Ama il prossimo tuo

Tre uomini in fuga nell'Europa minacciata dal nazismo

Voto medio di 114
| 21 contributi totali di cui 10 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ludwig Kern, il protagonista di "Ama il prossimo tuo", è un giovane tedesco di padre ebreo. Cacciato senza passaporto dalla Germania nazista, dopo la dispersione della sua famiglia, è costretto a vagare di paese in paese, di nazione in nazione, alla ...Continua
zombie49
Wrote 3/5/19
Tragedia attualissima dei senza patria
E’ il 1935 e Ludwig Kern, un giovane tedesco di padre ebreo, è costretto ad abbandonare il suo paese, privato del passaporto e della nazionalità, denunciato x invidia da un delatore. Senza documenti e permesso di soggiorno, cerca rifugio in Austria e...Continua
Flores
Wrote 8/17/17
Così si fece l'Europa
Nel 1941, quando l’editore dissidente tedesco Bermann-Fischer pubblica “Ama il prossimo tuo” (in Italia arriverà nel 1947, grazie a Mondadori), Erich Maria Remarque è già un perseguitato dal regime nazista, rifugiato prima in Svizzera, poi negli Stat...Continua
"... e la certezza che niente rimane"
Non è un libro "buonista", ma un buon libro. Oggi come mai c'è bisogno di umanità, quella che emerge dal fango, dalla sofferenza vera, dall'incertezza, dalla precarietà. Oggi, si, in questo finto paradiso, finto benessere, finta libertà, oggi che div...Continua
Ajmarchi
Wrote 2/2/14
Grande

Grande Remarque, grande epopea, senso di precarietà, paura, instabilità... Unica pecca qualche pagina un po' troppo didascalica. Perdonabilissima in un libro di tale qualità.

arcobaleno
Wrote 12/27/11
“Le frontiere sono la nostra patria.”
Il coinvolgimento è stato, a dir la verità, inferiore a quello di “Niente di nuovo sul fronte occidentale”: all’inizio qualche passaggio mi è sembrato un po’ forzato, la trama disorientante tra un protagonista e l’altro…. Eppure vi ho sempre trovato...Continua

arcobaleno
Wrote Dec 27, 2011, 15:33
Il cielo era divenuto chiaro; si specchiava nell'aria. Il contadino camminava piano, lungo i campi dai limiti precisi, col passo tranquillo degli uomini che vivono in contatto con la natura. Oltre a lui, non si vedeva nessuno. Se ne andava solo, attr...Continua
Pag. 228
arcobaleno
Wrote Dec 27, 2011, 15:27
«Voi siete giovani. Non fermatevi nei caffè, non lamentatevi, e non vi sentirete mai stanchi. Se talvolta capite che le cose vanno male, recatevi in quell'immensa sala d'aspetto di Parigi che è il Louvre. D'inverno è ben riscaldata. È meglio esser tr...Continua
Pag. 314
arcobaleno
Wrote Dec 27, 2011, 14:59
«Bisogna vivere come se non si potesse mai più ritornare dove si era una volta.» [...] «Non pensare al passato; prendi il presente.»
Pag. 135
arcobaleno
Wrote Dec 27, 2011, 14:56
«Hanno visto morire la madre e due fratelli. [...] Ciò che accade troppo spesso non colpisce più tanto.» «O colpisce troppo!» [...] «Quando si è molto giovani no. Lo stesso quando si è molto vecchi. Il periodo di mezzo è quello più tremendo.»[...] «...Continua
Pag. 129
arcobaleno
Wrote Dec 27, 2011, 14:47
«Dopo, poi, si deve andare ancora così, senza una meta fissa. E così si va avanti. Bisogna soltanto aspettare. [...] Quando si crede di essere arrivati, ci si accorge che non c'è niente. E allora si ricomincia ad aspettare di nuovo.» [...] «Quando si...Continua
Pag. 126

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add