Le città invisibili

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 8916
| 967 contributi totali di cui 765 recensioni , 201 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Anna Lucia
Ha scritto il 04/02/19

Città oltre il tempo ed oltre lo spazio, oniriche. Piacerebbe anche a me vedere una città così, viverci con chi in mezzo all'inferno, inferno non è.

mic
Ha scritto il 02/02/19

Un libro in cui la somma delle parti è maggiore del tutto.

LauraT
Ha scritto il 14/01/19
A Smeraldina, città acquatica, un reticolo di canali e un reticolo di strade si sovrappongono e s'intersecano. Per andare da un posto a un altro hai sempre la scelta tra il percorso terrestre e quello in bar-ca: e poiché la linea più breve tra due pu...Continua
Helterskelter1302
Ha scritto il 13/01/19
Parecchio sopravvalutato a parer mio. Scrittura eccellente come al solito,ma è ripetitivo e anche a leggerlo un po' alla volta secondo me non cambia molto,i racconti son sempre quelli. Il genio di Calvino si vede altrove,non qui. O forse sono io che...Continua
vinc
Ha scritto il 02/01/19

l'idea di base viene distillata in mille sfaccettature sempre diverse ma ugualmente affascinanti
sembra davvero di viaggiare in luoghi e tempi indefiniti


Ulysse78
Ha scritto il Feb 23, 2018, 06:23
[...] una è la città in cui s'arriva la prima volta, un'altra quella che si lascia per non tornare; ognuna merita un nome diverso
Pag. 57
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 22:32
L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e divent...Continua
Pag. 170
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 21:36
A questo punto Kublai Kan s'aspetta che Marco parli d'Irene com'è vista da dentro. E Marco non può farlo: quale sia la città che quelli dell'altipiano chiamato Irene non è riuscito a saperlo; d'altronde poco importa: a vederla standoci in mezzo sareb...Continua
Pag. 132
Irene
Ha scritto il Mar 15, 2017, 21:24
Il fine d'ogni partita è una vincita o una perdita: ma di cosa? Qual era la vera posta? Allo scacco matto, sotto il piede del re sbalzato via dalla mano del vincitore, resta un quadrato nero o bianco. A forza di scorporare le sue conquiste per ridurl...Continua
Pag. 129
Irene
Ha scritto il Mar 14, 2017, 22:04
La città esiste e ha un semplice segreto: conosce solo partenze e non ritorni.
Pag. 61

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi