La zia Julia e lo scribacchino

Voto medio di 1854
| 276 contributi totali di cui 264 recensioni , 9 citazioni , 3 immagini , 0 note , 0 video
Vi si narra la vicenda o meglio la carriera, di Pedro Camacho, fecondissimo produttore boliviano d'intrecci (lo chiamano anche Balzac creolo) che, chiuso in una mefitica stanzetta, sforna trame melodrammatiche e truculente per un programma di feuille ...Continua
Ubik
Ha scritto il 19/04/19
Storie di vita limegna
Sebbene non si incontrino quasi mai nel corso del romanzo, la zia Julia e Pedro Camacho, lo scribacchino, ne condividono il titolo a buon diritto: rappresentano i due poli della vita del giovane protagonista narrante, rampollo di buona famiglia della...Continua
Bambu
Ha scritto il 18/12/18
SPOILER ALERT
Questa e' la storia di Mario/Marito, aspirante autore e del suo amore per la zia Julia. Questa e' la storia di Pedro Camacho, scribacchino, autore e interprete di romanzi radiofonici di grande successo a Lima. Questa e' la storia dei personaggi della...Continua
Adriana
Ha scritto il 26/09/18
Primo libro che leggo di questo autore, ma sicuramente non ultimo. La lettura è complessa ma appagante: nei capitoli dispari viene raccontata in modo accattivante la storia autobiografica, romanzata, dell’autore e della zia Julia, mentre, in quelli p...Continua
Rose
Ha scritto il 19/09/18
acrostilibro: Lima Asseconda Zia Innamoratasi Aitante Junior Unico Legato Intenso Affetto Ebbene Lui Onorato Sancisce Concordato, Radioromanzi Intrattengono Ben bene Ascoltatori Certamente Con Humour, Infine Lui Opta ...Continua
Biancolì
Ha scritto il 08/09/18
Di vita e di radio
Questo libro è una brezza fresca per il tempo libero. Mi sono piaciuti lo stile semplice e snello della trama principale e il contrasto di toni con i romanzi radiofonici. Un bell'equilibrio, il ritmo regge, divertente la storia. Una lettura che fa co...Continua

Katia Buccella
Ha scritto il Nov 27, 2012, 16:50
la sua sensibilità non sapeva come, dove, di cosa alimentarsi.
Pag. 281
Katia Buccella
Ha scritto il Nov 27, 2012, 16:48
e sul suo viso si disegnava un'espressione... di rassegnata malinconia, di quieta tristezza?
Pag. 280
Katia Buccella
Ha scritto il Nov 25, 2012, 11:49
Il dolore educa
Pag. 210
LaMelaMarcia
Ha scritto il May 13, 2011, 13:19
La donna e l'arte si escludono a vicenda, caro amico. In ogni vagina è sepolto un artista.
Pag. 139
LaMelaMarcia
Ha scritto il May 13, 2011, 12:50
Non odiava le donne; semplicemente, non essendo un erotomane né un ingordo, a cosa potevano servirgli persone le cui migliori attitudini erano la fornicazione e la cucina?
Pag. 126


- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi