Viaggio al centro della terra

Di

Editore: Einaudi

4.0
(3980)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 163 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Catalano , Finlandese , Portoghese , Chi semplificata , Olandese

Isbn-10: 8806163442 | Isbn-13: 9788806163440 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Tascabile economico , eBook , Rilegato in pelle , Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Viaggi

Ti piace Viaggio al centro della terra?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un antico e misterioso documento scritto da uno scienziato e rinvenuto percaso; il sogno di giungere al centro della Terra; la lotta con un rivale privodi scrupoli; la spaventosa solitudine degli abissi; l'incontro con animalipreistorici; un oceano immenso che condurrà i protagonisti al centro dellaTerra e a una soluzione imprevedibile.
Ordina per
  • 4

    Saknussem la sa lunga

    Axel e suo zio il prof Lidenbrock riescono a decifrare una misteriosa frase trovata in caratteri runici di un vecchio libro di un certo Arne Saknussem, uno studioso islandese, che li porterà a scoprir ...continua

    Axel e suo zio il prof Lidenbrock riescono a decifrare una misteriosa frase trovata in caratteri runici di un vecchio libro di un certo Arne Saknussem, uno studioso islandese, che li porterà a scoprire addirittura l'entrata nel vulcano spento Sneffel in Islanda dove poter accedere a una strada che li potrebbe portare al centro della Terra. E cosa faranno se non partire per questa folle avventura?
    Verne mi delizia, dopo aver goduto de Ventimila leghe sotto i mari e di Il giro del mondo in 80 giorni, con una nuova incredibile avventura mozzafiato, stavolta appunto al centro della terra, dove non tutto è come la scienza del 1800 ipotizzava... Un'ottima lettura di inizio estate, che vi consiglio da portare in spiaggia o in montagna, ma non vi consiglio di entrare dentro un vulcano, non si sa mai dove si possa finire... :)

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi è piaciuto granché: un po' noiosetto, anche perché pensavo ci fosse qualche evento spettacolare... invece mi ha un po' delusa. Forse l'ho letto ad un'età troppo avanzata, anche se considerando ...continua

    Non mi è piaciuto granché: un po' noiosetto, anche perché pensavo ci fosse qualche evento spettacolare... invece mi ha un po' delusa. Forse l'ho letto ad un'età troppo avanzata, anche se considerando i miei gusti che avevo da ragazzina, penso che lo avrei apprezzato ancora meno. Inoltre, questa edizione è pietosa: pienissima di errori di stampa. Non so se la mia è una copia difettata (ecco perché pagata soltanto due euro ad un mercatino) oppure se sia proprio la casa editrice ad essere scadente. Ho avuto modo di scorrere un'edizione della BUR (88 17 12793 0) ed appare molto meglio fatta: è molto curata, arricchita da una breve biografia dell'autore e da illustrazioni sparse lungo la storia.

    ha scritto il 

  • 3

    Una piacevole avventura attraverso il centro della Terra, un viaggio che parte da un cratere fra i ghiacci d'Islanda fino ad arrivare all'isola di Stromboli.
    Nelle viscere della Terra incontriamo u ...continua

    Una piacevole avventura attraverso il centro della Terra, un viaggio che parte da un cratere fra i ghiacci d'Islanda fino ad arrivare all'isola di Stromboli.
    Nelle viscere della Terra incontriamo un vasto oceano, animali preistorici, pericoli e avventure.
    Un racconto scritto nel 1864, semplice, scorrevole e coinvolgente.
    Verne ha dimostrato di possedere una ricca fantasia immaginando un mondo sottoterra, sorprendente, incredibile e surreale.

    ha scritto il 

  • 4

    Veloce, divertente, appassionante

    È il primo libro di Verne che leggo. Cosa dire? La storia è interessante, avventurosa al punto giusto, nel senso che il mix di azione, informazioni scientifiche e descrizioni è ben dosato. Il ritmo è ...continua

    È il primo libro di Verne che leggo. Cosa dire? La storia è interessante, avventurosa al punto giusto, nel senso che il mix di azione, informazioni scientifiche e descrizioni è ben dosato. Il ritmo è incalzante, la narrazione rapida, i capitoli corti favoriscono la lettura e tengono acceso l'interesse. Promosso a pieni voti e... ora ovviamente leggerò altri titoli di Verne!

    ha scritto il 

  • 5

    A differenza di ventimila leghe sotto i mari, le notizie scientifiche, descritte in questo romanzo, non sono per nulla pesanti, anzi sono essenziali, per la storia. E' un romanzo da leggere, un'avvent ...continua

    A differenza di ventimila leghe sotto i mari, le notizie scientifiche, descritte in questo romanzo, non sono per nulla pesanti, anzi sono essenziali, per la storia. E' un romanzo da leggere, un'avventura straordinaria che ci porta al centro della terra, incontrando creature che ormai vivono solo nei musei e nella nostra immaginazione.

    ha scritto il 

  • 4

    Se c'è una cosa straordinaria del modo di raccontare proprio di Verne è quella di saper fondere insieme rigore scientifico e ironia, conoscenza e a tratti comicità. Chiunque vorrebbe avere un insegnan ...continua

    Se c'è una cosa straordinaria del modo di raccontare proprio di Verne è quella di saper fondere insieme rigore scientifico e ironia, conoscenza e a tratti comicità. Chiunque vorrebbe avere un insegnante del genere, che sappia far percepire la maestosità e la serietà dei grandi temi del mondo scientifico, tanto da volerne sapere di più, e allo stesso tempo ridere e sorridere della misera condizione dell'uomo destinato forse a indagare sempre senza mai giungere alla verità.
    Voglio assolutamente leggere tutto quello che ha scritto questo autore, sarebbe un vero peccato rinunciarvi!

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissima, emozionante avventura, letta con gioia (e non senza un piacere anche prettamente "letterario") ricordando lo splendido film del 1959, che fu pietra miliare della mia infanzia. :-)

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per