Il ballo della morte

Voto medio di 1541
| 137 contributi totali di cui 133 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Anche i vampiri si ammalano. Così Jean-Claude, il seducente Master di St. Louis, viene chiamato al capezzale di un altro Master, Sabin, che si sta lentamente - ma inesorabilmente - consumando a causa di un morbo misterioso. Jean-Claude chiede a sua v ...Continua
Diana
Ha scritto il 04/02/18
Per ora, il più bello della serie!

« Je ne sais quoi è un modo elegante di per non dire nulla», replicai. «Significa qualcosa d'indefinibile che molto difficilmente si può esprimere a parole, ma petite. Una qualità che trascende il linguaggio.»

Iosca Gio92
Ha scritto il 09/10/16
Il ballo della morte

Intrigante

Izachan
Ha scritto il 02/06/16
Si si continuiamo cosi
In questo sesto volume ritroviamo Anita in uno stato d’animo non troppo frequente per lei: il fatto di rischiare di essere uccisa non in uno scontro diretto ma attraverso un letale colpo dalla distanza la turba al punto da assoldare come guardia del...Continua
L.
Ha scritto il 19/09/14

Niente di nuovo rispetto ai precedenti. Trama piatta e ripetitiva e dialoghi privi di personalità oltre che una protagonista che si preoccupa di nascondere ad ogni occasione le armi che ha indosso ma non prova nulla nell'uccidere una persona.

Eneri
Ha scritto il 28/07/14

"Il più bel cadavere che avessi mai visto sedeva di fronte alla mia scrivania, con una giacca di velluto nero che faceva risaltare i pizzi della camicia bianca..."
Anita Blake


Joe Banana's...
Ha scritto il Oct 09, 2011, 09:18
Ero nuda in una vasca piena di schiuma. E allora? Nessuno può metterti in imbarazzo se non glielo permetti.
Pag. 397
Joe Banana's...
Ha scritto il Oct 09, 2011, 08:50
Una delle prime cose che imparano gli sbirri è che tutti contano balle, alcuni per non rivelare qualcosa, altri solo per il puro gusto di farlo. Comunque sia, mentono tutti
Pag. 240
†Abigail †...
Ha scritto il Feb 02, 2011, 12:31
Sollevò il busto per posare le sue labbra sulle mie in un bacio gentile, poi si appoggiò su un braccio, scostandosi abbastanza per parlare. « Un tempo avresti potuto spaccarmi il cuore con un paletto o con un proiettile. » Mi prese una mano e se la p...Continua
Pag. 408
Asahi88
Ha scritto il Oct 16, 2010, 10:30
Richard si guardò. «Posso infilarmi un paio di pantaloni?» «È un peccato», ammisi, «ma fai pure.» «Vado in bagno a prendere la vestaglia», annunciò Jean-Claude. «Accomodati», replicai. «Perché non dici anche a me che è un peccato che io mi rivest...Continua
Pag. 306

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi