the colour of magic

By

3.9
(2533)

Language: English | Number of Pages: | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Portuguese , German , Italian , Czech , Dutch , Polish , Finnish , Slovenian , French

Isbn-10: A000133401 | Publish date: 

Also available as: Paperback , School & Library Binding , Audio Cassette , Hardcover , Audio CD , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like the colour of magic ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    www.scaffalivirtuali.altervista.org

    Fantasy alternativo, sopra le righe, che punta sul dinamismo, sulle vicende e sull'umorismo, a scapito di una trama forse poco corposa. Questo è il primo capitolo della saga del Mondo Disco, un mondo ...continue

    Fantasy alternativo, sopra le righe, che punta sul dinamismo, sulle vicende e sull'umorismo, a scapito di una trama forse poco corposa. Questo è il primo capitolo della saga del Mondo Disco, un mondo piatto ai cui bordi vi è una cascata, un mondo utilizzato dagli déi come tavolo da gioco. Su questo mondo, sorretto da 4 elefanti che stanno sulla corazza di una enorme tartaruga, troviamo i nostri bizzarri protagonisti. Il primo è Scuotivento, mago fallito che è stato espulso dall'università invisibile, il secondo è Duefiori, turista curiosissimo di cui Scuotivento è guida e protettore, suo malgrado, e infine il Bagaglio, ovvero un baule magico che segue ovunque il suo padrone ed è piuttosto aggressivo. Fra montagne capovolte, creature bizzarre, draghi e troll, la storia si sviluppa come un viaggio in cui non c'è mai un momento di pace per i protagonisti: Scuotivento come mago è un fiasco e Duefiori ha una incredibile capacità di ficcarsi nei pasticci. Il libro è abbastanza breve e ha poche pretese, si presenta come una parodia fantasy, nel senso che è un vero e proprio fantasy, ma al tempo stesso dissacra il genere. Non è infatti il solito fantasy epico, cavalleresco e tradizionale, anzi, qui è tutto un mix di furfanti e maghi, o di maghi furfanti. La narrazione è un po' caotica, il lettore resta spesso ancora sintonizzato sulla scena precedente quando si è già alla successiva, e ciò fa perdere qualcosa. Però resta comunque una buona lettura che merita di essere preseguita nel secondo libro della saga.

    said on 

  • 1

    Lo he intentado, me apetecía mucho, pero la verdad...... la manera que tiene de describir que ha ido de un punto a otro.... se me hace larga y me da la sensación de que divaga mucho... en otro momento ...continue

    Lo he intentado, me apetecía mucho, pero la verdad...... la manera que tiene de describir que ha ido de un punto a otro.... se me hace larga y me da la sensación de que divaga mucho... en otro momento lo volveré a probar....

    said on 

  • 3

    Scuotivento 1

    Non il miglior libro di Pratchett che abbia letto: le situazioni sono a tratti confuse, vengono lascati decine di fili pendenti senza che poi alla vicenda del protagonista venga data una conclusione s ...continue

    Non il miglior libro di Pratchett che abbia letto: le situazioni sono a tratti confuse, vengono lascati decine di fili pendenti senza che poi alla vicenda del protagonista venga data una conclusione soddisfacente.
    È comunque molto divertente e alcune invenzioni meritano da sole la lettura.

    said on 

  • 3

    El Inicio de la Historia

    La primera novela de la saga Mundodisco me ha dejado sensaciones contrapuestas, quizás no la he leído en el momento adecuado o es que ya estoy mayor para estas cosas, pero no acabo de cogerle el truco ...continue

    La primera novela de la saga Mundodisco me ha dejado sensaciones contrapuestas, quizás no la he leído en el momento adecuado o es que ya estoy mayor para estas cosas, pero no acabo de cogerle el truco a tantas absurdeces.

    Los fans de la saga ya avisan de que éste no es el mejor libro, puede que sea eso, descripciones apresuradas, cambios de escenario y fases en las que no sabes si tomarte en serio la novela o es todo una tomadura de pelo.
    Sin embargo hay que reconocer que la imaginación y la inventiva de Pratchett es increíble y que conste que a mí el humor absurdo británico siempre me ha gustado, pero es que aquí no acaba de hacerme reir.

    Lo bueno es que los personajes prometen, sobre todo La Muerte, menudo hallazgo, lo mejor del libro sin duda, ha sido el personaje que más me ha hecho sonreír, y eso sí que es humor inglés...
    Le daré más oportunidades a la saga sin duda, pero más adelante, cuando mi estado anímico este más predispuesto a las historias absurdas.

    said on 

  • 4

    Il finale molto aperto lascia la grande curiosità di leggere al più presto il secondo libro della serie. La trama di per sè è difficile da raccontare, perché non c'è un vero e propro filo conduttore: ...continue

    Il finale molto aperto lascia la grande curiosità di leggere al più presto il secondo libro della serie. La trama di per sè è difficile da raccontare, perché non c'è un vero e propro filo conduttore: sono le vicissituidini del mago Rincewind e del turista, di come viagiano da Ankh-Morpork fino al bordo del mondo.

    said on 

  • 4

    Continua la folle e bizzarra avventura di Scuotivento e Duefiori.
    Questa saga è totalmente geniale, con picchi di umorismo che lasciano spazio anche alla demenzialità, coraggio e spunti di riflessione ...continue

    Continua la folle e bizzarra avventura di Scuotivento e Duefiori.
    Questa saga è totalmente geniale, con picchi di umorismo che lasciano spazio anche alla demenzialità, coraggio e spunti di riflessione che non ci si aspetta.

    Davvero gente: leggete Terry Pratchett!

    said on 

  • 5

    Este libro un "must read" donde te introducen en Mundodisco, en sus personajes y en su increíble mitología. La imaginación de Terry es desbordante y es un maestro de lo absurdo. No es que me riera a c ...continue

    Este libro un "must read" donde te introducen en Mundodisco, en sus personajes y en su increíble mitología. La imaginación de Terry es desbordante y es un maestro de lo absurdo. No es que me riera a carcajadas (que también), pero las situaciones a veces son tan absurdas que es imposible no esbozar siquiera una sonrisa. Como decía una crítica del libro: Recomendado para todo aquel que se tome la vida demasiado en serio.

    Para más datos, la reseña completa aquí ;)
    http://meitnerio.blogspot.fr/2015/01/el-color-de-la-magia-terry-pratcett.html

    said on 

  • 3

    Più che una recensione, alcuni spunti.
    Avevo già letto questo libro in lingua originale, e ho dovuto ammettere che non ci avevo capito niente. Riletto in italiano è andata meglio, anche se la traduzio ...continue

    Più che una recensione, alcuni spunti.
    Avevo già letto questo libro in lingua originale, e ho dovuto ammettere che non ci avevo capito niente. Riletto in italiano è andata meglio, anche se la traduzione non è delle migliori. Tante volte sono dovuta tornare indietro a rileggere che non avevo proprio capito il flusso della frase.
    Pratchett è sempre Pratchett e ha degli spunti alle volte geniali: la sua capacità di ridicolizzare il fantasy standoci dentro e giocando con le sue regole è spettacolare.
    però ho trovato la storia fin troppo confusa, un po' saltibeccante, anche se credo sia un termine che mi sono inventata.
    Finirò la saga senz'altro, ma, per ora, il ciclo delle guardie è un gradino sopra.

    said on 

Sorting by