L'assassinio del Commendatore. Libro primo

Idee che affiorano

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 432
| 65 contributi totali di cui 54 recensioni , 9 citazioni , 2 immagini , 0 note , 0 video
Una borsa con qualche vestito e le matite per disegnare. Quando la moglie gli
dice che lo lascia, il protagonista di questa storia non prende altro: carica tutto
in macchina e se ne va di casa. Del resto che altro può fare? Ha trentasei anni,
...Continua
Lorenzo Balzaretti
Ha scritto il 12/05/19

Non vedo l'ora di leggere il seguito. Murakami maestro nel narrare la semplicità della vita quotidiana colorando ogni attimo della giornata. Spero in una narrazione più movimentata ricalcando la parte finale della prima parte della storia.

david
Ha scritto il 08/05/19
Haruki Murakami - L'assassinio del commendatore Vol. 1
Murakami è uno dei miei autori preferiti ed ogni volta che esce un suo nuovo libro la curiosità è tanta, soprattutto perché stiamo parlando di uno scrittore che riesce sempre a stupire con storie che mischiano realtà e sogno. Questa volta l'approccio...Continua
Lamù
Ha scritto il 08/05/19

È la prima volta che un libro di Murakami mi delude. L’ho trovato lento ed a tal punto ripetitivo da diventare irritante. Leggerò comunque il seguito: Murakami merita una seconda chance.

Francesco Delor
Ha scritto il 19/04/19

Murakami è un uomo gentile. E scrive libri pieni di umanità e di poesia

Filo9
Ha scritto il 11/04/19

Il linguaggio di Murakami è come sempre scorrevole e comprensibile, e riesce a portarti velocemente dentro la storia. Giudizio finale sospeso, trattandosi della prima parte di un romanzo diviso in due (perchè, poi?).


matela
Ha scritto il Mar 16, 2019, 15:53
"Ci sono delle verità che è meglio ignorare. Ma non si può restare all'oscuro per sempre. Prima o poi, a tempo debito, anche tappandoci bene le oreccchie, il rumore della verità arriva a morderci il cuore. Non lo si può fermare. Se non siamo d'accord...Continua
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:28
Uno cammina su una strada che crede sia la propria, quella giusta, e tutt’a un tratto la strada gli viene a mancare sotto i piedi. Cosí deve avanzare nel vuoto, senza sapere dove va, senza avere alcun appiglio. Ecco cosa si prova
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:28
Ero in preda a una paralisi emotiva. Quella paralisi che il cuore genera automaticamente davanti a un dolore violento, quando si desidera fortemente qualcuno ma, questo qualcuno, non lo si può avere. Un’anestesia dell’anima.
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:27
La verità è una rappresentazione, – continuò, – e la rappresentazione è verità. La cosa migliore è accettare cosí com’è la rappresentazione.
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:26
Adoravo quell’istante. L’istante in cui ciò che esiste e ciò che non esiste si confondono

matela
Ha scritto il Mar 23, 2019, 21:31
"Andai nel soggiorno, dallo scaffale dei dischi presi un cofanetto che conteneva un set di lp del Don Giovanni (di Mozart), scorsi con gli occhi la nota introduttiva. Verificai: si, a venire ucciso nella scena iniziale era proprio il Commendatore."
"Andai nel soggiorno, dallo scaffale dei dischi presi un cofanetto che conteneva un set di lp del Don Giovanni (di Mozart), scorsi con gli occhi la nota introduttiva. Verificai: si, a venire ucciso nella scena iniziale era proprio il Commendatore."
robberto
Ha scritto il Jan 22, 2019, 14:54

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi