La strage dimenticata

Voto medio di 749
| 42 contributi totali di cui 41 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 0 note , 0 video
I moti del 1848 in Sicilia come pretesto per rivalse trasformistiche da partedel notabilato: in questo contesto si svolgono due efferate stragi sulle qualile autorità si affrettarono a stendere un velo di silenzio. La prima strageavvenne a Por ...Continua
Livorno58
Wrote 3/7/21

Camilleri cerca di ricostruire un eccidio avvenuto a Porto Empedocle nel 1848, basandosi su resoconti orali e documentali. Ma soprattutto vuole denunciare un grande crimine: l'aver rimosso l'episodio.

Carta (Biblioteca) Il primo lavoro del maestro! Prenotato apposta dopo aver letto una sua intervista, la curiosità di vedere com’era agli esordi il mio scrivano conterraneo più famoso. Che dire, il libro è piccolo e narra solo, per modo di dire…, di...Continua
Tex
Wrote 12/2/20

Né romanzo né saggio, ma una denuncia, quasi un resoconto giornalistico.

Filcoupè
Wrote 8/30/19

Libreria bianca nr. 3

Cleo
Wrote 5/19/19

Camilleri restituisce alla storia una strage, come da titolo, dimenticata, perché "i morti non sono tutti uguali". Come ogni strage anche questa è atroce e il racconto di Camilleri induce alla riflessione. C'è sempre da imparare dalla storia.


Lucy ebbasta
Wrote Nov 03, 2016, 18:08
Il nucleo più grosso, composto da artigiani, sarti, calzolai, falegnami, ferrai, cesellatori, veniva invece condotto al «rastiglio», che era una sorta di enorme capannone lungo le cui mura, a intervalli regolari, sporgevano grandi anelli di ferro.  I...Continua
Pag. 18

- TIPS -
No element found
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
No element found
Add the first note!

- TIPS -
No element found
Add the first video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
by Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Book form
Add