Zanna Bianca

qui comincia la lettura 2010

Di

Editore: Edizioni Corraini per Festivaletteratura

4.0
(3397)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 281 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Ceco , Rumeno

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , CD audio , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Animali , Sport, Attività all\'aperto & Avventura

Ti piace Zanna Bianca?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Festivaletteratura 2010
Ordina per
  • 5

    All'inizio sinceramente non mi stava prendendo subito, o meglio sentivo una certa differenza con Il richiamo della foresta che mi aveva catturata fin dall'inizio. Poi invece sono capitolata, completam ...continua

    All'inizio sinceramente non mi stava prendendo subito, o meglio sentivo una certa differenza con Il richiamo della foresta che mi aveva catturata fin dall'inizio. Poi invece sono capitolata, completamente, e ho iniziato ad avere un groppo in gola dopo l'altro.
    Quanto è bella la parte dove Zanna Bianca riceve per la prima volta una carezza..*lacrime*

    ha scritto il 

  • 5

    Versione pacificata di The Call of the Wild. Narrazione avvincente ed asciutta, a tratti intensamente drammatica : il mondo visto cogli occhi di un lupo. A tratti ingenua, la narrazione procede con pa ...continua

    Versione pacificata di The Call of the Wild. Narrazione avvincente ed asciutta, a tratti intensamente drammatica : il mondo visto cogli occhi di un lupo. A tratti ingenua, la narrazione procede con passo sicuro verso la creazione di una vera e propria dimensione mitica. White Fang è un eroe omerico.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro Jack London, è tra gli autori che preferisco. Riesce a descrivere un mondo (denso di significati) partendo dalle origini, dal bisogno primordiale, dall’istinto che ci rende uguali ma allo stesso ...continua

    Adoro Jack London, è tra gli autori che preferisco. Riesce a descrivere un mondo (denso di significati) partendo dalle origini, dal bisogno primordiale, dall’istinto che ci rende uguali ma allo stesso tempo unici. Il lupacchiotto grigio, l’unico sopravvissuto tra i fratelli, nato dall’incrocio tra una splendida lupa-cagna e un vecchio lupo guercio, è il protagonista di questo immancabile romanzo di formazione. E’ un cucciolo che nasce, cresce e affronta la crudeltà del Wild, e altre mille prove durissime prima di arrivare a trasformarsi in Zanna Bianca. E’ costretto a sopportare il dolore e la ferocia dell’uomo (il bastone e le catene), che lo spinge a un gioco di morte assurdo e incomprensibile. London critica, così, aspramente la società di oggi: nella bruttezza dell’uomo che organizza combattimenti clandestini fra gli animali, godendocene per il semplice gusto demoniaco per l’orrore e speculando, osservando morbosamente attraverso le sbarre. Uomini carnefici, voyeuristi. Uomini che deludono per le loro fragilità e che ti vendono per poco.
    Zanna Bianca è un simbolo per l’umanità, poiché come l’essere umano deve subito imparare a stare al mondo, a fiutare il pericolo, a difendersi dall’avversario e a lottare per sopravvivere, ricercando cibo e riparandosi dalla natura selvaggia. Una natura che però si dovrebbe preservare e non distruggere; una natura che in un certo senso comincerà a mancare nella vita adulta di Zanna Bianca, quando si ritroverà invece fra edifici grigi, tram (tanto temuti questi maledetti!), auto e clacson, nella città di San Francisco. Quando non potrà più inseguire carne viva per cacciarla. Quando, infine, avrà imparato tutto ciò che gli ha permesso di essere un lupo quasi cane.

    ha scritto il 

  • 4

    Che bella edizione! Immagini meravigliose accompagnano la storia, libro dal formato enorme con una copertina massiccia ed elegante. Mi ha dato proprio il piacere fisico della lettura. Penso che l'uni ...continua

    Che bella edizione! Immagini meravigliose accompagnano la storia, libro dal formato enorme con una copertina massiccia ed elegante. Mi ha dato proprio il piacere fisico della lettura. Penso che l'unica pecca sia data dalla traduzione e, penso, dalla riduzione del testo. Accurate per essere un libro per ragazzi, ma che temo abbiano peggiorato la prosa di London. Mi piacerebbe sapere se è London che ha sbagliato o è il traduttore: in un punto si riferisce ad un lupo di 3 anni col termine lupacchiotto, la parola esatta, secondo me, sarebbe stata giovane lupo... i lupacchiotti sono molto più giivani! Comunque bella e commovente storia.

    ha scritto il 

  • 0

    E' stata una bellissima lettura. Mi sono commossa a leggere questo libro. Libro che fa anche riflettere. In questo libro ho visto anche la cattiveria dell'uomo nei confronti degli animali. E' una stor ...continua

    E' stata una bellissima lettura. Mi sono commossa a leggere questo libro. Libro che fa anche riflettere. In questo libro ho visto anche la cattiveria dell'uomo nei confronti degli animali. E' una storia che mi ha conquistato il cuore. Una storia che mi ha commosso. Bellissima storia dove l'animale non viene umanizzato. Quante emozioni mi ha dato Zanna Bianca. Libro che consiglio di leggere e di rileggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi ha appassionato moltissimo

    Questo libro mi ha appassionato moltissimo perché la prima volta che l'ho visto mi ha dato l'impressione che fosse fantastico e adatto ad una ragazzina di prima media.
    Ludovica - prima media ...continua

    Questo libro mi ha appassionato moltissimo perché la prima volta che l'ho visto mi ha dato l'impressione che fosse fantastico e adatto ad una ragazzina di prima media.
    Ludovica - prima media

    ha scritto il 

  • 4

    Wow, quanto mi è piaciuto. La storia, più o meno nota, è quella di Zanna Bianca, unico sopravvissuto della cucciolata di Kiche. L'autore accompagna il cucciolo per tutta la sua vita, in un continuo os ...continua

    Wow, quanto mi è piaciuto. La storia, più o meno nota, è quella di Zanna Bianca, unico sopravvissuto della cucciolata di Kiche. L'autore accompagna il cucciolo per tutta la sua vita, in un continuo oscillare di emozioni, dalle gag esilaranti dell'infanzia e delle prime scoperte del lupacchiotto, all'amara separazione dalla madre, dalla scoperta dell'odio profondo e cieco a quella dell'amore vero, che indurrà il lupo lottatore a far uscire quel quarto di sangue di cane che è in lui.
    Una storia allegra e triste allo stesso tempo, che emoziona e fa commuovere.
    Bello, proprio bello, un capolavoro della letteratura per ragazzi che tutti i bambini dovrebbero leggere.
    Voto: 7,5/10
    Passate sulla mia pagina Facebook per scambiarci opinioni e consigli! :)
    https://www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 4

    La perdita del selvaggio

    La parte che mi ha fatto particolarmente impazzire è quella iniziale. La storia di quella che poi sarà la madre di Zanna Bianca. La sopravvivenza ad ogni costo durante l'inverno, il selvaggio. Già sol ...continua

    La parte che mi ha fatto particolarmente impazzire è quella iniziale. La storia di quella che poi sarà la madre di Zanna Bianca. La sopravvivenza ad ogni costo durante l'inverno, il selvaggio. Già solo questo primo capitolo è così ricco e profondo, ancestrale direi, che vale la lettura. Quando Zanna Bianca entra nell'accampamento degli uomini e lentamente si adatta, irrimediabilmente, resta però indelebile la sensazione di perdita del selvaggio anche in noi, un piccolo lutto. Che tutti proviamo senza esserne consapevoli, e London ce lo svela.

    ha scritto il 

  • 5

    È una storia che mi ha appassionato molto.
    Quello che mi è piaciuto è stato il fatto che non potevi mai immaginare il finale. E' una storia che subito dopo ti conduceva ad un'altra che cambiava total ...continua

    È una storia che mi ha appassionato molto.
    Quello che mi è piaciuto è stato il fatto che non potevi mai immaginare il finale. E' una storia che subito dopo ti conduceva ad un'altra che cambiava totalmente.
    Nel libro sinceramente i momenti che mi sono più piaciuti sono stati quelli in cui Zanna bianca prevaleva sugli altri cani senza permettergli di fargli un singolo graffio.
    Il finale è molto bello. Consiglio il libro a tutti gli appassionati di avventura
    e di animali.
    Simone

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per