La regola dell'equilibrio

Profondo nero n. 2

Voto medio di 1357
| 280 contributi totali di cui 224 recensioni , 53 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Un eroe restio. Un dubbio morale assoluto.È una primavera strana, indecisa, come l’umore di Guido Guerrieri. Messo all’angolo da una vicenda personale che lo spinge a riflettere sulla propria esistenza, Guido pare chiudersi in sé stesso. Come interlo ...Continua
Andrea de Filippis
Ha scritto il 10/09/19
Non emoziona
Questa volta il protagonista avv. Guerrieri deve difendere un famoso giudice dall’accusa infamante di corruzione. Guerrieri si lacera nel dubbio se accettare le regole deontologiche o rispondere alla propria coscienza e da qui l'equilibrio che ognun...Continua
Inaeugenia
Ha scritto il 07/08/19
Romanzo con l'avv. Guerrieri, inizia lentamente e poi diventa avvincente. Alterna pagine dense di considerazioni e procedure legali con un linguaggio specifico per me difficile con pagine più leggere relative alla quotidianità professionale e persona...Continua
utti
Ha scritto il 05/08/19
Questo libro di Carofiglio non mi ha convinto del tutto. La trama ha stentato un pochino a partire e le parentesi tecniche sono state eccessive. Nel complesso comunque stile godibile e inconfondibile (le riflessioni sull'etica meritano una menzione a...Continua
Renato Carlo...
Ha scritto il 14/06/19
Recensione: la regola dell’equilibrio di Carofiglio e la crisi di coscienza, quando il dubbio mette in crisi chi siamo.
Vi sono occasioni nella vita in cui si ringrazia la sorte di avere l’influenza; non dico necessariamente quando vuoi stare a casa dal lavoro, bensì quando hai l’opportunità di imbatterti in letture che via via si rivelano irrinunciabili. Intendo rife...Continua
MisterEdo
Ha scritto il 02/04/19
Da tagliare
Buono come tutti i libri di Carofiglio letti o ascoltati fino ad ora, ma questo avrebbe bisogno di qualche taglio per renderlo ottimo piuttosto che buono. A volte Carofiglio esagera con pagine tecnicistiche ed in questo romando forse ha superato se s...Continua

blissonmarch
Ha scritto il Mar 19, 2019, 11:00
Com'era quella frase dei "Fratelli Karamazov" ? "Chi mente a se stesso e presta ascolto alle proprie menzogne arriva al punto di non distinguere più la verità, né in se stesso, né intorno a sé". La citava spesso mio nonno, e diceva che la regola d...Continua
Arwen 74
Ha scritto il Dec 15, 2017, 10:14
“Ho voglia di sparire in un buco... di non vedere più niente, di non dover più distinguere ciò che è bene e ciò che è male”.
Pag. 247
Arwen 74
Ha scritto il Dec 14, 2017, 16:57
A volte,nelle perquisizioni come nella vita, passi davanti a qualcosa di decisivo e non te né accorgi. Perché non sai cosa cercare o perché magari quel qualcosa è troppo evidente per essere visto. Nelle perquisizioni, come nella vita, non è un proble...Continua
Pag. 131
Arwen 74
Ha scritto il Dec 14, 2017, 16:08
Non è mai troppo tardi per essere chi saresti voluto essere.
Pag. 112
Cleo
Ha scritto il Nov 01, 2017, 16:02
Sembrava passata una vita dalla mattina della nostra chiacchierata al sole, appoggiati al muro del tribunale. E forse era così, perché la vera unità di misura del tempo non sono i giorni, le settimane, i mesi, gli anni. La vera unità di misura del te...Continua
Pag. 265

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Cristina & Vittorio
Ha scritto il Dec 06, 2018, 15:44
Massimo Negroni
Ha scritto il Dec 27, 2014, 11:01
7 Dopo aver sentito l'autore proporre un'infinità di ragioni per non diventare scrittori, sul blog de "I fiori del male", pare ce l'abbia messa tutta per contraddirsi in questo libro, pieno di retorica, di battute da strapazzo e di tecnicismi giuridi...Continua
Ha scritto il Nov 24, 2014, 07:53
C'è troppo il Carofiglio magistrato in questo libro. Le digressioni giuridiche spesso prevalgono rispetto alla storia. A volte si ha il sospetto che sia la storia al servizio delle tesi esposte.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi