A occhi bassi

Voto medio di 196
| 13 contributi totali di cui 13 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il libro è dedicato alla pastorella di M'Zouda. E della pastorella ricostruisce passo passo tutta la storia: la tenera infanzia tra i berberi, il lavoroumile dei campi, il governo degli animali e della terra, via via fino al suoarrivo in Franc ...Continua
Boris
Wrote 4/7/20
Terzo romanzo di Tahar Ben Jelloun che leggo in poco tempo, il migliore dei tre. Nonostante lo spunto sia meno intrigante di quello che ha dato origine a Creatura di sabbia, qui si scende maggiormente nella concretezza storica dell'emigrazione dalla...Continua
Molti cambi di ritmo e di mood, con un fil rouge che è la malinconia, lo straniamento di chiunque emigri sentendosi poi straniero dovunque vada. Bella ed efficace la simbologia del tesoro nascosto, la cui mappa sarebbe stata rivelata dalle lettura de...Continua
Laura
Wrote 2/28/14

Si parla del distacco e della lontananza dell'immigrazione.
Dello sradicamento da una cultura profonda arcaica e del reinnesto in un'altra, moderna e superficiale, che omologa o annienta ogni diversità.

"Pensavo che tu eri tra due culture, tra due mondi, in realtà tu sei in un terzo luogo che non è né la tua terra natale né il tuo paese di adozione".

Frank
Wrote 8/25/11
Le mie aspettive quando ho preso in considerazione la lettura di questo libro erano quelle di riuscire a farmi un’idea della letteratura africana e di quali fossero i soggetti utilizzati dagli scrittori di quella parte del mondo per fare conoscere la...Continua

- TIPS -
No element found
Add the first quote!

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add