Cime tempestose

Voto medio di 18746
| 1.902 contributi totali di cui 1.659 recensioni , 228 citazioni , 5 immagini , 8 note , 2 video
Sul front.: Versione integrale Questo classico della letteratura inglese, pubblicato per la prima volta nel 1847, racconta la storia di un amore distruttivo, quello di Heathcliff per la sorellastra Catherine, che si svolge su un'alta e ventosa colli ...Continua
ElenaElle
Wrote 10/12/20

Riletto dopo decenni: lo avevo di fatto dimenticato.
E' un libro in parte acerbo, ma molto interessante.

Sabrina.
Wrote 9/23/20
Tempestose come le sensazioni che suscita questo capolavoro, in un certo senso un po’ brutale. Prosa meravigliosa, narrazione piacevole e scorrevole tanto da non avere nemmeno la sensazione di pesantezza che a volte avverto quando mi approccio ad un...Continua
Criceto
Wrote 9/8/20
Cime Tempestose - Bronte

Una storia crudele fino alla fine, dei personaggi complicati e testardi, un torto di cui vendicarsi: un romanzo assolutamente da leggere!

Beautiful scansati proprio.
Molto molto bello, però.

PER SEMPRE
Questo romanzo ti segna, te lo porterai per sempre addosso come una cicatrice, una piega dell'anima che non avevi considerato, come un fantasma dentro di te che torna a trovarti (sebbene tu provi a farlo tacere). Dopo aver letto Cime Tempestose la no...Continua

Antonio Cat.
Wrote Mar 29, 2020, 21:28
...perchè che cosa nella mia mente non è associato a lei? e che cosa non me la ricorda? Non posso guardare questo pavimento senza vedere i suoi lineamenti raffigurati nelle pietre! In ogni nube, in ogni albero riempiendo l'aria la notte, e balenando...Continua
Antonio Cat.
Wrote Mar 29, 2020, 21:23
Ma era così triste coricarmi e alzarmi senza avere sue notizie, così la mia risoluzione svanì prima ancora che io l'avessi formata a dovere. Se mi era sembrato un male fare quel viaggio una volta, ora mi sembrava male non farlo.
Antonio Cat.
Wrote Mar 29, 2020, 21:20
Non rivelai mai il mio amore verbalmente; però se gli sguardi hanno in linguaggio, anche il più perfetto idiota avrebbe potuto indovinare che io ne ero perdutamente innamorato.
Antonio Cat.
Wrote Mar 29, 2020, 21:18
Qualunque ricordo di quelli che abbiamo amati in vita, ci diventa prezioso quand'essi sono morti.
chey
Wrote Sep 03, 2018, 12:30
Mi degraderebbe sposare Heathcliff ora: così lui non saprà mai quanto lo amo; e non perché sia bello, Nelly, ma perché è me stesso più di quanto io lo sia. Non so di cosa siano fatte le nostre anime, ma la mia e la sua sono identiche; e quella di Lin...Continua

Angela M. Sugliano
Wrote Dec 26, 2018, 12:09
Finito. Non me l’avevano fatto leggere a scuola e non l’ho mai incontrato per altre vie. Mi ha stupito il coraggio di questa prosa ottocentesca.
E mi ha colpito come oggi in tanti siamo dentro al mood di questo libro: crudeli, sboccati, arroganti... con una via d’uscita.
Finito. Non me l’avevano fatto leggere a scuola e non l’ho mai incontrato per altre vie. Mi ha stupito il coraggio di questa prosa ottocentesca. E mi ha colpito come oggi in tanti siamo dentro al mood di questo libro: crudeli, sboccati, arroganti... con una via d’uscita.
Finito. Non me l’avevano fatto leggere a scuola e non l’ho mai incontrato per altre vie. Mi ha stupito il coraggio di questa prosa ottocentesca. E mi ha colpito come oggi in tanti siamo dentro al mood di questo libro: crudeli, sboccati, arroganti......Continua
Ladyoceano
Wrote Nov 25, 2016, 10:52
In ogniuno di noi esistono altezze o abissi tali  di sentimenti dove concetti come quiete e stabilità sono impensabili, poiché c'è spazio solo per la tempesta. Questo è  tipico di un sentire forte ed estremo,  resistente a ogni confronto con la ragione.


Caterina e Heathcliff sono cresciuti insieme nella composta e misteriosa brughiera inglese, ribelli, complici e volutamente liberi dalle regole convenzionali; con  loro cresce un sentimento che, inequivocabilmente, è d' amore.  Ma che di amore si tratti, in realtà, è  inequivocabile solo per il lettore, non per Caterina,  che, giovane e capricciosa, non lo comprende e, sottovalutandolo, finisce con il tradirlo, sposando il giovane Linton. Ma la giovane ama Heathcliff e presto comprenderà come, sposando un altro uomo, ha  finito con il tradire solo se stessa.
  "Tu mi amavi: che diritto avevi, allora, di lasciarmi? Che diritto, rispondimi, di sacrificarmi al tuo miserabile capriccio per Linton? Mentre né la miseria, né la degradazione, né la morte, nulla di tutto quel che Dio e Satana potevano infliggerci, ci avrebbe separato, tu, di tua piena volontà hai fatto ciò. Non io ti ho spezzato il cuore, ma tu stessa: e il mio col tuo."  ...dice un disperato Heathcliff prima di perdere la donna  amata e, con essa, ogni ultimo tratto di umanità. Ed è  così che questo amore soffocato  implode prima ed esplode poi,  divenendo logoratore e generatore di odio e vendetta , tempesta,  che solo il velo nero e pacificatore della morte potrà estinguere in una nuova quiete. Un protagonista dal volto disumano e crudele davanti al quale ragione e sentimento  si dividono,  perché in lui si coglie il sottile confine fra odio ed amore e di come egli stesso sia, al tempo stesso, carnefice e vittima.  Un classico su cui si può scrivere e si sono scritti fiumi di parole,  le mie, questa volta,  non vogliono essere una recensione ma solo una considerazione.
In ogniuno di noi esistono altezze o abissi tali di sentimenti dove concetti come quiete e stabilità sono impensabili, poiché c'è spazio solo per la tempesta. Questo è tipico di un sentire forte ed estremo, resistente a ogni confronto con la ragione. Caterina e Heathcliff sono cresciuti insieme nella composta e misteriosa brughiera inglese, ribelli, complici e volutamente liberi dalle regole convenzionali; con loro cresce un sentimento che, inequivocabilmente, è d' amore. Ma che di amore si tratti, in realtà, è inequivocabile solo per il lettore, non per Caterina, che, giovane e capricciosa, non lo comprende e, sottovalutandolo, finisce con il tradirlo, sposando il giovane Linton. Ma la giovane ama Heathcliff e presto comprenderà come, sposando un altro uomo, ha finito con il tradire solo se stessa. "Tu mi amavi: che diritto avevi, allora, di lasciarmi? Che diritto, rispondimi, di sacrificarmi al tuo miserabile capriccio per Linton? Mentre né la miseria, né la degradazione, né la morte, nulla di tutto quel che Dio e Satana potevano infliggerci, ci avrebbe separato, tu, di tua piena volontà hai fatto ciò. Non io ti ho spezzato il cuore, ma tu stessa: e il mio col tuo." ...dice un disperato Heathcliff prima di perdere la donna amata e, con essa, ogni ultimo tratto di umanità. Ed è così che questo amore soffocato implode prima ed esplode poi, divenendo logoratore e generatore di odio e vendetta , tempesta, che solo il velo nero e pacificatore della morte potrà estinguere in una nuova quiete. Un protagonista dal volto disumano e crudele davanti al quale ragione e sentimento si dividono, perché in lui si coglie il sottile confine fra odio ed amore e di come egli stesso sia, al tempo stesso, carnefice e vittima. Un classico su cui si può scrivere e si sono scritti fiumi di parole, le mie, questa volta, non vogliono essere una recensione ma solo una considerazione.
Beatrice
Wrote Oct 01, 2015, 16:49
Albero genealogico
Albero genealogico
Beatrice
Wrote Oct 01, 2015, 16:45
Albero genealogico
Albero genealogico

Octoberswaiting
Wrote Feb 10, 2020, 23:44
“ Non lo amo perché è bello, ma perché è ancora di più uguale a me stessa di quanto possa esserlo io. Di qualsiasi cosa siano fatte le nostre anime, la sua e la mia sono identiche” ✨
Biblioteca...
Wrote Nov 15, 2018, 10:30
Agrace
Wrote Nov 09, 2018, 11:32
Edizione Mondadori 2006
Giorgia Gia
Wrote Jul 01, 2016, 13:52
ebook all'interno del mammut I grandi romanzi d'amore

Conte Elia Rebecchi
Wrote Aug 19, 2018, 13:10
CIME TEMPESTOSE (Emily Brontë) - commento
Author: Elia Rebecchi
...
Wrote Mar 26, 2015, 16:26
Wuthering heights
Author: Kate Bush

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add