Il piccolo burattinaio di Varsavia

Voto medio di 82
| 25 contributi totali di cui 17 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questa è la storia di un coccodrillo, un giullare, una scimmia, una principessa e un principe: i burattini che Mika, un giovane ebreo confinato nel ghetto di Varsavia, trova nel cappotto ereditato dal nonno, un cappotto che si rivela magico, pieno di ...Continua

Ottima lettura soprattutto per ragazzi.

Cris
Wrote 4/29/19
Sorprendentemente sorpresa (in positivo)
Mi aspettavo qualcosa di poco comprensibile e un pò pesante, ma non è nulla di tutto ciò, anzi! Le tematiche sono pesanti, quelle sì: guerra, perdita, sofferenza, contraddizioni, scelte, violenza... e il modo in cui sono trattate approfondisce ognuna...Continua
Jejelilla
Wrote 2/11/19
Il piccolo Principe
Bello, bello, bello....un libro dal quale non mi aspettavo nulla, mi ha stupito, mi è entrato dentro e mi ha fatto pensare per giorni e giorni durante il periodo in cui lo leggevo......Mika, la sua famiglia, i suoi amici sterminati da un regime di te...Continua
faery
Wrote 11/16/17
Avevo messo gli occhi su questo libro da un pezzo e quindi avevo grandi aspettative quando finalmente me lo sono ritrovato tra le mani. La storia è carina ma, mi aspettavo qualcosa di diverso. La lettura è stata scorrevole e coinvolgente, ma probabil...Continua
Il piccolo burattinaio di Varsavia Eva Weaver Questo romanzo ha un so che di magico! Parte tutto da un vecchio cappotto e una locandina di uno spettacolo di burattini. Il periodo trattato è l'olocausto, Mika e Max senza volerlo saranno i protagonisti...Continua

Sidner
Wrote Sep 08, 2013, 21:43
Ama e rispetta.
Pag. 337
Sidner
Wrote Sep 08, 2013, 21:42
A volte, quando il vento soffiava in una particolare direzione, sentivamo il tintinnio della giostra in piazza Krasinski, nella zona ariana. Continuava a girare per i bambini polacchi con le sue musichette festose, mentre noi portavamo avanti la nost...Continua
Pag. 208
Sidner
Wrote Sep 08, 2013, 21:39
Così quel pomeriggio mi esibii di fronte al braccio destro del diavolo, Himmler in persona, l'uomo più potente dopo Hitler. Seduto in prima fila, aveva un aspetto assolutamente ordinario: brutto, molto magro, con baffi neri e occhiali tondi e dorati....Continua
Pag. 199
Sidner
Wrote Sep 08, 2013, 21:33
Strano a dirsi, ma la paura ha davvero un sapore: sa di sangue e ferro, è aspra e amara.
Pag. 150
Sidner
Wrote Sep 08, 2013, 21:32
Più del pane, la poesia è necessaria, in un'epoca in cui sembra non servire...
Pag. 82

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add