Come già accadeva in "La casa degli spiriti", questo romanzo di Isabel Allende usa come sfondo l'inquieto scenario della società cilena, ma la storia che ci narra acquista subito un tono originale e diverso da quello che caratterizzava il romanzo pre ...Continua
CR 55
Ha scritto il 16/09/19
La Allende non delude mai
Senz'altro da leggere, come tutti i libri della Allende. Non ho dato le solite 5 stelle perché devo dire che questa volta mi è sembrata un po' troppo frettolosa nei momenti topici e soprattutto nel finale (tronco), mentre in altre parti un pochino ri...Continua
Ventieventitre
Ha scritto il 26/01/19
Molto al di sotto delle aspettative
Avevo scelto questo testo dagli espositori di una libreria, preferendolo ad altri più noti della scrittrice, perché attratto dall'intreccio e dall'ambientazione in un preciso contesto storico e sociale. Sono rimasto molto deluso. La miscela di vicend...Continua
Marica
Ha scritto il 15/01/19
Georgiana1792
Ha scritto il 06/11/18
Isabel Allende racconta la storia degli anni più bui del Cile attraverso l'idealismo della famiglia Leal, esiliata dalla Spagna di Franco; attraverso l'innocenza disincantata di Irene e l'illusione colpevole di Beatriz e Gustavo - che, come molte alt...Continua
Daniela
Ha scritto il 09/08/18
E' isabel Allende, che c'é da aggiungere?

“Tendete solo al presente. Non sciupate energia piangendo sul passato o sognando il domani. La nostalgia consuma e annienta, è il vizio degli esiliati.


Fiom
Ha scritto il Apr 11, 2015, 11:41
perchè l'essere cortesi non toglie nulla all'essere rivoluzionari
Miss Antropia
Ha scritto il Mar 28, 2013, 17:56
Si sentivano piccoli, soli, vulnerabili, due naviganti persi in un mare di cime e di nuvole, in un silenzio lunare; ma sentivano pure che il loro amore aveva acquisito una nuova e formidabile dimensione che sarebbe stato l'unica fonte di forza nell'e...Continua
Pag. 243
Miss Antropia
Ha scritto il Mar 28, 2013, 17:55
Pensava alla vastità della sua perdita. Non avrebbe più percorso le strade dell'infanzia, né sentito il dolce accento della lingua creola; non avrebbe visto il profilo dei suoi monti alla sera, non l'avrebbe ninnata il canto dei fiumi, non avrebbe as...Continua
Pag. 242
Miss Antropia
Ha scritto il Mar 28, 2013, 17:52
Il panico è più forte dell'amore e dell'odio.
Pag. 240
Miss Antropia
Ha scritto il Mar 28, 2013, 17:51
Tutto aveva un aspetto pulito, ordinato, tranquillo, la gente era presa dalle incombenze quotidiane in un clima di pace. Per un momento dubitarono della loro paura. Forse erano vittime di un delirio, di un'atroce fantasia e in realtà nessun pericolo...Continua
Pag. 239

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Sep 01, 2016, 08:17
Donazione Mazzei
♥ Valen ♥
Ha scritto il Oct 02, 2015, 08:17
Scena d'amore "cult"

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi