L'eredità scomoda

Da Falcone ad Andreotti. Sette anni a Palermo

Voto medio di 29
| 2 contributi totali di cui 2 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un dialogo serrato tra due magistrati che hanno vissuto a Palermo gli anni del grande scontro con Cosa Nostra. Dal confronto tra Gian Carlo Caselli, che è stato il capo della procura di Palermo, e Antonio Ingroia, suo sostituto,allievo di Giovanni Fa ...Continua
Elenalugo
Wrote 10/25/09
"mi dico che Borsellino e Falcone hanno avuto ragione a dire che la mafia si poteva battere. Purechè lo si volesse davvero" (Giancarlo Caselli). In questo documento importantissimo Ingroia e Caselli si alternano per descrivere la mafia e la lotta all...Continua
Unfalone
Wrote 6/9/09
Certo, l'argomento è importante, però dal punto di vista strettamente letterario non è un gran che.Ottimo per giornalisti, magistrati, appassionati di politica. Eccessivamente apologetico: i due magistrati sembrano volersi sempre difendere dalle accu...Continua

- TIPS -
No element found
Add the first quote!

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add