I giardini degli altri

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 61
| 18 contributi totali di cui 13 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Olivier si trasferisce in campagna per le vacanze estive e lì incontra Nina. Lei gli appare all’improvviso, seduta sul ramo di un tiglio. Assomiglia a una creatura del bosco e quasi non sembra vera. E invece è vera come vere sono le loro corse tra i ...Continua
LittleBee
Wrote 7/6/18
«Non glielo disse mai, piuttosto sarebbe morto. Ma Nina era proprio così: un cielo di marzo, una zolla nel sole». Tutti abbiamo diritto a un albero nel bosco, alla timidezza, al gioco della scoperta, alle tristezze, alle aperture, alle grandi mission...Continua
Adibur
Wrote 1/9/17
Alla ricerca di un libro da leggere in classe, mi sono avvicinata a questo romanzo per ragazzi consigliatomi dalla bibliotecaria. L’ho concluso per senso del dovere, perché in esso non ho trovato assolutamente nulla che potesse interessare non solo m...Continua
trilli
Wrote 10/9/15

non ero sicura di prenderlo o meno il libro ma poi alla fine l'ho preso per consiglio del librario.
Mi sono pentita della mia insicurezza, perchè è un libro fantastico: Pieno di emozioni e pensieri

Maristella
Wrote 5/20/12
Dell'autrice di "Miriam delle cose perdute"
Due amici Nina e Oliver. Un mistero nascosto in un quaderno. E un'estate che non dovrebbe finire mai. "E' sempre molto difficile entrare nei giardini degli altri. Ti puoi far male scavalcando il cacnello, o non voler guardare quello che c'è dentro. A...Continua
Lucilla
Wrote 1/18/12

"E' sempre molto difficile entrare nei giardini degli altri. Ti puoi far male scavalcando il cancello, o non voler guardare quello che c'è dentro. A volte sono pieni di dolore, ma anche di cose belle e speciali."


Maristella
Wrote Jun 06, 2012, 23:57
Ma che importava... Era solo l'inizio di Agosto, c'era tutto il tempo del mondo... e l'acqua gorgogliava e gli uccelli cantavano e le canne frusciavano e il vento faceva sospirare le fronde degli alberi e sembrava che tutte le creature rumoreggiasser...Continua
Pag. 153
Maristella
Wrote May 20, 2012, 00:20
«E' sempre molto difficile entrare nei giardini degli altri. Ti puoi far male scavalcando il cacnello, o non voler guardare quello che c'è dentro. A volte sono pieni di dolore, ma anche di cose belle e speciali.»
Pag. 108
Lucilla
Wrote Aug 29, 2011, 16:37
Olivier era cresciuto in mezzo alle parole, parole di ogni colore, parole nel latte della colazione, parole che si arrampicavano sui muri, che si nascondevano sotto le lenzuola, che scrocchiavano sotto i suoi piedi come foglie secche in autunno. Per...Continua
Pag. 13
Lucilla
Wrote Aug 29, 2011, 16:34
E' sempre molto difficile entrare nei giardini degli altri. Ti puoi far male scavalcando il cancello, o non voler guardare quello che c'è dentro. A volte sono pieni di dolore, ma anche di cose belle e speciali.
Pag. 108
Minami77
Wrote Jul 20, 2011, 16:16
Ma il bosco le apparteneva e lei apparteneva al bosco, e questo era di una naturalezza stupefacente. Per quanto fosse nata bambina di città, aveva in sé qualcosa di primordiale, istintivo e inafferabile, come fosse una propaggine vegetale dei suoi al...Continua
Pag. 37

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add