L'ombra delle colline

Voto medio di 132
| 31 contributi totali di cui 27 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Oscar Mondadori
AK-47
Ha scritto il 13/09/19
Deludente
Stefano, quarantenne non sposato, torinese trapiantato a Roma, decide di partire, insieme alla sua amica ed ex fidanzata Lu, per andare a trovare il suo vecchio padre a Torino. Il lungo viaggio in macchina sarà l'occasione per ripercorrere, nei ricor...Continua
Carmine Castiello
Ha scritto il 26/03/19
Libro notevolissimo sia per stile che per contenuti, consigliato. È la storia di un ritorno a casa, nelle Langhe, che è metafora di un viaggio, di un passaggio tra due età, tra due fasi della vita. Un viaggio per ricomporre se stesso,riprendere i fil...Continua
supernonno
Ha scritto il 01/03/19
Contributo disperso nella seconda versione di Anobii

Contributo disperso nella seconda versione di Anobii

Maurizio A. R.
Ha scritto il 22/11/18
Sul profilo biografico di Arpino leggo che il suo stile sarebbe "asciutto e irconico", e non riesco a farmene una ragione. Asciutto proprio no. Frasi molto lunghe, rinvii, subordinate, aggettivi a pioggia (qualcuno sorprendente: forse un tributo agli...Continua
Albertozeta
Ha scritto il 21/08/18
Parafrasando Tarantino, i libri sono come il vino: alcuni invecchiando migliorano, altri vanno in aceto. Ecco, leggere "L'ombra delle colline" è stato un po' come sorseggiare un bicchiere di un prodotto un tempo pregiato che però invecchiando, ahilui...Continua

Kill them all
Ha scritto il Oct 27, 2012, 07:24
Forse potremmo essere contenti così come siamo,se non sapessimo ciò che siamo stati.
Pag. 227
Kill them all
Ha scritto il Oct 27, 2012, 07:23
Privo della necessaria perizia che consente a un uomo di destreggiarsi e sopportarsi entro i limiti della sua stessa disordinata materia.
Pag. 181
Kill them all
Ha scritto il Oct 27, 2012, 07:23
Il porto appariva lurido,tra rugginosi arti in abbandono,un gigante morto che la rigidità cadaverica costringe,tra ginocchi inchiodati,leve nelle braccia,pinze di dita,a giacere orribilmente scomposto.
Pag. 138
Kill them all
Ha scritto il Oct 27, 2012, 07:21
Ma soprattutto ciascuno pareva avesse gran bisogno solo di restringersi attorno alle proprie ossa,alla visione dell'unico giorno che si andava vivendo e che bisognava portare alla fine.Le umili,intoccabili necessità quotidiane,entro le quali ci si vo...Continua
Pag. 114

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi