Il diavolo sulle colline

Voto medio di 492
| 41 contributi totali di cui 37 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
AK-47
Ha scritto il 03/02/19

Boh, sarà che lho letto a spizzichi e bocconi, tra un'andata al lavoro e il ritorno sui mezzi pubblici, ma non mi ha impressionato neppure questo secondo incontro con Pavese. Vedremo come andrà con il terzo tentativo.

Rokeby
Ha scritto il 20/09/16
Sono rimasto affascinato dalla scrittura di Pavese, nella prima parte, tra le campagne piemontesi, sembra di leggere una poesia, stupende descrizioni che ti immergono in un mondo fatto di natura, di un rinnego della civiltà e delle sue norme da parte...Continua
Nikla88
Ha scritto il 13/06/16

Qesto libro non mi ha fatto impazzire. L'ho trovato noioso e ripetitivo, la trama in generale è carina però non ho provato molto piacere nel leggerlo.

Francesca
Ha scritto il 16/08/15
2,5 stelline
Il suo stile è inconfondibile ma ho trovato questo libro un po' noioso. Sicuramente vengono descritti egregiamente le ambientazioni ed i personaggi, si respira un'aria di altri tempi. Ma la trama non mi ha particolarmente coinvolta, l'ho trovata "len...Continua
Catcarlo
Ha scritto il 22/01/15
Ritorno a Pavese dopo tanti anni e trovo che sono ancora vivi e giustificati i ricordi adolescenziali (o giù di lì) di stordenti estati piene degli umori della natura, di amicizie profonde come solo quelle giovanili sanno essere, di una scrittura cla...Continua

Maddalena
Ha scritto il Oct 07, 2019, 06:55
Mentre aspettavo mi guardavo intorno: l'intonaco scabro nella luce, un ciuffo d'erba sul terrazzo contro il cielo, il gran silenzio meridiano. Nello strepito del carro che s'allontanava, pensai che quelli per Oreste erano luoghi familiari, c'era nato...Continua
Pag. 39
Maddalena
Ha scritto il Oct 07, 2019, 06:51
La cosa più bella era quando scendevamo alla grotta o alle vigne - mangiare la frutta selvatica, buttarci sull'erba, cuocerci al sole. C'era sempre una costa, un cantuccio, un groviglio di piante, che non avevo ancora visto, toccato, assorbito. C'era...Continua
Pag. 84
Emanuela Fortunato
Ha scritto il May 17, 2015, 19:43
“C’è un valore nella vita del senso, nel peccato. Pochi uomini sanno i confini della propria sensualità .. sanno che è un mare. Ci vuole coraggio, e uno può liberarsi soltanto toccandone il fondo.”

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Nov 10, 2016, 10:27
853.9 PAV 546 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi