Io so perché canta l'uccello in gabbia

di | Editore: Beat
Voto medio di 144
| 25 contributi totali di cui 22 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Pubblicato per la prima volta nel 1969, Io so perché canta l’uccello in gabbia è uno dei libri fondamentali del Novecento, uno tra i migliori mille libri di sempre, secondo larga parte della stampa e delle riviste letterarie americane.Descrivendo i p
Monnalisa
Ha scritto il 17/11/19
Se crescere è doloroso per una bambina nera...
Maya Angelou, nella sua vita, ha sempre avversato il razzismo perché il razzismo l’ha vissuto e patito fin da piccolissima quando venne spedita assieme a suo fratello Bailey nel Sud. “Eravamo arrivati nel piccolo paese ammuffito quando io avevo tre a...Continua
Albertozeta
Ha scritto il 25/02/19
La vita reale, diceva Mark Twain, ha un grande vantaggio rispetto alla fiction: non è obbligata ad essere realista. Questo è senz'altro vero, ma a partire dal momento in cui si trasforma in narrativa ha, almeno a mio modo di vedere, l'obbligo di esse...Continua
Cristinameglioli
Ha scritto il 19/07/18
"I bisogni di una società ne determinano l'etica, e nei ghetti neri d'America l'eroe è colui a cui vengono offerte solo le briciole della tavola del suo paese, ma che, con ingegnosità e coraggio, è capace di prepararsi un banchetto luculliano."
Di Maya Angelou conoscevo il mito, ciò che ha rappresentato e rappresenta tutt’ora per la comunità afro-americana, per le donne afro-americane e non solo. Ragazza madre a 17 anni, Maya ha fatto di tutto, la tranviera, la cameriera, la cuoca, la mezza...Continua
Malleveria
Ha scritto il 12/12/17
“Mentre mangiavo Mrs. Flowers cominciò la prima di quelle che più tardi definimmo «le mie lezioni di vita». Disse che dovevo sempre essere intollerante verso l’ignoranza ma comprensiva verso l’analfabetismo.” La trovo una cosa calzante l’attualità, q...Continua
Jimmy
Ha scritto il 16/08/17
" Ricordo di non aver mai creduto che i bianchi fossero veramente veri."
Un'autobiografia scritta dalla stessa autrice che ripercorre le fasi della sua vita da quando fu abbandonata , all'età di tre anni insieme col fratellino di appena un anno più grande , ed affidata alle cure di "Momma" , la nonna paterna , e del frate...Continua

Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2015, 18:48
Le mie lacrime non erano per Bailey, mamma o me stessa, ma per l'impotenza dei mortali costretti a sopportare la vita. Per sfuggire a questa fine amara dovremmo tutti rinascere conoscendo le alternative. Già, e poi?
Pag. 213
Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2015, 18:46
Se chiedi a un nero dove è stato, ti dirà dove sta andando.
Pag. 161
Sidner
Ha scritto il Jun 28, 2015, 18:46
D'altra parte, le parole di Patrick Henry mi avevano toccato a tal punto che ero stata capace di tirarmi su dritta e dire tremante: "Non so che strada prenderanno gli altri, quanto a me, datemi la libertà o la morte". Eravamo di nuovo a galla. Come s...Continua
Pag. 152

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi