La masseria delle allodole

Voto medio di 2102
| 396 contributi totali di cui 384 recensioni , 11 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
1 compact disc MP3 (7 h, 35 m); 12 cm
Edizione letta: Rizzoli, 2004
George
Ha scritto il 04/06/19

Struggente monumento ai ricordi familiari, alla sofferenza di un popolo, grido doloroso a non dimenticare. Implacabile accusa contro i negazionismi

Paola Rozzoni
Ha scritto il 11/04/19
Poeticamente agghiacciante
Questo libro mi è stato consigliato da una guida del monastero armeno che si trova a Venezia sull'isola di S.Lazzaro, per farmi un'idea del genocidio che nel 1915 sterminò circa un milione e mezzo di armeni per mano dell'impero ottomano. Leggendolo...Continua
TomomoT
Ha scritto il 18/02/19
L'orrore del barocco
Riprendendo le fila della storia della propria famiglia Antonia Arslan, racconta l'agghiacciante storia dell'eccidio degli Armeni. Una storia di orrori e di crudeltà senza pari trasfigurata solo in parte da una scrittura minuziosa e poetica che pesca...Continua
Xsavier
Ha scritto il 28/12/18
Stupendo
La prima parte del libro rimane un po' pesante e poco scorrevole, poi il ritmo diventa incalzante e la lettura diventa piacevole. Lo sterminio degli armeni in Turchia, narrando la storia di una famiglia, mi fa luce sulla questione armena. Consigliato...Continua
paolo frighetto
Ha scritto il 27/09/18

non parla, agisce ( p.31 )
nessuno ci ha promesso che sarebbe durato per sempre ( p.89 )
immerso nella sua solitudine ( p.187 )


cloudbuster
Ha scritto il Jun 16, 2012, 11:46
Un singolo morto era prima un essere che respirava, era vivo, e la sua spoglia è un cadavere che può essere onorato: centomila morti sono un mucchio in putrefazione, un cumulo di letame, più nulla del nulla, un'immonda realtà di cui disfarsi.
Pag. 85
Elicy
Ha scritto il May 19, 2011, 14:45
.. tutti, tutti sono finiti ora dentro quel bordo infiammato dell'anima che scotta a toccarlo.
Pag. 124
Elicy
Ha scritto il May 19, 2011, 14:44
Ma i padri non tornano. È notte fonda ormai, e nessuno pensa a dormire. Svogliatamente i bambini vengono messi a letto; ma tranne i più piccoli, si alzano subito di nuovo, silenziosi, senza piangere, per stare vicini alle madri, alle nonne, di cui pe...Continua
Pag. 118
Elicy
Ha scritto il May 19, 2011, 14:44
.. ma il nonno le ha dato un'altra cosa: l'eco vivente di odori e sapori, un nutrimento vero, la nascita della nostalgia (per un paese che non esiste più, per le colonne dei deportati, per una famiglia morente sotto il sole velenoso, per le tombe sco...Continua
Pag. 38
Elicy
Ha scritto il May 19, 2011, 14:43
Dopo tanti anni, è nell'odoroso interno brulicante di gente che mi sento a casa, nel caldo nido di una volta: non estranea, non ospite, ma passeggera in attesa di un treno di cui non conosco l'orario. So soltanto che da qui passerà, da questa grande...Continua
Pag. 15

Beatrice
Ha scritto il Apr 26, 2016, 17:17

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi