La casetta ad Allington
by Anthony Trollope
(*)(*)(*)(*)(*)(91)
Senza la sferza sociale del grande Dickens e senza gli angolini di moralistica ironia di William Thackeray, Anthony Trollope è il terzo rappresentante letterario dell'età vittoriana. Anzi, a seguire il decano degli anglisti Mario Praz "il più tipico rappresentante del romanzo vittoriano", proprio perché ritrae dal vero, in modo meno vistoso, ma più sottile e aderente, la realtà sociale dell'epoca sua: "ed è sorprendente quanto poco ingiallite siano le sue fotografie". Così i suoi romanzi, molti e pieni di pagine, non hanno mai un lieto fine, ma neppure una fine tragica; non figurano in essi eroi ed eroine, nessuno è troppo cattivo o troppo buono, troppo onesto o troppo capace di intrighi; niente è mai definitivo; il plot dominante di ogni romanzo rischia di cedere al fluire di un numero enorme di sottostorie e sottoplot, personaggi di passaggio si accampano in una vicenda che trascina a lungo il lettore seducendolo quasi contro la volontà dell'autore, come la vita vera; e tutto si muove in un ambiente abbastanza quieto da favorire soprattutto la mediocrità. Ed è per questo amore antiromanzesco della mediocrità che, se i romantici contemporanei non l'apprezzarono, la critica in seguito ha rivalutato la presenza e l'importanza di Trollope, la vivacissima e inconsapevole modernità. Questo romanzo è il quinto dei sei romanzi della serie delle Cronache del Barset, l'immaginaria contea dove si svolge uno dei cicli dello scrittore, ed è quello dedicato alle frustrazioni amorose.

Anobians having it in their library240

Followers Books Reviews
zucchi57
zucchi57

Italy

0 71 0
Roby66
Roby66

Roma, Italy

77 612 610
Annamaria
Annamaria

Parma, Italy

31 1,000 12
simodx3
simodx3

Italy

5 469 0
Itaca
Itaca

Roma, Italy

69 1,662 934
Titta
Titta

Italy

25 1,005 103
Cerendira
Cerendira

Italy

41 606 196
Saby
Saby

Brescia, Italy

99 875 180
Auta49
Auta49

Villafranca di Verona, Italy

53 615 378
Paige91
Paige91

Italy

97 944 384