Le porte della percezione - Paradiso e inferno

Voto medio di 991
| 106 contributi totali di cui 72 recensioni , 34 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Daniela
Ha scritto il 09/08/18
Troppe aspettative?

La prima parte é stata molto interessante. La seconda noiosissima. Essendo un libro cosi raccomandato e citato avevo forse riposto troppe aspettative.

Non so se lo consiglierei.

DarkShadowSlayer
Ha scritto il 04/02/18
null
In questi saggi viene sviscerato sotto punti di vista alternativi, l'effetto degli allucinogeni sulle persone. Huxley era un grande fan della mescalina (e del LSD), e nella prima parte del primo saggio, descrive la sua esperienza dopo averne assunto...Continua
Roman
Ha scritto il 15/01/17
Antonio Russo De...
Ha scritto il 10/02/16
Aldous Huxley: Paradisi Artificiali e linguaggio

https://correzionedibozze.wordpress.com/2016/02/10/aldous-huxley-paradisi-artificiali-e-linguaggio/

MirtaMirta
Ha scritto il 05/02/16
Ma quale indagine filosofica?
Di filosofico non c'è niente. Huxley usa a sproposito i termini essere, essenza, esistenza... Questi sono concetti carichissimi, e qui vengono utilizzati in un contesto totalmente inappropriato. Appurato che secondo me di filosofico c'è poco o niente...Continua

ilcavallodibrunilde
Ha scritto il Sep 09, 2018, 19:34
http://ilcavallodibrunilde.blogspot.com/2018/06/cosi-vicino-cosi-lontano.html
Italo Armone
Ha scritto il Apr 04, 2017, 23:34
Vederci come gli ci vedono è uno tra i doni più salutari. Appena meno importante è la capacità di vedere gli altri come essi si vedono. Ma che accade se questi altri appartengono a una specie diversa e abitano un universo radicalmente estraneo? Per e...Continua
Pag. 7
Italo Armone
Ha scritto il Apr 04, 2017, 23:33
[ma] dubito fortemente che la maggior parte dei grandi conoscitori della Quintessenza rivolgessero una qualche attenzione all'arte, alcuni rifiutandosi nettamente di aver a che fare con essa, altri contentandosi di ciò che un occhio critico considere...Continua
Pag. 21
Le.ft
Ha scritto il Apr 14, 2012, 11:14
- se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è, infinita William Blake - In altre parole ciascuno di noi può essere capace di fabbricare minute dosi chimiche di ciò che si ritiene provochi profondi cambiamenti nella co...Continua
Neonsynth
Ha scritto il Jan 31, 2012, 01:32
Il passato non è qualcosa di fisso e inalterabile. I suoi fatti sono riscoperti da ogni generazione successiva, i suoi valori riassestati, i suoi significati ridefiniti nel contesto dei gusti e delle preoccupazioni attuali.
Pag. 130

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Aggiungi