Romanzo pubblicato nel 1869 e rimasto incompiuto per l'improvvisa morte dell'autore, fu portato a termine da Salvatore Farina. È la storia del torbido amore tra Giorgio, giovane ufficiale, e Fosca, donna sensuale e deforme al tempo stesso che, propri ...Continua
DarkCoffee -...
Ha scritto il 16/12/18
Oppressione, soffocamento, stress, tutte parole che ancora non possono descrivere la sensazione durante la lettura, ma che si avvicinano al mancamento d'aria che regala lo scrittore. Bravissimo nel genere, ma personalmente il livello di asfissiamento...Continua
Luca Viti
Ha scritto il 26/08/18
Benedetto il Signore, si son scapigliati!
Più leggo la scapigliatura, più penso sia un orrore che, criminosamente, in molte antologie, sia ricondotta ad un mero movimento giovanile di vitelloni. Santificateli! Han avuto la sfiga di trovarsi schiacciati fra la vittoria di quella maledetta man...Continua
Melpomene🌙 ♥
Ha scritto il 25/07/18
Igino Ugo Tarchetti è un autore che, durante le lezioni di letteratura italiana al liceo, non abbiamo mai veramente approfondito. Fu uno dei portavoce del movimento artistico-letterario della Scapigliatura e oltre ai romanzi si dilettò nella stesura...Continua
Tadzio
Ha scritto il 19/05/18
Colpa delle stelle... o delle leggi di natura?
Fosca è, a buon diritto, l'antesignana delle protagoniste dei sick-heroine romance, da Noi siamo tutto a Il sole a mezzanotte, ma più spietata e realistica, a dispetto della forma ottocentesca. Intenso il sotterraneo conflitto fra i sani e i malati (...Continua
Sneguruska
Ha scritto il 29/01/18
Nonostante in alcuni punti risulti un po' pedante (ecco perché delle tre stelle) e non sempre piacevole, è un libro dalle tante sfaccettature, alla fine ti trovi ancora a rifletterci a distanza di tempo. Sicuramente una volta nella vita, direttamente...Continua

Maledim1ele
Ha scritto il Jan 10, 2014, 14:23
Gli alberi che danno frutti hanno fiori modesti e spesso inodori; i grandi fiori, quelli ricchi di petali e di profumi, non sbocciano quasi mai che sulle piante sterili e velenose. La virtù non ha fiori, ma ha frutti.
Pag. 54
Maledim1ele
Ha scritto il Jan 10, 2014, 14:20
Ma come si può essere cattivi quando si ama? Se tutti gli uomini amassero, se l'esistenza fosse una giovinezza perenne, la questione del bene e del male sarebbe risolta, il trionfo della virtù sarebbe assicurato: noi non spiccheremmo più dall'albero...Continua
Pag. 49
Maledim1ele
Ha scritto il Jan 10, 2014, 11:57
Diffidavo dell'amicizia di una donna, e mi doleva non poco di aver accettato quella di lei. Io sapeva che noi non possiamo sottrarci mai agli istinti, e che tra un uomo ed una donna giovani, che vogliono violentare la natura amandosi di amicizia, non...Continua
Pag. 47
Maledim1ele
Ha scritto il Jan 10, 2014, 11:54
"Non leggo nè per imparare, nè per pensare - aborro i libri di morale e di metafisica - leggo per dimenticare, per conoscere quali sono le gioie che il mondo dispensa ai felici e per goderne quasi di un'eco. E' tutto ciò che io posso fruire dell'esis...Continua
Pag. 35
Maledim1ele
Ha scritto il Jan 10, 2014, 11:52
L'amore, la più complessa e la più potente di tutte le passioni, è ad un tempo la più facile e la più semplice nel suo nascere. Un uomo ed una donna si incontrano, si vedono, si guardano - e basta. Da che cosa era egli stato mosso quello sguardo? Che...Continua
Pag. 13

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi