Argento vivo

Ciclo barocco - Volume 1

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 190
| 30 contributi totali di cui 27 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Argento vivo è il primo tassello di un vasto progetto narrativo, il Ciclo Barocco, che Stephenson intende dedicare alle conquiste scientifiche del XVII secolo. Ma il nuovo romanzo si collega anche idealmente a Cryptonomicon, del quale costituisce una ...Continua
Kluge
Wrote 12/28/15

Finito un po' a fatica, nel finale stenta rallenta molto e la parte epistolare mi ha annoiato alquanto, mi prendo una bella pausa prima di passare al prossimo del ciclo.

Rowena
Wrote 11/14/14
Questo è uno dei romanzi più difficili che mi sia mai capitato di leggere per i suoi contenuti: non ho mai incontrato un tentativo così riuscito di riprodurre lo stile ma soprattutto il pensiero corrente di un periodo storico così lontano da noi come...Continua
Skimble
Wrote 6/10/14
Alle origini di Cryptonomicon
E' sempre un formidabile e magnifico tour de force la lettura di un romanzo di Neal Stephenson. Anche se ci sono volute settimane per leggerlo, e si è dovuto superare qualche momento di stanca di fronte alla gigantesca mole di riferimenti ultra-erudi...Continua
La prima parte è bellissima, con tutta la Royal society impegnata in esperimenti. I vari salti temporali non infastidiscono, anche se non agevolano :) La seconda invece è troppo improbabile e i salti temporali sono troppo semplificati. Insomma, da le...Continua
Il libro è bello davvero. Una ricostruzione storica di assoluta levatura, in cui i personaggi inventati da Stephenson si trovano a interagire con le grandi personalità realmente vissute tra '600 e '700. Il problema? L'ho trovato un volume di una pesa...Continua

DrRestless
Wrote Jul 16, 2010, 19:40
Insistere sulla ragionevolezza di ogni cosa, in un mondo che non era ragionevole, era di per sé cosa quanto mai irragionevole.
Pag. 773
DrRestless
Wrote Jul 16, 2010, 19:39
Quelli che tra noi sono predestinati ad ardere all'Inferno devono cercare di divertirsi almeno un po' finché sono in vita.
Pag. 610
DrRestless
Wrote Jun 13, 2010, 19:23
Piangere ad alta voce è da bambini, in quanto implica la convinzione, in chi piange, che vi sia qualcuno nei dintorni pronto ad accorrere al minimo vagito, per risolvere ogni problema. Piangere in silenzio, invece, come fa Daniel in questa occasione,...Continua
Pag. 192

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add