Armando Plaia
Ha scritto il 24/06/19

Ancora un romanzo nel romanzo, racconto di una storia d'amore scritta tra il '41 e il '42 con la consueta ambientazione coeva. Il libro merita di essere letto. È il mio undicesimo della scrittrice di Kiev

Itaca
Ha scritto il 13/07/18
Pensavo di aver già letto il meglio della Nemirovsky e invece talvolta è sorprendente, come per questo romanzo. La storia si svolge durante la prima guerra mondiale, tra chi è andato al fronte e chi invece è rimasto, talvolta con la scusa di rendere...Continua
Dafne
Ha scritto il 11/04/18
Autunno. Apro la finestra e, sulla collina davanti a casa, vedo il fumo e le fiamme di tanti piccoli fuochi accesi dai coltivatori per bruciare i residui di rami, stoppie, foglie secche, per preparare il terreno alla successiva aratura. Vedere questa...Continua
Mariusghencea95
Ha scritto il 27/02/18

Letto l'anno scorso, ho un piccolo ricordo di una prosa molto affascinante, ma che in sè quello che voleva forse comunicare non mi è piaciuto. Dovrei leggere altro di suo....

Layura
Ha scritto il 22/10/17
Un affresco realistico, forse a tratti cinico, in cui si cerca di ricondurre agli orrori della guerra lo sfacelo dei valori sociali. Un bellissimo personaggio, quello di Thèrese, che apparentemente sembra resistere passivamente a tutto quanto le succ...Continua

Layura
Ha scritto il Oct 22, 2017, 19:16
Era arrivata al momento più duro dell'assenza, quello in cui ci si abitua al proprio male; da lì in poi si è vivi solo a metà, perché il dolore era ancora vita, vita sanguinante, ansimante, e adesso anche quel dolore è sparito, lasciando il posto a u...Continua
Pag. 197
Layura
Ha scritto il Oct 22, 2017, 19:16
«Ecco,» pensava Bernard «hanno propagato il male che un tempo era appannaggio di una piccola cerchia ristretta e che, proprio per questo, non era poi troppo nocivo. Hanno democratizzato il vizio e standardizzato la corruzione. Tutti sono diventati fu...Continua
Pag. 182
Layura
Ha scritto il Oct 22, 2017, 19:14
L'unico nemico che conosceva era la solitudine, la peggiore, quella che viene dal cuore e che ti soffoca anche in mezzo a una folla.
Pag. 171
Layura
Ha scritto il Oct 22, 2017, 19:13
Solo alla felicità, al successo ci si abitua facilmente. Al fallimento, l'istinto umano oppone invincibili barriere di speranza. Tali barriere, la consapevolezza della catastrofe le deve rimuovere a una a una per farsi strada fino al cuore dell'uomo...Continua
Pag. 163
Layura
Ha scritto il Oct 22, 2017, 19:13
«Vedi,» le diceva «sono i falò dell'autunno; purificano la terra, la preparano per nuove semine. Voi siete ancora giovani. Nella vostra vita, questi grandi falò non hanno ancora cominciato ad ardere. Si accenderanno. Devasteranno molte cose. Vedrete,...Continua
Pag. 137

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi