L'assassinio del Commendatore

Libro primo. Idee che affiorano

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 355
| 55 contributi totali di cui 45 recensioni , 9 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
Una borsa con qualche vestito e le matite per disegnare. Quando la moglie gli
dice che lo lascia, il protagonista di questa storia non prende altro: carica tutto
in macchina e se ne va di casa. Del resto che altro può fare? Ha trentasei anni,
...Continua
Gabriele
Ha scritto il 18/03/19
L'ASSASSINIO DEL COMMENDATORE. LIBRO PRIMO. IDEE CHE AFFIORANO
Un pittore ritrattista di successo, dopo sei anni di tranquillo matrimonio, scopre che la moglie ha un altro. Un fulmine a ciel sereno che lo lascia deluso e annientato. Decide allora di abbandonare la casa e rifugiarsi lontano dalla città, ospite d...Continua
ChAlMa
Ha scritto il 28/02/19

...guardare bene le immagini di copertina di questo volume e del volume II :))...

Lilli Luini
Ha scritto il 27/02/19
Commento unico ai due volumi
Con questo romanzo, Murakami trova a mio parere la sintesi perfetta fra il realismo psicologico e il surreale, che sono un po’ le sue due anime. A parer mio ci riesce soprattutto attraverso una scrittura che è al contempo scorrevole, semplice e ricca...Continua
skandri
Ha scritto il 25/02/19

Sono fortemente e tristemente colpita dalla banalità di questa lettura. Confido, ma non i illudo, nella seconda parte della storia.

Annalogora
Ha scritto il 24/02/19
murakami mi sorprende sempre: struttura narrativa semplice, linguaggio piano, eppure quando comincio a leggelo resto uncinata. qui l'aspetto "fantastico" lo trovo più interessante (non so se dipenda dall'autore o da un percorso mio) perché ha una co...Continua

matela
Ha scritto il Mar 16, 2019, 15:53
"Ci sono delle verità che è meglio ignorare. Ma non si può restare all'oscuro per sempre. Prima o poi, a tempo debito, anche tappandoci bene le oreccchie, il rumore della verità arriva a morderci il cuore. Non lo si può fermare. Se non siamo d'accord...Continua
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:28
Uno cammina su una strada che crede sia la propria, quella giusta, e tutt’a un tratto la strada gli viene a mancare sotto i piedi. Cosí deve avanzare nel vuoto, senza sapere dove va, senza avere alcun appiglio. Ecco cosa si prova
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:28
Ero in preda a una paralisi emotiva. Quella paralisi che il cuore genera automaticamente davanti a un dolore violento, quando si desidera fortemente qualcuno ma, questo qualcuno, non lo si può avere. Un’anestesia dell’anima.
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:27
La verità è una rappresentazione, – continuò, – e la rappresentazione è verità. La cosa migliore è accettare cosí com’è la rappresentazione.
sandro's
Ha scritto il Feb 21, 2019, 05:26
Adoravo quell’istante. L’istante in cui ciò che esiste e ciò che non esiste si confondono

roberto
Ha scritto il Jan 22, 2019, 14:54

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi