Zwart huis

By ,

Uitgever: Luitingh Sijthoff

3.7
(1862)

Language: Nederlands | Number of Pages: 636 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Spanish , French , German , Italian , Portuguese , Greek , Chi traditional , Swedish , Finnish , Polish , Czech

Isbn-10: 9024539854 | Isbn-13: 9789024539857 | Publish date: 

Translator: Hugo Kuipers

Category: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Do you like Zwart huis ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
In een rustig stadje in de Verenigde Staten worden de bewoners opgeschrikt door eenkannibalistische seriemoordenaar die het gemunt heeft op heel jonge kinderen.
Sorting by
  • 3

    Un giallo rosso inferno, bello ma non leggetelo senza aver letto il Talismano o siate a conoscenza di cosa parla la serie della Torre nera

    Il racconto di un piano demoniaco, realizzato dal seria killer il Pescatore (rapitore e mangiatore di bambini) e del tentativo di un detective dai poteri che scavalcano i mondi, di salvare un bambino ...doorgaan

    Il racconto di un piano demoniaco, realizzato dal seria killer il Pescatore (rapitore e mangiatore di bambini) e del tentativo di un detective dai poteri che scavalcano i mondi, di salvare un bambino speciale.
    French Landing è un tranquillo paesino del Wisconsin, scosso violentemente dalle terrificanti opere di un serial killer che rapisce e mangia in parte le sue piccole vittime. La polizia locale brancola nel buio e chiede l'aiuto di un giovane detective in "pensione": Jack Sawyer detto Holliwood. (Per inciso è il protagonista del Talismano, romanzo cr andrebbe letto prima di questo)
    Quando viene rapito il piccolo Ty si scatenano una serie di eventi che porteranno Jack a tornare agli avvenimenti dell'avventura precedente e "flippare" fa un mondo all'altro, grazie anche all'aiuto della madre di Ty, Judy, di cui si innamora. Henry, lo zio del capo della polizia e grande amico di Jack, dalla personalità radiofonica multipla, capirà per primo qual è il vero volto dell'assassino, solo che non può vederlo. A dare filo da torcere alla polizia ci sarà Wendell Green, un giornalista d'assalto e pronto a tutto per avere un articolo interessante e la fama.
    Demoni, corvi parlanti, altri mondi, pedofili, cannibali, disperazione, follia, sono solo alcuni dei personaggi presenti nel romanzo, zeppo di particolari e descrizioni in pieno stile King.
    Avrei preferito che non si arrivasse nell'altro mondo per finire il racconto. Avrei preferito che il killer venisse trovato in questo mondo, che ci fossero meno cose di "fantasia". Partenza iper prolissa (prima delle 100 pagine non succede praticamente nulla), questa è stata la seconda, e definitiva, volta che ho provato a leggerlo.
    Molti riferimenti sono fatti al romanzo precedente, ed alcune cose sono di difficile comprensione senza quella lettura, per la parte sull'altro mondo, credo si rifacesse alla serie della Torre nera, che non ho letto, per cui altri elementi non erano del tutto chiari. Questi elementi fanno perdere molto al singolo racconto. Tutto sommato è un bel thriller/horror.

    gezegd op 

  • 2

    Boh.
    Davvero deludente. L'ho preso non sapendo che in realtà era collegato a una saga che non avevo mai letto, infatti non si capisce quasi niente.
    Le 2 stelle le ho messe solo perché sotto sotto c'è ...doorgaan

    Boh.
    Davvero deludente. L'ho preso non sapendo che in realtà era collegato a una saga che non avevo mai letto, infatti non si capisce quasi niente.
    Le 2 stelle le ho messe solo perché sotto sotto c'è lo Stephen che preferisco, speriamo non prenda più cantonate simili.

    gezegd op 

  • 1

    Zio Steve, che mi combini?!

    Credo sia uno fra i meno riusciti libri di King. Troppo prolisso, troppi riferimenti ad argomenti trattati in storie precedenti, che, se non si conoscono, confondono ancora di più (fortuna che avevo g ...doorgaan

    Credo sia uno fra i meno riusciti libri di King. Troppo prolisso, troppi riferimenti ad argomenti trattati in storie precedenti, che, se non si conoscono, confondono ancora di più (fortuna che avevo già letto la Torre Nera, per cui qualcosa in più ho capito). Manca dei soliti momenti di tensione e suspense che il vero King sa creare, sfocia troppo poco nell'horror e un po' troppo nel fantasy :avrebbe fatto meglio a fermarsi all'argomento casa nera- bambini rapiti- tizio psicopatico ( argomento visto e rivisto, ma ci saremmo risparmiati lunghi momenti di noia). Anche i personaggi lasciano a desiderare, direi che quelli meglio riusciti siano stati i motociclisti (beezer in primis) , Burns-Burns ed Henry. Per il resto,Steve,lascia perdere le collaborazioni T.T

    gezegd op 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    PRIMA LEGGETE IL TALISMANO....MA QUESTO è MEGLIO....

    Il titolo delle mia recensione è un consiglio spassionato per chi non li ha letti.....il libro ingrana dopo 150 pagine un pò "strane".ma poi è continuo crescendo.Storia collegata strettamente alla sag ...doorgaan

    Il titolo delle mia recensione è un consiglio spassionato per chi non li ha letti.....il libro ingrana dopo 150 pagine un pò "strane".ma poi è continuo crescendo.Storia collegata strettamente alla saga della Torre Nera ,personaggi preferiti Jack e Henry. I "pessimi" come al solito tratteggiati in maniera magistrale e in questa storia ce ne sono almeno quattro ma almeno vengono fatti fuori senza pietà (tre su quattro:mi accontento).
    Quello che mi ha colpito è che King,finalmente, ha scritto un "lieto fine", forse sarà stata l'influenza di Straub;-).Bel libro dove la cattiveria (cattiveria????perfidia, bestialità,inumanità,diciamo che il binomio "pedofilo e cannibile" seriale è quanto di peggio possa esistere) alla fine perde.GRANDE!!!
    Finisce a tarallucci e vino...e quando mai ho letto un libro di King con un finale simile???
    Grande Jack e grande Henry:-),mi è piaciuto e grandi i motociclisti.

    gezegd op 

  • 4

    bello, bello, bello, ma:

    -per il primo centinaio di pagine non decolla, nonostante non sia certo brutto!

    -io ADORO la Torre Nera, e quindi tutti i riferimenti che ci sono, e mi è anche piaciuto IL TALISMANO, ma stavolta, a di ...doorgaan

    -per il primo centinaio di pagine non decolla, nonostante non sia certo brutto!

    -io ADORO la Torre Nera, e quindi tutti i riferimenti che ci sono, e mi è anche piaciuto IL TALISMANO, ma stavolta, a differenza che altrove, ho la sensazione che se non li avessi letti non ci avrei capito niente, o avrei detto "King, ma checc... dici?"! quindi un difetto oggettivo del romanzo, anche se non un difetto per me!

    Detto ciò, sono contento che King abbia ancora tanto da offrirmi dopo tanti libri e tanti anni!

    gezegd op 

  • 4

    lo consiglio agli altri

    Il libro è molto bello, ma come detto in precedenza l'inizio è un pò lento. Se non si è già letto IL TALISMANO alcune cose non si capiscono, comunque anche se io ho letto prima La casa del buio e poi ...doorgaan

    Il libro è molto bello, ma come detto in precedenza l'inizio è un pò lento. Se non si è già letto IL TALISMANO alcune cose non si capiscono, comunque anche se io ho letto prima La casa del buio e poi il talismano, non mi sono trovato male... anzi lo consiglieri agli altri.

    gezegd op 

  • 4

    Inoltrarsi nel tenebroso buio..

    Se non fosse così lungo, si potrebbe definire un libro piacevole.
    Questo libro è frutto della collaborazione di due scrittori King e Straub; se è noto che king è il re del brivido, Straub invece scriv ...doorgaan

    Se non fosse così lungo, si potrebbe definire un libro piacevole.
    Questo libro è frutto della collaborazione di due scrittori King e Straub; se è noto che king è il re del brivido, Straub invece scrive libri fantasy.
    Da questo insolito connubio risulta un libro che porta le particolarità di entrambi gli scrittori: è un horror, certamente ma con tendenze di fantasiosi voli pindarici.
    C'è un'inquietante casa nera teatro di infanticidi da parte di un terribile serial killer, ci sono due personaggi (forse folletti o fantasmi, non si sa bene) che volano sui territori in cui si muovono a volte esitanti i personaggi, a volte crudi nella loro umana esitenzialità...e qui si sente forte l'influenza di Straub.
    Ma i bambini vengono rapiti, uccisi, divorati dal mostro che ne restituisce solo qualche parte del corpo...mentre un poliziotto in pensione...rimane per un po' di tempo a guardare...senza porre fine al massacro...
    Poi vi sono madri sensitive che riescono a percepire i pensieri malati del killer...
    Intanto i due curiosi folletti continuano ad osservare...l'osservazione, in alcuni casi acuta e ironica, riesce pure a far sorridere il lettore...
    Non male questo libro, se non fosse per la sua lunghezza che secondo me ne attenua la suspance e può alla fine anche stancare il lettore...
    Una conclusione più stringata, a mio parere, avrebbe alleggerito notevolmente la lettura di questo libro.
    Lo consiglio tuttavia, agli amanti del genere.
    Saluti.
    Ginseng666

    gezegd op 

Sorting by