Avviso ai naviganti

Voto medio di 375
| 60 contributi totali di cui 54 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Quoyle vive a Brooklyn, sbarca il lunario facendo il giornalista, ha una moglie e due figlie. Una vita come tante, tra piccole gioie e grandi frustrazioni: finché, un giorno, viene licenziato dal quotidiano per cui lavora e riceve una telefonata dall ...Continua
Laura G.
Ha scritto il 11/09/19
SPOILER ALERT
Storia di un eroe non convenzionale, Quoyle, goffo, grosso e convinto di essere una nullità (al punto che nessuno lo chiama mai per nome, e pure lui si presenta solo col cognome, solo una volta si dice che le iniziali dei suoi nomi sono R. e G.) che...Continua
Emanuela Melotti
Ha scritto il 02/07/19
Ho fatto fatica.
La storia di Quoyle e della sua rinascita o forse la storia della vita sull'isola di Terranova che si interseca con la rinascita di Quoyle. E' un libro in cui hai la sensazione che succeda poco, i personaggi a me sono apparsi evanescenti in bilico:...Continua
Cristinameglioli
Ha scritto il 01/07/19
https://www.thebloodyisland.it/single-post/2019/06/26/non-si-giudica-un-libro-dalla-copertina
Come vi ho già detto, mi sono ripromessa di leggere tutti i libri Premio Pulitzer (non consecutivamente, non in ordine e assolutamente senza un termine) e in particolare quelli scritti da donne. Questo mese è toccato a “Avviso ai naviganti” di Annie...Continua
Claudio
Ha scritto il 08/01/19
Una ragione di più!
Se vinci sia il Pulitzer che l'Award, una ragione di più per leggere Avviso ai Naviganti la trovi per forza di cose. Ed è una ragione semplice: è un buon libro e un bel libro. Ha una bellissima trama, anche tra le più classiche, se vogliamo - la stor...Continua
Fiores
Ha scritto il 06/11/18
Un uomo perde tutto e disperato prova a ricominciare daccapo. Parte da Brooklyn con la sue due bambine e una zia, su un traghetto per Terranova, (in inglese Newfoundland) un'isola canadese dell'Oceano Atlantico. Si stabilisce in un villaggio da do...Continua

Ivan
Ha scritto il Sep 30, 2018, 13:14
Prese l'abitudine di passeggiare avanti e indietro nella roulotte chiedendosi ad alta voce: «Chissà? Chissà?» Lo ripeteva in continuazione. Perché nessuno sapeva. Ciò che intendeva dire era: tutto può accadere. Una moneta che gira su se stessa, in eq...Continua
Pag. 34
Ivan
Ha scritto il Sep 30, 2018, 13:08
«Perché piangiamo quando siamo addolorati?», si domandava intanto la zia. «I cani, i cervi, gli uccelli soffrono in silenzio e con gli occhi asciutti». La sofferenza muta degli animali. Probabilmente era una tecnica di sopravvivenza.
Pag. 51
Ivan
Ha scritto il Sep 30, 2018, 13:00
Il suono incessante della pioggia. UOMO STUPIDO SBAGLIA ANCORA UNA VOLTA.
Pag. 140
Ivan
Ha scritto il Sep 30, 2018, 12:59
Secondo me, invece, il confronto aiuta a lenire il dolore. Ti aiuta a renderti conto che non sei l'unico ad aver vissuto un trauma del genere, che c'è altra gente che soffre come hai sofferto tu.
Pag. 316
Ha scritto il Sep 09, 2016, 21:52
"Perché piangiamo quando siamo addolorati?"di domandava intanto la zia. "I cani, i cervi, gli uccelli soffrono in silenzio e con gli occhi asciutti. " la sofferenza muta degli animali. Probabilmente era una tecnica di sopravvivenza.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi