;
AK-47
Ha scritto il 22/06/19
Il romanzo dell'impotenza
Nella Catania del 1935, il giovane, bellissimo Antonio Magnano, dopo avere tentato senza successo la carriera diplomatica a Roma, sposa la meravigliosa Barbara, figlia del notaio Puglisi, uno degli uomini più in vista della città. Sembra il matrimoni...Continua
Angebet
Ha scritto il 26/11/18
Ingredienti: un siciliano bellissimo dalla fama di playboy, la virilità esibita come una dote in politica e famiglia, un difetto imperdonabile in una società fascista e puritana, i pettegolezzi di paese a sgretolare onore, famiglie e carriere. Consig...Continua
Skop's
Ha scritto il 25/07/18
Un quasi capolavoro
Questo libro è il caso di capolavoro... mancato. Bellissimo libro, davvero interessante, scritto benissimo, ma con scelte un po' strane, che si perde in sentieri che non portano da nessuna parte. I pregi che renderebbero questo libro un capovaloro so...Continua
Albertozeta
Ha scritto il 21/02/18
SPOILER ALERT
"Il Bell'Antonio" è per tre quarti un romanzo davvero strepitoso. Divertente, sarcastico, brillante, pieno di ritmo: un autentico piacere da degustare più che da divorare. Brancati mostra un senso dell'umorismo formidabile e se le immagini che trasme...Continua
Tadzio
Ha scritto il 29/01/18

La tragedia privata come rifugio dalla tragedia corale.

La tragedia corale come rifugio dalla tragedia privata.

Questa è la tensione sottesa all'intera narrazione.


Elly Chan10
Ha scritto il Aug 23, 2015, 10:18
Una cosa è la ragione che non perde mai comando dei suoi pensieri e un'altra il cuore che si fa nero per conto suo... Un uomo non dev'essere mai chiuso da un altro uomo in un recinto spinato o dietro una porta di ferro! E' un miracolo ch'egli non ne...Continua
Meursault
Ha scritto il Mar 08, 2015, 14:31
«Evviva!» gridò, profittando che la strada era deserta. «Gli altri avranno la libertà, ma l'Italia ha le donne!»
Pag. 41
Meursault
Ha scritto il Mar 06, 2015, 13:43
Ma sulla terra piena di misteri, il vivente più misterioso è forse l'uomo brutto.
Pag. 6
Mandorlamara...
Ha scritto il Jun 04, 2010, 11:50
"...e quando io l'abbracciavo, si stringeva forte al mio collo affinchè proprio io la difendessi da quello che stavo per svelarle"
Pag. 166
Sanasun
Ha scritto il Feb 13, 2008, 18:58
La casa del più rinomato notaio di Catania, Giorgio Puglisi, era situata in piazza Stesicoro, di fronte al vecchio tribunale. sul tetto del quale l'Etna, reso prossimo e quasi imminente dalla mancanza di oggetti che s'interpongano alla vista, spalanc...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

blues1855
Ha scritto il Feb 21, 2019, 20:05
Era tanto che non leggevo un libro che mi catturasse in questa maniera! Il personaggio di Antonio in effetti è un simbolo al contrario! Un oggetto sessuale come in quei tempi e non solo purtroppo lo erano le donne!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi