La promessa

Un requiem per il romanzo giallo

Voto medio di 2356
| 359 contributi totali di cui 347 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un investigatore infallibile, i suoi colleghi ottusi e altezzosi, un delitto raccapricciante la cui vittima è un bambino di sette anni e, infine, la rivelazione dell'assassino.
Sally68
Ha scritto il 13/12/18
Un ambulante inciampa nel corpo senza vita di una bambina. Von Gunten, questo il suo nome, viene subito sospettato e interrogato, sfinito alla fine contessa ma poco dopo si toglie la vita. L'ispettore Matthäi, che seguì il caso ne rimase cosi sconv...Continua
Gi
Ha scritto il 10/12/18
Al limite del banale, come storia e scrittura
Libro che narra le ricerche dell'assassino di giovani bambine. Scritto in maniera molto semplice, quasi banale (arrivo da "Libertà", scritto con uno stile incredibilmente leggiadro), storia avvincente a tratti, non fa in tempo ad emozionare sul serio...Continua
Marvic
Ha scritto il 30/11/18
null
"Un requiem per il romanzo giallo": dove la meccanica del giallo deve soccombere al cieco caso e a farne le spese è il poliziotto investigatore Matthai, che incarna la presunta infallibilità della logica e del ragionamento. Vincolato dalla promessa f...Continua
Jessica Fletcher
Ha scritto il 01/07/18
Con questo romanzo breve mi è stato possibile rifocillarmi dopo una lettura merdosissima abortita e contemporaneamente depennare un titolo dalla mia interminabile lista desideri. Anche se la fine non è certo come l'avrei voluta, mi ricorda ancora una...Continua
Georgiana1792
Ha scritto il 01/07/18
Un giallo che non è un giallo, ma una beffa. Il detective non ricava nessuna soddisfazione dalla soluzione del caso che gli ha cambiato irrimediabilmente la vita. Un crimine efferato che non viene punito dall'uomo, ma da una mano divina indifferente...Continua

PseudoPersonality
Ha scritto il Jul 13, 2017, 09:40
Non mi riferisco solo alla circostanza che tutti i vostri criminali trovano la punizione che si meritano. Perchè questa bella favola è senza dubbio moralemnte necessaria. Appartiene alle menzogne ormai consacrate, come pure il pio detto che il delitt...Continua
Pag. 15
Beabulzacca
Ha scritto il Mar 16, 2017, 19:53
Svizzera, anni '50. Il libro comincia con una conversazione tra un commissario e un giornalista, un dialogo che funge da cornice narrativa in cui l'autore espone la sua visione. Una visione pessimista, ma vera: per quanto la nostra razionalità sia sv...Continua
Stefano Menegon
Ha scritto il Jul 09, 2016, 13:07
"Niente è più crudele di un genio che inciampa in qualcosa di idiota. Tuttavia in circostanze simili tutto dipende dal modo in cui il genio affronta il ridicolo in cui è caduto, dal fatto che lo possa accettare oppure no."
Pag. 137
Stefano Menegon
Ha scritto il Jul 09, 2016, 13:05
"Delitti ne accadevano sempre, non perché c'erano troppo pochi poliziotti, ma proprio perché esistevano dei poliziotti. Se noi non fossimo necessari non ci sarebbero neppure delitti. Non dovevamo perdere di vista questo fatto. Il nostro dovere andava...Continua
Pag. 72
evolvingdodo
Ha scritto il Sep 25, 2010, 13:44
Anche il peggiore dei casi si avvera di quando in quando. Siamo uomini, dobbiamo tenerne conto, armarci contro questa realtà, e soprattutto avere ben chiaro in mente che riusciremo a evitare il naufragio nell'assurdo, che per forza di cose risulta se...Continua
Pag. 137

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi