Da dove sto chiamando

Voto medio di 1229
| 145 contributi totali di cui 133 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questo libro è l'autoantologia in cui lo scrittore americano, prima di morire nel 1988, raccolse i suoi trentasette racconti migliori. Sono storie di uomini e donne comuni, di vite dolorosamente normali, storie senza suspence e senza colpi di scena, ...Continua
Marks
Wrote 4/25/20
Da dove sto chiamando

"Wes ha puntato gli occhi su di me. Poi ha detto: A quel punto dovremmo essere altre persone. Persone che non siamo. Non ho più quel genere di immaginazione. Siamo nati come siamo. Non capisci?"

Perché non ballate?
Titolo: Perché non ballate? Tra amici. Un epilogo È bello tacere insieme, Più bello ridere insieme, - Sotto il lenzuolo di seta del cielo, Appoggiati al muschio e al faggio Ridere bene e forte con gli amici Scoprendo i denti bianchi. Se ho fatto ben...Continua
AdrianaT.
Wrote 2/4/19
Storie ordinarie di gente ordinaria, tanto alcol e un po' di follia
«Se siamo fortunati, non importa se scrittori o lettori, finiremo l'ultimo paio di righe di un racconto e ce ne resteremo seduti un momento o due in silenzio. Idealmente, ci metteremo a riflettere su quello che abbiamo appena scritto o letto; magari...Continua
Tonino
Wrote 8/27/18
Bello... molto bello. Non conoscevo Carver e sono felice di aver colmato questa lacuna. Sono racconti deliziosi. Asciutti, in apparenza non conclusi, che lasciano sempre con un senso di vuoto, di tristezza. I personaggi di Carver hanno tutti delle ne...Continua
Evi *
Wrote 2/25/18
[Impressioni scritte prima del 15 febbraio 2018] L’altro pomeriggio sabato, ferma ad un semaforo in attesa della freccia di svolta a sinistra, occhio nello specchietto retrovisore che mi restituisce un’immagine nitidamente perfetta non accecata dalla...Continua

Robb
Wrote Jun 21, 2016, 22:46
Una volta noi due eravamo così intimi che adesso non riesco a crederci. Secondo me questa è la cosa più strana di tutte. Il ricordo di essere stata così intima con qualcuno. Eravamo così intimi che mi viene da vomitare. Non riesco neanche a immaginar...Continua
Pag. 455
Robb
Wrote Jun 21, 2016, 22:42
Resterà sorpreso nel vedere quanta roba si può accumulare in un materasso nel corso dei mesi, nel corso degli anni. Ogni giorno, ogni notte della nostra vita, ci lasciamo dietro pezzettini di noi stessi, scaglie di questo e di quello. Dove vanno a fi...Continua
Pag. 117
Robb
Wrote Jun 21, 2016, 22:41
La mattina mi versa del whiskey Teacher's sulla pancia e me lo lecca tutto e nel pomeriggio tenta di buttarsi giù dalla finestra.
Pag. 141
Robb
Wrote Jun 21, 2016, 22:40
Sentivo il cuore che mi batteva. Sentivo il battito del cuore di ognuno. Sentivo il rumore umano che producevamo tutti, lì seduti, senza muoverci, nemmeno quando la stanza diventò buia.
Pag. 186
Robb
Wrote Jun 21, 2016, 22:38
- E adesso chiudi gli occhi, - ha aggiunto, rivolto a me. L'ho fatto. Li ho chiusi proprio come ha detto lui. - Li hai chiusi? - ha chiesto. - Non imbrogliare. - Li ho chiusi, ho risposto io.
Pag. 383

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add