La narratrice che ci accoglie all'inizio di questo romanzo confida che fin da piccola, quando osservava lo scorrere dell'Oder, desiderava una cosa sola: essere una barca su quel fiume, essere eterno movimento. È questo spirito-guida che ci conduce at ...Continua
Dani Mela
Ha scritto il 20/05/19
Non posso che essere d'accordo con chi ha detto che I vagabondi è un libro interessante, di pregevole scrittura, su un tema che oggi ci interessa tutti, (lo spaesamento, il contatto con gente e posti che non conosciamo), però è anche un libro dispers...Continua
CosimoColbi
Ha scritto il 26/04/19
Impulso nomade
Tirate fuori i vostri diari e scrivete, suggerisce ai lettori Olga Tokarczuk. A questo assomiglia il romanzo, a un diario di viaggio al di là del tempo, in luoghi sconosciuti e inesistenti, dove il mondo scritto si fa teatro corporale, una specie di...Continua
NoxRuit
Ha scritto il 19/04/19
Rinuncio per pigrizia (di chi?)
Anche quando un libro si presenta come una collezione di testi di diverso tipo, alcuni racconti, altri riflessioni di varia natura, altri quasi un assemblaggio di aforismi, serve comunque uno schema, una parvenza di ordine, un filo di Arianna per sop...Continua
andrea tarabbia
Ha scritto il 17/03/19
È una raccolta di racconti, di diseguale lunghezza (da due righe alle 30-40 pagine) ed efficacia, spacciata per romanzo. A tenere insieme il tutto è l'idea del movimento, dello spostamento - dei corpi in viaggio, ma anche delle cellule, che si modifi...Continua

Sidner
Ha scritto il Mar 07, 2019, 10:19
La meta dei miei pellegrinaggi è sempre un altro pellegrino.
Pag. 22
Sidner
Ha scritto il Mar 07, 2019, 10:17
La mia vita mi è sempre sfuggita dalle mani. Ho sempre e solo trovato delle tracce, i resti della sua muta. Quando riuscivo a determinarne la posizione, lei era già da un'altra parte. Trovavo solo dei segni, come quelle scritte sui tronchi degli alb...Continua
Pag. 16
Sidner
Ha scritto il Mar 07, 2019, 10:15
Questa vita non faceva per me. Evidentemente mi mancava quel gene che fa sì che quando ti trattieni a lungo in un certo luogo ci metti le radici. Ci ho provato molte volte, ma le mie radici erano sempre troppo corte e bastava un soffio di vento per f...Continua
Pag. 10
Sidner
Ha scritto il Mar 07, 2019, 10:12
Questo ago lo bucava da parte a parte, tracciando in verticale la terza dimensione; così infilzato, il panorama della mia infanzia non era altro che un giocattolo di gomma dal quale fuoriusciva tutta l'aria con un fischio.
Pag. 8
Sidner
Ha scritto il Mar 07, 2019, 10:10
Mi resi conto che è sempre meglio ciò che è in movimento rispetto a ciò che sta fermo; che il cambiamento è sempre più nobile della stabilità. Ciò che non si muove è soggetto alla disintegrazione, alla degenerazione e a ridursi in cenere, mentre ciò...Continua
Pag. 7

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi