6 cose Impossibili
by A. G. Howard
(*)(*)(*)(*)( )(27)
Alyssa Gardner è finalmente entrata nella tana del coniglio e ha il controllo del suo destino, dopo aver affrontato innumerevoli sfide e avventure straordinarie. Tre racconti narrano diversi momenti trascorsi dalla famiglia di Alyssa nel paese delle meraviglie. In 6 cose impossibili, Alyssa ricorda il periodo della sua vita dopo Il segreto della Regina Rossa, e il ruolo che la magia ha avuto nel difendere la felicità dei suoi cari. La madre di Alyssa, in Il ragazzo nella ragnatela, rielabora invece quegli eventi che hanno portato alla salvezza dell’uomo che sarebbe diventato suo marito. E infine Morpheus dà spazio ai ricordi di Jeb legati ai fatti narrati ne Il mio splendido migliore amico.

All Reviews

4
Vanessa MeleVanessa Mele wrote a review
00
(*)(*)(*)(*)( )
Spoiler Alert
Solitamente non acquisto libri spin off, infatti l’ho acquistato senza saperlo, ma per questa volta sono stata contenta di averlo fatto.
Questo libro è composto da tre mini libri al suo interno: il primo è raccontato dal punto di vista della madre, dove narra come ha conosciuto Morpheus e il padre di Alyssa; il secondo è un racconto dei ricordi perduti di Jeb che Morpheus va a vedere nel treno dei ricordi; il terzo e l’ultimo parla di come Alyssa deve lasciare il mondo mortale per raggiungere il Paese delle Meraviglie e della sua gravidanza del figlio con Morpheus.
Con questo ultimo libro la scrittrice ha voluto svelarci qualcosa in più del suo mondo magico, cercando di riempire dei buchi e rispondendo a delle domande che erano sorte con la conclusione della trilogia. Sicuramente è un libro che consiglio perché essendo storielle, in quanto tutto il libro è raccontato per vari ricordi, scorre ancora più velocemente degli altri, serve a dare un senso di completezza alla storia e ci fa rimandare il momento in cui dovremo salutare i personaggi di questa magnifica storia.

ATTENZIONE SPOILER!!!
Nel terzo racconto, che dà il nome al libro, Alyssa inscena la sua morte con i suoi familiari e nelle disposizioni della sua morte aveva scritto di voler essere cremata, in modo da poter fuggire con l’aiuto del Biancorniglio prima di venire bruciata; nell’attesa dell’arrivo del suo consigliere, Alyssa ricorda prima come hanno raccontato a Jenara dell’esistenza del Paese delle Meraviglie, il suo matrimonio con Jeb e di come Morpheus abbia fatto in modo di fargli sposare la “regina delle fate” e infine della morte di Jeb, dove finalmente ha svelato che hanno avuto tre figli, due maschi (il grande e il piccolo) e una femmina, che hanno dato loro la gioia di diventare nonni. Una volta salvata dalla fornace, il racconto si sposta nel Paese delle Meraviglie, dove si sposa con Morpheus; successivamente, la narrazione riprende nove mesi dopo, dove Alyssa è in preda alle doglie e con un bimbetto magico che non ha nessuna intenzione di voler venire al mondo, e che già sa usare le piccole alette nel grembo materno. Alla fine Morpheus capisce che l’unico modo per convincere il piccolo Netherling a raggiungerli è infondergli la curiosità nel conoscere il loro mondo, e qui vengono raccontati altri tre ricordi di Alyssa nel Paese delle Meraviglie, raggiungendo così il loro scopo. In più svela che quando il piccolo avrà cinque anni i due sovrani gli regaleranno una sorellina. Insomma, una conclusione più che degna per una storia fantastica.
Che dire, veramente molto contenta di aver ricevuto in regalo questa trilogia e aver scoperto il Paese delle Meraviglie e tutti i suoi abitanti.