Voto medio di 1236
| 167 contributi totali di cui 128 recensioni , 38 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
Il mito platonico della caverna, rivisitato da Saramago e portato ai giorninostri: la storia di un vasaio cui viene rifiutata la solita fornitura distoviglie da parte del Centro, simbolo del potere nell'età della globalizzazione. L'artigiano si trove ...Continua
Fabrizio
Ha scritto il 20/02/19
Singolare lo stile di punteggiatura adottato da Saramago, col quale si fatica inizialmente a familiarizzare per poi entrare nella sua struttura che fa cogliere al meglio il pensiero. La Caverna è un'opera moderna rivisitata dell'antico mito di Platon...Continua
Alberto...
Ha scritto il 06/08/18
SPOILER ALERT
La modernità e la sua caverna
Il mito di Platone, come a volte capita nelle opere di Saramago, ispirato dal titolo compare poi solo nelle ultime pagine. Il romanzo è bello, splendido, come molti altri dell'autore portoghese. Meno immersivo di altri, ma ugualmente umano e induttor...Continua
TheBluE
Ha scritto il 29/06/18
Essendo il mio primo approccio a Saramago non sapevo della sua particolare scelta della punteggiatura, tanto da pensare che ci fosse qualche problema nella stampa. Infatti ci sono periodi molto lunghi e domande senza punto di domanda che rendono la...Continua
Jack
Ha scritto il 19/09/17
"La verita' non e' l'ombra proiettata dal fuoco sul fondo della caverna", questo Cripriano Algor l'ha capito, la vita e' la sua fornace, il suo cane Trovato, la campagna in cui e' sempre vissuto e la donna, Isaura, a cui si e' dichiarato. Non puo' un...Continua
Glò
Ha scritto il 30/03/17
Libro: "La caverna" di José Saramago
Questa è la storia di Cipriano Algor e della figlia Marta e del genero Marçal. Cipriano è un vasaio, ha una piccola proprietà con annessa una fornace, vestigia dell'attività artigianale di famiglia. Ha una casa, ma non ha una moglie, deceduta per mal...Continua

Mauro Torquati57
Ha scritto il Oct 17, 2016, 08:02
Com'è difficile separarsi da quello che abbiamo fatto, sia esso cosa o sogno, anche quando lo abbiamo già distrutto con le nostre stesse mani.
Pag. 178
Mauro Torquati57
Ha scritto il Oct 17, 2016, 08:01
In materie di cuore e sentimenti, è sempre stato meglio il troppo piuttosto che il poco.
Pag. 87
Zanna3
Ha scritto il Sep 04, 2012, 13:06
L'espressione verbale umana non sa, e probabilmente non lo saprà mai, conoscere, riconoscere e comunicare tutto quanto è umanamente sperimentabile e sensibile.
Pag. 289
Zanna3
Ha scritto il Sep 04, 2012, 13:03
Con queste o con altre parole si è già ricordato che tutti i giorni passati sono vigilie e tutti i giorni futuri sono ciò-che-sarà. Tornare a essere vigilia, almeno per un'ora, è il desiderio impossibile di ogni ieri che è passato e di ogni oggi che...Continua
Pag. 259
Zanna3
Ha scritto il Sep 04, 2012, 13:01
Dicono gli intenditori che viaggiare è importantissimo per la formazione dello spirito, eppure non c'è bisogno di essere un luminare dell'intelletto per capire che gli animi, per quanto viaggiatori siano, hanno bisogno di tornare di tanto in tanto a...Continua
Pag. 255

Sebyzukk1
Ha scritto il May 29, 2019, 16:23

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi