Il richiamo della foresta

Voto medio di 4490
| 306 contributi totali di cui 288 recensioni , 6 citazioni , 6 immagini , 6 note , 0 video
Più di un romanzo di avventura, molto più di un libro per ragazzi, "Il richiamo della foresta" è un capolavoro della letteratura americana: la storia del cane Buck, strappato al suo padrone in California e portato nel freddo Klondike al servizio di c ...Continua
Pier
Ha scritto il 07/06/20

Questo libro mi è piaciuto perché ho trovato leggendolo la fatica, l’avventura, l’amore per la natura e l’amore dei cani

Contessa
Ha scritto il 15/04/20

Un piccolo viaggio nelle terre estreme. L'adattamento alle avversità che la vita pone davanti. Accettare il cambiamento, senza perdere se stessi, anzi, ritrovando la vera natura di sé.

[ti rompo il...
Ha scritto il 02/01/20
piove

Booking secondo me ti scrive la domenica
E ti dice

Piovono offerte, aprite gli ombrelli

CristyGranger
Ha scritto il 31/12/19
Buck
Avevo questo libro sin da quando ero bambina, e non avevo mai avuto il coraggio di leggerlo per pura di soffrire troppo, e la mia paura non era certamente infonfondata, ogni ingiustizia recata a Buck, ogni colpo di frusta, ogni bastonata, ogni soffer...Continua
Chiara M.
Ha scritto il 19/08/19
Il testo trascende la categoria, nella quale talvolta viene costretto, di "letteratura per ragazzi". È un'opera con cui dovrebbero confrontarsi tutti gli amanti della lettura; è un libro "primordiale", nel senso che descrive il richiamo impellente ch...Continua

Raflesia
Ha scritto il Jul 27, 2018, 15:39
“C’è una pazienza della foresta, ostinata, instancabile, persistente come la vita stessa, che trattiene per ore il ragno, immobile, nella sua tela, e il serpente nelle sue spire e la pantera nella tensione dell’agguato; è la pazienza caratteristica d...Continua
Pag. 104
Raflesia
Ha scritto il Jul 27, 2018, 15:39
“Al di sopra fiammeggiava gelida l’aurora boreale, oppure le stelle balzavano nella danza del gelo, mentre la terra giaceva intorpidita, sotto un sudario di neve e il canto degli eschimesi avrebbe potuto essere la sfida della vita, ma era un canto in...Continua
Pag. 39
Marzia
Ha scritto il Sep 29, 2015, 08:16
Vi è un’estasi che segna la sommità della vita e oltre la quale la vita non può elevarsi. E il paradosso dell’esistenza è tale, che quest’estasi viene quanto più si è vivi, e si presenta come un completo oblio di vivere.
Pag. 35
Letizia_
Ha scritto il Aug 27, 2013, 20:49
Vi è un'estasi che segna la sommità della vita e oltre la quale non può levarsi. E il paradosso dell'esistenza è tale, che quest'estasi viene quando più si è vivi, e si presenta come un completo oblio di vivere.
Pag. 81
Ashre
Ha scritto il Oct 30, 2010, 21:15
C'è un'estasi che segna l'apice della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. Ed è questo il paradosso dell'esistenza: questa estasi viene quando più si è vivi, e viene come completo oblio della vita. Questa estasi, questo oblio della vita...Continua
Pag. 41

Barlow
Ha scritto il Apr 26, 2020, 06:41
Il miglior film
Il miglior film
Il più bel film tratto da London: Charlton Heston, Michelle Mercier, Raimund Harmstorf, George Eastman, Maria Rohm, Rick Battaglia. Regia di Ken Annakin (1972). Girato nei luoghi. Con la splendida musica di Carlo Rustichelli. Inarrivabile.
Zeno
Ha scritto il Oct 26, 2018, 20:36
Copertina
Copertina
Editrice Sonzogno - 1948 Traduzione di Gastone Rossi
Michele Toschi
Ha scritto il Oct 23, 2017, 18:01
Michele Toschi
Ha scritto il Oct 23, 2017, 17:47

Biblioteca Vitale
Ha scritto il Apr 28, 2019, 17:20
Biblioteca...
Ha scritto il Apr 08, 2017, 10:55
Biblioteca...
Ha scritto il Jun 22, 2016, 08:25
Collocazione: AVV 19 (5 copie)
Biblioteca...
Ha scritto il Feb 16, 2016, 10:44

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi