Una vita da lettore

Di

Editore: Guanda (Biblioteca della Fenice)

3.4
(1325)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 280 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8882468917 | Isbn-13: 9788882468910 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Massimo Bocchiola

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Intrattenimento , Narrativa & Letteratura , Umorismo

Ti piace Una vita da lettore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Libri ricevuti, libri recensiti, libri comprati e mai letti, libri che prima o poi bisognerà leggere, libri letti davvero, finalmente: un labirinto di letture di tutti i generi, dai classici alle biografie degli sportivi, dalle raccolte di versi ai graphic novel, dai romanzi appena usciti a quelli imperdibili dell'800... Schiacciato dal mucchio delle letture a cui non si può rinunciare, Nick Hornby prova, con leggerezza e ironia, a trovare qualche criterio per orientarsi nel dedalo delle letture, racconta le sue preferenze e le sue antipatie e soprattutto restituisce una gioiosa voglia di leggere. Perché è vero che ogni tanto è meglio una partita di calcio... ma è anche vero che se il libro è bello, non c'è partita né concerto rock che tenga.
Ordina per
  • 3

    E' una raccolta di articoli...

    ...scritta da Nick Hornby per il mensile The Believer (Internazionale ne ha tradotti e pubblicati alcuni) in cui divaga sulle sue letture sparse e disordinate. Potete usarla come una piccola guida per ...continua

    ...scritta da Nick Hornby per il mensile The Believer (Internazionale ne ha tradotti e pubblicati alcuni) in cui divaga sulle sue letture sparse e disordinate. Potete usarla come una piccola guida per trovare altre cose da leggere ma soprattutto è un perfetto manuale per diventare un lettore privo di sensi di colpa: leggete quello che volete, come vi capita, solo se vi fa piacere e non sentitevi in colpa per il tipo di libri che preferite. Leggere può migliorarci la vita, renderci più consapevoli e aumentare le nostre capacità di introspezione... oppure no...

    ha scritto il 

  • 1

    Anch'io ho una vita da lettore, ma non per questo mi metto a scrivere di ogni libro che ho letto dando giudizi più o meno condivisibili. La lettura è soggettiva e non deve essere condizionata... Mi sp ...continua

    Anch'io ho una vita da lettore, ma non per questo mi metto a scrivere di ogni libro che ho letto dando giudizi più o meno condivisibili. La lettura è soggettiva e non deve essere condizionata... Mi spiace Hornby ma era meglio se ti facevi i fatti tuoi stavolta.

    ha scritto il 

  • 3

    Gigioneggiare con ironia e autoironia

    Gigioneggia parecchio, con le tuniche bianche dei presunti cerberi ambosessi che presiedono il Believer, con il pubblico fingendo di riutilizzare il pezzo del mese prima o addirittura dell'anno prima. ...continua

    Gigioneggia parecchio, con le tuniche bianche dei presunti cerberi ambosessi che presiedono il Believer, con il pubblico fingendo di riutilizzare il pezzo del mese prima o addirittura dell'anno prima.
    Poi da grande scrittore getta luce su alcuni aspetti di libri che ho già letto e l'idea di inserire brani di libri altrui è notevole.
    Anche stigmatizzare i circoli di amici scrittori che parlano dell'ultimo Roth mentre si soccorrono vicendevolmente consigliando, recensendo, promuovendo il libro drl sodale

    ha scritto il 

  • 2

    Solitamente quando leggo libri su recensioni o consigli di lettura termino il libro e mi ritrovo con una wishlist bella corposa. In questo caso ho estrapolato giusto un paio di libri e nin ne sono nem ...continua

    Solitamente quando leggo libri su recensioni o consigli di lettura termino il libro e mi ritrovo con una wishlist bella corposa. In questo caso ho estrapolato giusto un paio di libri e nin ne sono nemmeno così convinta. A parte che trovo di pessimo gusto sperticarsi in lodi per libri scritti da familiari, ho trovato le recensioni/riflessioni banali e a volte (troppo spesso) incomprensibili. L'esame di coscenza se lo dovrebbe fare l'editore: che senso ha leggere di libri che non sono stati pubblicati in Italia? Non si riesce nemmeno a ricavarne un'impressione generale visto che spesso vengono trattati per lo più superficialmente e talvolta con riferimenti sconosciuti ai più. Anche la famosa ironia che, mi dicono, ha reso tanto amato Hornby l'ho trovata pesante e difficile da cogliere. Un libro del quale non sentirò la mancanza.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro d'ispirazione per chi ama leggere, assolutamente vero, scorrevole e spesso divertente. Un elogio alla lettura e a quello che dovrebbe essere il piacere che ne scaturisce esercitandola.

    ha scritto il 

  • 3

    Da consultazione

    Ho preso questo libro in biblioteca, attratta dal titolo e dall'autore, di cui ho apprezzato qualche libro anni fa. L'ho considero "da consultazione" essendo una raccolta di recensioni e io ho bisogno ...continua

    Ho preso questo libro in biblioteca, attratta dal titolo e dall'autore, di cui ho apprezzato qualche libro anni fa. L'ho considero "da consultazione" essendo una raccolta di recensioni e io ho bisogno di andare a naso, ad intuito, in fatto di libri, così la mia storia con questo libro è stata questa: ho letto per ogni capitolo i libri citati in testa da Hornby (libri acquistati e libri letti) e poi sono andata a spulciarmi all'interno del capitolo quello che più mi attirava.
    Sono venuta a conoscenza di una chicca molto promettente intitolata "Vita attraverso le lettere" di Anton Cechov.
    Staremo a vedere.
    Libri che portano altri libri.

    ha scritto il 

  • 0

    Libro davvero carino e piacevole.

    Mi è piaciuto il modo in cui sono state raccolte le recensioni dei libri che Hornby ha fatto per un certo periodo per una rivista. Piacevoli anche i commenti e per me ...continua

    Libro davvero carino e piacevole.

    Mi è piaciuto il modo in cui sono state raccolte le recensioni dei libri che Hornby ha fatto per un certo periodo per una rivista. Piacevoli anche i commenti e per me è stato interessante trovare ogni tanto un estratto di qualche libro, è un modo per vedere se quel libro può interessare, vuoi per l'argomento vuoi per il tipo di scrittura.

    Mi è anche piaciuto l'approccio di Hornby alla lettura, se un libro non piace non si è obbligati a finirlo (approvo), se un libro lo si inizia e poi si vuole leggere altro lo si può tranquillamente accantonare e riprendere magari a distanza di mesi o anni (approvo anche questo). Mi piace anche il suo rapporto con i classici, anche lu, come me non ne aveva letti molti all'epoca e non li ritiene fondamentali, nel senso, leggerli o non leggerli non cambia la vita, non la migliora o peggiora (terza approvazione da parte mia).

    Mi ha fatto ridere quando, leggendo credo il secondo o terzo libro di una serie di Lehane, lui abbia sbottato dicendo che non era giusto che dovesse leggere anche i precedenti perchè in quel libro si menzionava qualcosa accaduto appunto nei volumi usciti prima di quello. Beh, con le serie accade proprio questo...è per questo che bisognerebbe seguirne l'ordine.

    Ovviamente mi sono segnata alcuni titoli, non tanti ad essere sincera, perchè molti di quelli che sono stati recensiti non so se sono stati tradotti, quindi prima di segnarli dovrei verificare questa cosa. Poco male, alla fine del libro sono riportati tutti i titoli dei libri recensiti in ordine alfabetico per autore, quindi ho l'elenco comodo nel caso volessi approfondire.

    Bravo Hornby.

    ha scritto il 

  • 4

    Quanto mi piace Nick Hornby! Questo libro non è un romanzo, ma una raccolta di tutte le recensioni pubblicate dall’autore stesso tra il settembre del 2003 e il giugno del 2006 sulla rivista The Belevi ...continua

    Quanto mi piace Nick Hornby! Questo libro non è un romanzo, ma una raccolta di tutte le recensioni pubblicate dall’autore stesso tra il settembre del 2003 e il giugno del 2006 sulla rivista The Belevier.
    Hornby oltre che uno scrittore è infatti un accanito lettore e ci racconta attraverso la sua rubrica le disavventure e frustrazioni tipiche della nostra categoria: la lista infinita di libri che vorremmo leggere, la mancanza di tempo da dedicare alle letture, l’impossibilità di recuperare tutti i cd. grandi classici, la smania di comprare un libro appena uscito per poi accantonarlo inspiegabilmente per mesi, oltre che la frustrazione generata dai libri noiosi. Proprio a quest’ultimo proposito scrive: Vi prego, se state leggendo un libro che vi sfinisce, lasciate perdere e leggete qualcos'altro, come quando mettete mano al telecomando se non vi piace un programma televisivo. La vostra incapacità di godervi un romanzo reputatissimo non significa che siate ottusi [...] ricaverete ben poco da un libro che vi fa piangere per la pena di leggerlo. Non ve lo ricorderete e non imparerete niente [...] se non leggete i classici non vi succederà niente di male; e soprattutto, se li leggete non vi succederà niente di straordinario".
    Hornby racconta insomma con molta spontaneità e naturalezza quella che è la sua “vita da lettore” come farebbe un amico, quindi spogliandosi dei formalismi e della spocchia di cui spesso si vestono i critici quando lodano o stroncano un libro. Sostanzialmente lui riesce a fare in maniere eccellente quello che io, nel mio piccolo, speravo di fare quando ho creato questa pagina.
    Lo stile alquanto informale e in alcuni passi decisamente divertente rende questo libro irresistibile per chiunque sia alla ricerca di nuovi spunti o consigli di letture. Io stessa, dopo la sua recensione, ho sentito il bisogno irrefrenabile di iniziare David Copperfield di Dickens, arrivando quasi a mollare il libro che stavo leggendo in quel momento. Sicuramente vale la pena non leggerlo tutto d’un fiato ma a poco a poco, magari un capitolo (o meglio, un mese) per volta, appuntando man mano i libri da aggiungere alla interminabile lista dei “to read”.
    Voto: 7,5/10
    Se vi va passate a dare un'occhiata alla mia pagina Facebook "La piccola biblioteca dei libri dimenticati": www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 0

    La mia reazione a questo libro è stata la stessa del tipo in copertina.
    Credevo di poter trarre spunto per eventuali letture future ma mi sono demoralizzata già dalle prime recensioni. Fatto sta che n ...continua

    La mia reazione a questo libro è stata la stessa del tipo in copertina.
    Credevo di poter trarre spunto per eventuali letture future ma mi sono demoralizzata già dalle prime recensioni. Fatto sta che non ho retto, ho mollato a metà perché non è riuscito a suscitare il mio interesse ed entusiasmo.

    ha scritto il 

  • 3

    Letto e dimenticato, forse perchè non è un romanzo ma una raccolta di libri letti e preferiti.
    Quasi più da consultare nel caso di nuove letture in previsione.
    Però Nick Hornby resta sempre un autore ...continua

    Letto e dimenticato, forse perchè non è un romanzo ma una raccolta di libri letti e preferiti.
    Quasi più da consultare nel caso di nuove letture in previsione.
    Però Nick Hornby resta sempre un autore che adoro.

    ha scritto il 

Ordina per