Ultimi versi
by Cvetaeva Marina
(*)(*)(*)(*)(*)(2)
Negli anni dell'emigrazione parigina, la produzione poetica di Marina Cvetaeva si assottiglia progressivamente. Le incombenze giornaliere, la miseria, i trasferimenti, l'isolamento, le tensioni familiari, l'impossibilità di pubblicare: tutto questo la spinge a dedicarsi alle traduzioni, unica possibile fonte di sostentamento. La situazione precipita con il rientro in patria nel giugno 1939 fino al suicidio nel 1941. Il volume raccoglie, a ottant'anni dalla morte, le poesie dei mesi conclusivi dell'emigrazione francese e quelli dei due anni trascorsi in Unione Sovietica, con testo russo a fronte. I versi emergono come iceberg dal grigiore della quotidianità, risvegliati da eventi storici o da ultimi amori, cui si accompagna il senso di una fine imminente. Un apparato di note ricostruisce attraverso le voci dei contemporanei e di Cvetaeva stessa le vicende che fanno da sfondo al tragico epilogo della produzione della poetessa.

Anobians having it in their library5

Followers Books Reviews
Totoro
Totoro

Italy

101 5,642 64
Gian Mattia Bonci
Gian Mattia Bonci

Bologna, Italy

22 916 1
Glò
Glò

Italy

37 735 83
downisthenewup - Pedro Lemebel
downisthenewup - Pedro Lemebel

Trieste, Italy

109 1,548 358
Alessandro
Alessandro

Italy

187 8,169 49