È un mattino di pioggia gelida, che cade di traverso e taglia la faccia, quello in cui Fortuna torna a casa. Sono passati dieci anni dall'ultima volta, ma Roccachiara è rimasto uguale a un tempo: un paesino abbarbicato alle montagne e a precipizio su ...Continua
Francesca666
Ha scritto il 06/03/19
L'ho trovato un pò cupo anche se credo fosse questo l'obietttivo del romanzo. Non apprezzo molto l'idea del sopranaturale su cui è stato impostato l'intero romanzo, che però è stata la causa essenziale della emarginazione vissuta dalle tre protagonis...Continua
Cristina Grassi
Ha scritto il 17/11/18

credenze di paese, superstizioni e povertà. Il filo conduttore attraverso la storia di tre generazioni.Tutto al femminile. Volevo abbandonarlo ma alla fine non mi sono pentita di averlo finito. Però niente di chè.

Angigames (anche...
Ha scritto il 30/05/18
Genio!
Valentina D’Urbano = GENIO Con una semplicità disarmante, grazie alla presenza di tre generazioni di donne, alla vicinanza del lago e ad una misteriosa scomparsa, l'autrice è riuscita, come sempre ad incantarmi, ad affascinarmi, a rendermi assolutame...Continua
SWEYLA
Ha scritto il 28/01/18
Inizierò con una recensione un po’ soft che non contengaparticolari importanti in modo da non rovinare la lettura a chi ha intenzione di leggerlo in futuro. Tutto inizia con il ritorno in paese, dopo dieci anni, della protagonista e narratrice della...Continua
Lell@
Ha scritto il 28/04/17
Dalla prima pagina ti accorgi che si tratta di un libro particolare.... Storia al femminile di emarginazione, di solitudine, di forza, di fragilità e nonostante tutto di amore. Non è facile catalogare bene il libro, ma a me ha regalato grandi emozion...Continua

Tabitta80
Ha scritto il Mar 16, 2018, 17:40
...e le persone che ti vogliono bene non le scegli tu.
Pag. 215
Tabitta80
Ha scritto il Mar 16, 2018, 17:38
Il cielo è azzurro e freddo dovunque, pensai, in qualunque parte del mondo. Dovunque stai è uguale, quello che hai te lo porti dentro. Non c'è bisogno di nient'altro che del tuo corpo, è la casa di tutti i tuoi strappi, delle tue cicatrici.
Pag. 328
lollobrigida
Ha scritto il Sep 29, 2017, 08:53
...la certezza che le cose si rovesciano, che non si ha mai tutto sotto controllo, che tutto quello che hai sempre ritenuto innocuo e privo di importanza all'improvviso ti dilania.
lollobrigida
Ha scritto il Sep 29, 2017, 08:42
Le persone sbandierano il loro amore a chiunque, te lo sbattono in faccia con arroganza. Amare qualcuno e avere qualcuno che ti ama è qualcosa che ti rende migliore, una garanzia agli occhi degli altri. Penso che è amore rappreso. E' bigiotteria, non...Continua
lollobrigida
Ha scritto il Sep 29, 2017, 08:32
I suoi occhi neri si fermarono nei miei, ci sprofondarono dentro. I suoi occhi, come ami pescarono una verità che già conosceva. Qualcosa che sapevo anch'io. Quella faccia sciolta, quegli occhi increduli di cane ferito. Mi odiava, Onda

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

pingu
Ha scritto il Jun 04, 2019, 21:21
libro molto particolare, scritto benissimo. Storia al femminile forse un po troppo cupa e con un finale eccessivo. consigliato.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi