Con gli occhi chiusi

Voto medio di 1280
| 115 contributi totali di cui 106 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Il romanzo fu pubblicato nel 1918. E' la storia, largamente autobiografica,di un'adolescenza, dei primi dolorosi incontri con la realtà e con l'amore.Pietro Rosi è un giovane fragile e sognatore, figlio di un oste rude e di unadonna del ...Continua
Luca Viti
Wrote 2/26/19
Non dimenticate Federigo Tozzi
Erano qualcosa come sette-otto anni che m'ero ripromesso di leggere Tozzi... Da che, nel Segre-Martignoni (LA antologia per antonomasia), ne avevo letto le informazioni essenziali, sottolineato quelle che più mi servivano per imbastirci su una conosc...Continua
Snervante e moderno
Non credo sia imperdibile dal punto di vista dei contenuti; né aiuta la prosa spezzata e sempre oscillante dall'uno all'altro punto di vista. Ho trovato apprezzabile e attuale l'indagine del rapporto di Pietro con i genitori; quella rassegnata e larv...Continua
Considerate un giovincello, Pietro, di scarsa cultura ma di buone sostanze (derivanti dalla maniacale abnegazione per il lavoro e per la “roba” di un padre autoritario e alquanto sbrigativo nei modi), imbranato quanto basta con le donne eppure deside...Continua
PolSheilo
Wrote 2/17/17
dopo tantissimi anni che lo avevo su una mensola, ho finalmente letto questo piccolo classico delle letteratura italiana. Non esattamente nelle mie corde, in quanto Tozzi a mio parere è un po' un anti-narratore, a cui non importa assolutamente raccon...Continua
Il grande escluso delle antologie di letteratura italiana
Tozzi è sempre stato considerato come una pecora nera della nostra letteratura: escluso, criticato o addirittura ignorato. Rivalutato, invece negli ultimi anni, non ha niente da invidiare a Pirandello, Kafka o i suoi contemporanei tanto studiati al l...Continua

C.
Wrote Nov 20, 2017, 18:41
Si sentivano legati dai loro sguardi, come dalle loro anime; che parevano pesanti.
Wrote Jan 23, 2017, 20:40
Aveva voglia di riparlare con qualcuno dei suoi compagni, di spiegare a loro l'equivoco avuto, e come se si fosse perso per una ragione che non sapeva dire; per quanto gli dispiacesse tenere segreti anche ora che sentiva la necessità squisita d'aver...Continua
Pag. 149
Wrote Jan 23, 2017, 20:38
Ella se ne andò, senza voltarsi mai. Ed egli stette a vederla sparire dietro una piegata, dov'era un cipresso ritto sopra un muro; come un'estranea che non sapesse né meno niente del loro amore; mentre quel che aveva provato gli pareva più reale di l...Continua
Pag. 144
Wrote Jan 23, 2017, 20:36
Da quanto tempo era morta la mamma? Gli parevano cento anni. E tutte le cose s'erano svolte senza bisogno di lui; a sua insaputa.
Pag. 121
Wrote Jan 23, 2017, 20:35
Una specie di struggimento a lui noto assalì il suo cervello come una polla diaccia, che non gli permetteva mai di fare qualche cosa. Anche gli sembrava strano d'esistere; perciò ebbe paura di se stesso, e cercò di dimenticarsi, fissando lungamente l...Continua
Pag. 77

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

josef
Wrote Dec 09, 2017, 18:44
Biblioteche...
Wrote Apr 20, 2016, 13:47
853.912 TOZ 14698 Letteratura Italiana

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add