Il demone della paura
by Zygmunt Bauman
(*)(*)(*)(*)( )(41)
La paura è il demone più sinistro tra quelli che si annidano nelle società aperte del nostro tempo. La presenza di timori esistenziali non è una novità, ma quella che ci è entrata dentro, snaturando le abitudini quotidiane, è una paura nuova. A covarla e alimentarla provvedono l'insicurezza del presente e l'incertezza del futuro. A loro volta, queste condizioni nascono da un inedito senso di impotenza: sembra che non controlliamo più nulla, né soli né collettivamente. E la politica? Finora ha preferito investire sul capitale della paura: per un verso, smantellando le risorse pubbliche e organizzative capaci di alleviare l'instabilità della vita liquida; per l'altro, provocando un atteggiamento difensivo nei confronti di fenomeni, come l'immigrazione, quasi sempre privi di legame con la fonte autentica dell'ansia. La politica ha scelto così di fare a meno degli strumenti necessari per fronteggiare da pari a pari le grandi potenze del mondo contemporaneo: l'economia, la tecnica, la scienza. Tali forze, dunque, sono totalmente libere di fissare la gamma delle scelte e di determinare la nostra condizione comune. Finché non verranno ricostruite strategie di protezione all'altezza dei tempi, il demone della paura non sarà esorcizzato.

Anobians reading it right now

1
Followers Books Reviews
GIOGIO
GIOGIO

Asiago, Italy

8 206 3