Le ragazze di Ventas

Voto medio di 576
| 48 contributi totali di cui 45 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
È il 1939 a Madrid e, nel carcere femminile di Ventas, la vita continua come se fosse sospesa per un breve intenso momento. Hortensia, i lunghi capelli raccolti in una treccia, gli occhi scuri e lo sguardo taciturno, passa buona parte della giornata ...Continua
Elvia Zandonella
Ha scritto il 02/02/14
struggente, intenso e drammatico, costruito sulle testimonianze di donne imprigionate nel carcere di Madrid durante la guerra civile spagnola , donne che hanno combattuto per la repubblica preferendo morire piuttosto che rinunciare ai loro ideali ...Continua
Luisa Santucci
Ha scritto il 03/04/13
"Le Ragazze di Ventas" di Dulce Chacon: E' il 1939 nel carcere di Ventas: "la mujer que iba a morir se llamaba Hortensia. Tenía los ojos oscuros y no hablaba nunca en voz alta"....Ci viene presentata così Hortensia, una delle donne rinchiuse nel carc...Continua
Nicoletta Mrs. Hats
Ha scritto il 23/06/12
E' molto bella la scrittura di questa signora, asciutta, con periodi sincopati e incisivi... ma più vado avanti e più qualcosa mi dice di non proseguire (la lettura è piacevole e molto scorrevole): una storia ambientata in un carcere femminile ai tem...Continua
Romina Arena
Ha scritto il 21/05/12
SPOILER ALERT
Spagna. Carcere femminile di Ventas, 1939. Il franchismo ha preso il sopravvento, le carceri scoppiano di repubblicani fatti prigionieri. A Ventas è rinchiusa Hortensia, raccolta nel suo silenzio, capelli lunghi stretti in una treccia. Se parla, lo f...Continua
Fragola
Ha scritto il 29/02/12
(in italia il libro è uscito con il titolo di Le ragazze di Ventas) La mujer que iba a morir se llamaba Hortensia. Tenía los ojos oscuros y no hablaba nunca en voz alta. Sólo cuando la risa le llenaba la boca, se le escapaba un Ay madre mía de mi vid...Continua

Conciula
Ha scritto il Feb 18, 2010, 18:54
ci sono finzioni che sono più profondamente vere della verità
Pag. 306
Conciula
Ha scritto il Feb 18, 2010, 18:53
spesso si capisce cos'è la solitudine solo quando si sente il bisogno di un abbraccio
Pag. 335
Conciula
Ha scritto il Feb 18, 2010, 18:51
la disperazione è un modo di rifiutare la verità, quando riconoscerla significa accettare un dolore insopportabile. e il corpo si rifiuta, si ribella. la coscienza urla.
Pag. 253

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi