Il nostro agente all'Avana

Spy Stories n. 1

Voto medio di 1271
| 114 contributi totali di cui 106 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Jim Wormold, un mite rappresentante di aspirapolveri, riesce a farsi arruolare dal Servizio segreto britannico con l’unico obiettivo di guadagnare qualche soldo per risolvere le difficoltà economiche famigliari e finanziare la bella vita della figlia ...Continua
Giampetraglia Luigi
Ha scritto il 27/01/19
Jim Wormold, timido rappresentante di aspirapolveri nella Cuba pre-rivoluzionaria, accetta, non senza qualche iniziale titubanza, di servire la Corona Britannica, nella guerra di spie che si combatte tra le strade de L'Avana. Greene, inglese come Ian...Continua
La lettrice...
Ha scritto il 14/12/18
3 stelle per il libro + 1 stella bonus per la magia dell' Havana
Tra i libri da leggere consigliati prima di un viaggio a Cuba c'è questo libricino di Greene, satira dello spionaggio e dei servizi segreti britannici ai tempi della guerra fredda. Bella l'atmosfera esotica dell' Havana, tanti i posti citati che poi...Continua
Dan78 (Il nuovo...
Ha scritto il 18/07/17
007 - gli aspirapolvere nun se vendono!
Nella tediosa e ripetitiva e anche discretamente triste vita di un immigrato inglese che cerca di vendere aspirapolvere in una città nella quale la corrente tende a saltare piuttosto spesso, entra all’improvviso lo spionaggio. In un’epoca nella quale...Continua
Shura
Ha scritto il 13/03/17

Romanzo basato su equivoci e scambi di persona.
Me lo aspettavo sicuramente più divertente e più fluido nella lettura.
Senza infamia e senza lode insomma.

Peval
Ha scritto il 25/06/16
Non va da nessuna parte
Iniziato anche bene, il testo è facilmente comprensibile. Ma appena ci si inoltra nella trama non si riesce a scorgere nessuna "vetta", una di quelle cose necessarie a farti proseguire nella lettura. La storia dunque prosegue linearmente finchè l'int...Continua

mimmolo
Ha scritto il Aug 07, 2014, 16:56
Wormold disse a se stesso: Almeno, se riuscissi a ucciderlo, ucciderei per una ragione pulita. Ucciderei per dimostrare che non si può uccidere senza essere uccisi a nostra volta. Non ucciderei per il mio Paese. Non ucciderei per il capitalismo o il...Continua
Pag. 253
mimmolo
Ha scritto il Aug 02, 2014, 14:09
Lei non si preoccupa mai di niente? » Ho una mia difesa segreta, signor Wormold. Mi interesso alla vita. » « Anch’io, ma... » « No, a lei interessano le persone, non la vita, e le persone muoiono o ci abbandonano,.. mi scusi; non mi riferivo a sua mo...Continua
Pag. 21
mimmolo
Ha scritto il Aug 02, 2014, 14:09
Un giorno però, quando Milly aveva tredici anni, era stato chiamato all’educandato delle suore americane di Santa Chiara, nel bianco e ricco sobborgo di Vedacio. Lì aveva scoperto per la prima volta che la governante abbandonava Milly sotto l’immagin...Continua
Pag. 28
Federica
Ha scritto il Feb 01, 2010, 01:12
Si possono pubblicare statistiche che contano la popolazione in centinaia di migliaia di persone, ma per ciascuno di noi una città è fatta di poche vie, poche case, poche persone. Tolte quelle, la città non esiste più, se non come una zona dolorosa d...Continua
Pag. 232
Federica
Ha scritto il Feb 01, 2010, 01:08
- Una delle ragioni per cui l'Occidente detesta i grandi paesi comunisti è perché loro non riconoscono le distinzioni di classe. E allora capita che torturino le persone sbagliate. Come faceva Hitler, del resto, e infatti il mondo ha gridato allo sca...Continua
Pag. 192

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteca...
Ha scritto il Dec 21, 2015, 11:42
Collocazione: NR 536

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi