È un'Europa che sonnecchia sotto la neve, ma «scos­sa da bruschi e terrificanti sussulti», quella dei pri­mi mesi del 1933. Un’Europa malata, tanto che il medico, mentre la ausculta e le fa dire «33», ha un’aria preoccupata. Non è un medico, Simenon, ...Continua
Certo che i resoconti di viaggio, soprattutto in tempi e terre difficili, sono sempre interessantissimi. Ma questo libro mi ha irritato per due motivi: 1. I continui confronti con la Francia e con l'Europa occidentale in generale: beh certo che da no...Continua
Dani Mela
Wrote 3/7/21
Simenon giornalista descrive l’Europa del ’33 con lo stesso sguardo disincantato, lucido, a tratti al limite del cinismo, che caratterizza i dei suoi personaggi migliori. La totale mancanza di un filtro ideologico, sia quando parla di preti fiammingh...Continua
Ricevuto in regalo
Ricevuto in regalo da Valeria, assieme al mio amatissimo Simenon ha voluto stupirmi con effetti specialissimi quest'anno ^_^ Ho ricevuto: Uno specchio con piantana a forma di cuore con led della Brandani una pochette nera da sera di Helena Rubinstei...Continua
Rosetta
Wrote 1/30/21
“UN’EUROPA IN SUBBUGLIO”
Da questo libro emerge un quadro vivido e fosco dell’Europa in quel periodo, l’orribile anno 1933, appunto, in cui “l’Europa sonnecchia sotto la neve e, come chi dorme male, è scossa da bruschi e terrificanti sussulti”. George Simenon, formidabile...Continua
james_bond
Wrote 1/17/21

Gradevoli reportage di viaggio, spesso lungimiranti, scritti con piglio ironico, campanilista. Siamo nel 1933, pensando a quanto sta accadendo in giro per l'Europa - Hitler, Stalin, Mussolini - il campanilismo è del tutto condivisibile.


- TIPS -
No element found
Add the first quote!

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add