Il richiamo della foresta

Voto medio di 4461
| 303 contributi totali di cui 287 recensioni , 6 citazioni , 4 immagini , 6 note , 0 video
Più di un romanzo di avventura, molto più di un libro per ragazzi, "Il richiamo della foresta" è un capolavoro della letteratura americana: la storia del cane Buck, strappato al suo padrone in California e portato nel freddo Klondike al servizio di c ...Continua
Chiara M.
Ha scritto il 19/08/19
Il testo trascende la categoria, nella quale talvolta viene costretto, di "letteratura per ragazzi". È un'opera con cui dovrebbero confrontarsi tutti gli amanti della lettura; è un libro "primordiale", nel senso che descrive il richiamo impellente ch...Continua
Pasquale Tocci
Ha scritto il 07/05/19

Bel libro! Consigliato. Lettura agevole e trama coinvolgente (anche se spesso fin troppo cruda).

Veidt1
Ha scritto il 07/02/19
Cani
Di buono c'e' che non e' un libro scritto da cani, come molti libracci che vanno di moda adesso. Ma non mi ha detto molto, forse perche' a furia di guardare in tv questi invasati che vanno per finta "into the wild", o quelli che ci vanno davvero ma s...Continua
Novacaina
Ha scritto il 06/01/19
Bellissimo libro, dove la storia di Buck, oltre ad adattarsi perfettamente al cane, si adatta facilmente anche all'uomo, che nelle maglie della società deve essere civilizzato e gli istinti più crudi li deve sopprime con la ragione, niente di sbaglia...Continua
Bed & Books
Ha scritto il 25/11/18

A tratti emozionante, a tratti doloroso, avvincente, un libro da leggere.


Raflesia
Ha scritto il Jul 27, 2018, 15:39
“C’è una pazienza della foresta, ostinata, instancabile, persistente come la vita stessa, che trattiene per ore il ragno, immobile, nella sua tela, e il serpente nelle sue spire e la pantera nella tensione dell’agguato; è la pazienza caratteristica d...Continua
Pag. 104
Raflesia
Ha scritto il Jul 27, 2018, 15:39
“Al di sopra fiammeggiava gelida l’aurora boreale, oppure le stelle balzavano nella danza del gelo, mentre la terra giaceva intorpidita, sotto un sudario di neve e il canto degli eschimesi avrebbe potuto essere la sfida della vita, ma era un canto in...Continua
Pag. 39
Marzia
Ha scritto il Sep 29, 2015, 08:16
Vi è un’estasi che segna la sommità della vita e oltre la quale la vita non può elevarsi. E il paradosso dell’esistenza è tale, che quest’estasi viene quanto più si è vivi, e si presenta come un completo oblio di vivere.
Pag. 35
Letizia_
Ha scritto il Aug 27, 2013, 20:49
Vi è un'estasi che segna la sommità della vita e oltre la quale non può levarsi. E il paradosso dell'esistenza è tale, che quest'estasi viene quando più si è vivi, e si presenta come un completo oblio di vivere.
Pag. 81
Ashre
Ha scritto il Oct 30, 2010, 21:15
C'è un'estasi che segna l'apice della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. Ed è questo il paradosso dell'esistenza: questa estasi viene quando più si è vivi, e viene come completo oblio della vita. Questa estasi, questo oblio della vita...Continua
Pag. 41

Zeno
Ha scritto il Oct 26, 2018, 20:36
Copertina
Copertina
Editrice Sonzogno - 1948 Traduzione di Gastone Rossi
Michele Toschi
Ha scritto il Oct 23, 2017, 18:01
Michele Toschi
Ha scritto il Oct 23, 2017, 17:47
Barlow
Ha scritto il Jan 02, 2015, 23:12
Il richiamo della foresta
Il richiamo della foresta

Biblioteca Vitale
Ha scritto il Apr 28, 2019, 17:20
Biblioteca...
Ha scritto il Apr 08, 2017, 10:55
Biblioteca...
Ha scritto il Jun 22, 2016, 08:25
Collocazione: AVV 19 (5 copie)
Biblioteca...
Ha scritto il Feb 16, 2016, 10:44

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi