nesser a cui ho dato tre stelle.
    L' ho trovato un tantio noioso e con pochi "colpi di schena", tutto lineare, tutto un po' prevedibile.
    Adesso pero' capisco da dove e' arrivata Ulrike.

    ha scritto il 

  • 3

    Giallo nordico dal ritmo non incalzante, con una buona storia e buoni personaggi; mi ha lasciato un po' interdetto la scrittura, con uno snervante utilizzo di un fuori luogo"all right" piazzato ogni ...continua

    Giallo nordico dal ritmo non incalzante, con una buona storia e buoni personaggi; mi ha lasciato un po' interdetto la scrittura, con uno snervante utilizzo di un fuori luogo"all right" piazzato ogni tre per due....per questo una stellina in meno. All right ;-(

    ha scritto il 

  • 5

    Quando conosciamo l'assassino dall'inizio e vediamo i nostri eroi brancolare nel buio, vorremmo indirizzare l'indagine. Partecipiamo.
    H.N. conduce il gioco con suspense e humour.

    ha scritto il 

  • 0

    al centro la caccia, paziente, inevitabile, frustrante, necessaria, cupa e, alla fine, vana, come la vita.
    Ottimo svago. Nella galassia del giallo che si espande spesso insensatamente, come l'universo ...continua

    al centro la caccia, paziente, inevitabile, frustrante, necessaria, cupa e, alla fine, vana, come la vita.
    Ottimo svago. Nella galassia del giallo che si espande spesso insensatamente, come l'universo, Nesser è una sicurezza [audiolibro]

    ha scritto il 

Ordina per