Cristo si è fermato a Eboli

Voto medio di 4588
| 450 contributi totali di cui 377 recensioni , 69 citazioni , 1 immagine , 3 note , 0 video
E' la cronaca, trasfigurata in senso lirico e meditativo, di un soggiorno coatto in Lucania, cui l'autore fu costretto negli anni 1935-1936, perché militante di Giustizia e Libertà e condannato per attività antifascista.
Riccardo Silvi
Ha scritto il 07/07/19
Viaggio nel tempo e nella storia
L'Italia, l'altra Italia. Quella nascosta, quella in perenne conflitto, quella non riconosciuta al limite della dimenticanza. Una storia di pochi decenni fa, in un paesino della Basilicata, in un periodo storico stra-conosciuto. Eppure una chiave di...Continua
FuSer
Ha scritto il 29/05/19
Si tratta di un non-luogo fuori dal tempo il paesino di cui l'autore scrive, narrando delle proprie vicende di esiliato ai tempi del fascismo, durante la campagna d'Africa. Levi si trova più volte a sottolineare come la vita contadina, preponderante...Continua
Lilium
Ha scritto il 21/02/19
Da leggere
Una storia che ho amato moltissimo,ambientata a Eboli, in provincia di Salerno, dove tutto è fermo,immobile, un luogo dimenticato anche metaforicamente da Cristo. Qui Levi vive per un periodo tra povertà e poveri e contro la sua volontà svolge attivi...Continua
Marco ++
Ha scritto il 19/02/19

L'ho amato, l'ho odiato, l'ho amato!

Monicasavona
Ha scritto il 21/01/19
Ritratto di un mondo incredibile
Ho deciso di leggere questo romanzo di ritorno da un fantastico viaggio fatto a Matera. Matera mi ha colpita e mi è rimasta nel cuore. Levi ci è passato solo due volte : in occasione di un viaggio al Nord per la morte di un parente e poi nel suo viag...Continua

Antonio Di Leta
Ha scritto il Mar 18, 2018, 08:26
“Non potevo ancora precisare le mie impressioni, né penetrare ancora tutti i segreti della politica e delle passioni paesane; ma mi avevano colpito il sussiego, le maniere dei signori sulla piazza, e più ancora il tono generale di astio, disprezzo e...Continua
Darkàla92
Ha scritto il Jan 08, 2018, 13:11
Tutti i giovani di qualche valore, e quelli appena capaci di fare la propria strada, lasciano il paese. I più avventurati vanno in America, come i cafoni; gli altri a Napoli o a Roma; e in paese non tornano più. In paese ci restano invece gli scarti,...Continua
Pag. 24
Darkàla92
Ha scritto il Jan 03, 2018, 09:18
Sono passati molti anni, pieni di guerra, e di quello che si usa chiamare la Storia. Spinto qua e là alla ventura, non ho potuto finora mantenere la promessa fatta, lasciandoli, ai miei contadini, di tornare fra loro, e non so davvero se e quando pot...Continua
Pag. 3
Ha scritto il Nov 09, 2016, 22:32
Non importano i motivi che ti hanno spinto, né la politica, né le leggi, né le illusioni della ragione. Non c'è ragione né cause ed effetti, ma soltanto un cattivo Destino, una Volontà che vuole il male, che è il potere magico delle cose. [...] La vi...Continua
Pag. 69
Jaime Andrés De...
Ha scritto il Aug 07, 2016, 11:08
La parola «legittimo» qui è una delle più usate, ma non nel senso di cosa sanzionata e codificata, ma in quello di vero, di autentico. Un uomo è legittimo se agisce bene; un vino è legittimo se non è fatturato. Una petizione firmata da tutti pareva a...Continua
Pag. 202

AdrianaT.
Ha scritto il Jan 12, 2019, 08:36
"Grassano come Gerusalemme" - Carlo Levi, 1935
"Grassano come Gerusalemme" - Carlo Levi, 1935

Biblioteche...
Ha scritto il Aug 24, 2016, 08:01
853.914 LEV 234 Donazione D'Alessandro, Fondo Di Tursi
Biblioteca...
Ha scritto il Nov 26, 2015, 12:42
Collocazione : NR 76 (2 copie dell'editore Einaudi e 2 copie dell'edizione Mursia )

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi