Conversazione in Sicilia

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 2160
| 211 contributi totali di cui 171 recensioni , 38 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Artemisiale
Ha scritto il 01/03/19
Peccato
Personalmente ho apprezzato molto il libro nei primi capitoli, fino alla fine del dialogo con la madre. Dall'incontro con l'arrotino ho iniziato a perdermi (qualche volta ad annoiarmi) nei dialoghi poco chiari e molto ripetitivi. Mi rendo conto che q...Continua
Mauro Marconi
Ha scritto il 16/11/18
Ci sono romanzi – e non sono tra i miei preferiti – la cui genesi e il cui significato rimandano così palesemente ad un’epoca, o ad un fatto storico, che al di fuori del contesto in cui sono stati concepiti e scritti perdono di vigore e di valore art...Continua
Angebet
Ha scritto il 01/10/18
Ingredienti: un 30enne in preda ad “astratti furori” negli anni ’30, un viaggio di 3 giorni alla riscoperta delle proprie radici siciliane, vari incontri e dialoghi con personaggi reali e immaginari, un’allegoria antifascista scritta ai tempi del fas...Continua
Fox66 (Anobii...
Ha scritto il 17/04/18

Fantastica e purissima sicilianità!! E non solo.

Albertozeta
Ha scritto il 04/04/18
Silvestro, giovane emigrante in una grande città del nord, torna al villaggio natìo dopo quindici anni d'assenza per rivedere la madre. Lungo il cammino incontra varie persone bizzarre o inquietanti con cui scambia discorsi engmatici, che continuano...Continua

EvaMarie
Ha scritto il Dec 22, 2015, 17:08
Ero quieto; ero come se non avessi mai avuto un giorno di vita, né mai saputo che cosa significa esser felici, come se non avessi nulla da dire, da affermare, negare, nulla di mio da mettere in gioco, e nulla da ascoltare, da dare e nessuna disposizi...Continua
EvaMarie
Ha scritto il Dec 22, 2015, 16:59
E io vidi più intensamente, quei tetti coi comignoli senza fumo, e il torrente, i boschi di carrubi, le macchie di neve, più intensamente, ossia due volte reale...
alice
Ha scritto il Dec 05, 2014, 21:31
La casa era sull'orlo della china di tetti verso il vallone. Salii la scaletta esterna, fui sul pianerottolo. Sapevo che mi sarebbe piaciuto non aver da entrare, non aver da cercare cibo e letto, essere piuttosto in treno, e mi fermai. Il freddo era...Continua
Pag. 153
alice
Ha scritto il Dec 05, 2014, 21:30
Avevo viaggiato, dalla mia quiete nella non speranza, ed ero in viaggio ancora, e il viaggio era anche conversazione, era presente, passato, memoria e fantasia, non vita per me, eppur movimento, e mi appoggiai al muricciolo, pensai a mio padre stanco...Continua
Pag. 105
Sara Felli
Ha scritto il Mar 09, 2014, 14:51
- Perché piangete? - chiedevano. Ma io non avevo nessuna risposta da dar loro. Non piangevo per qualche ragione. In fondo non piangevo nemmeno; ricordavo; e il ricordo aveva quest'apparenza di pianto agli occhi altrui.
Pag. 331

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteca...
Ha scritto il Dec 03, 2015, 13:51
Collocazione : NR 184 ( 11 copie )

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi